Quali sono i sintomi del tumore alla vescica in fase avanzata?

È difficile rimuovere completamente il cancro allo stadio 4 dal corpo. L’obiettivo principale del trattamento, quindi, è offrire alle persone la migliore qualità di vita possibile.

I medici utilizzano la stadiazione per diagnosticare il cancro , pianificare il trattamento e spiegare chiaramente la prospettiva di una persona. Ci sono quattro fasi, che le persone scrivono spesso usando numeri romani. Il cancro allo stadio 4 a volte appare scritto come stadio IV.

Sapere cosa aspettarsi dal cancro della vescica di stadio 4 può aiutare le persone a prendere decisioni informate sul loro trattamento e cura.

Che cosa significa avere lo stadio 4 del carcinoma della vescica?

tumore alla vescica.jpg

La fase più avanzata del cancro è la fase 4.

Lo stadio del cancro indica dove le cellule tumorali sono nel corpo e in che misura il corpo è interessato. Alcune forme di cancro hanno uno stadio 0, ma la maggior parte usa gli stadi da 1 a 4. I medici confermeranno lo stadio al momento della diagnosi e questo numero non cambierà.

La fase 4 è la fase più avanzata del cancro. In questa fase, le cellule tumorali di solito si sono diffuse oltre la posizione originale della malattia verso altri organi.

I medici considerano tre fattori chiave nella determinazione dello stadio del cancro della vescica:

  • dimensione e posizione del tumore originale
  • se il cancro si è diffuso (metastatizzato) ai linfonodi vicino alla vescica
  • se il cancro si è diffuso ad organi o linfonodi che sono più lontani dalla vescica

Questo è noto come il sistema TNM, che sta per tumore, nodi e metastasi.

La stadiazione per il cancro della vescica è complessa e può essere fonte di confusione. Dopo la diagnosi, un medico sarà in grado di spiegare che cosa significherà per loro la fase del cancro di una persona.

Cosa aspettarsi

Quando il cancro alla vescica raggiunge lo stadio 4, il tumore originario è spesso cresciuto e spinto attraverso il muro della vescica. Le cellule tumorali possono essersi diffuse agli organi vicini alla vescica oa quelli più distanti, come il fegato o i polmoni.

I segni e i sintomi del cancro alla vescica che si sono diffusi ad altre parti del corpo includono:

  • stanchezza o debolezza
  • dolore durante la minzione
  • difficoltà a urinare o incapacità di urinare
  • dolore nella parte bassa della schiena su un lato del corpo
  • perdita di peso
  • piedi gonfi
  • dolore osseo

Il trattamento standard per il carcinoma della vescica allo stadio 4 è la chemioterapia , che spesso causa effetti collaterali. Funziona rallentando o fermando le cellule tumorali a divisione rapida, ma può anche influenzare le cellule sane che si stanno dividendo rapidamente. Questi includono le cellule nella bocca, nella gola, nello stomaco e nei capelli.

Ciò può causare una serie di sintomi, tra cui nausea, problemi digestivi e perdita di capelli , che i ricercatori hanno trovato modi per ridurre. Tuttavia, ogni persona è diversa e non tutti sperimenteranno effetti collaterali della chemioterapia.

Quali sono le opzioni di trattamento?

Eradicare il cancro allo stadio 4 è molto difficile. Lo scopo del trattamento è quello di far sentire meglio le persone e dare loro più tempo per vivere. Il trattamento può ridurre i sintomi del cancro e talvolta eliminarli.

Chemioterapia

Il trattamento più comune per il cancro della vescica di stadio 4 è la chemioterapia, che può rallentare la crescita delle cellule tumorali o ridurre un tumore. Ciò a volte consente ai chirurghi di rimuovere una parte o tutta la vescica.

Altri trattamenti

Se una persona non può avere la chemioterapia, le altre opzioni di trattamento includono la radioterapia e i farmaci immunoterapici.

Cure palliative

Le cure palliative sono spesso una parte essenziale del trattamento per le persone che vivono con il cancro allo stadio 4. Fornisce alle persone un sollievo dal dolore, supporto emotivo e consigli durante il corso del loro trattamento. Le cure palliative possono aiutare le persone a decidere come gestiscono i loro sintomi in modo che possano essere il più a loro agio e indolore possibile.

Tassi di sopravvivenza e aspettativa di vita

compassione.jpg

I tassi di sopravvivenza del cancro sono solo stime e ci sono molti fattori individuali da considerare.

Gli esperti basano i tassi di sopravvivenza sulle informazioni di un gruppo di persone con un particolare tipo e stadio di cancro, per esempio, le persone che hanno il cancro alla vescica in stadio 4.

Di solito guardano il numero di persone in questo gruppo che hanno vissuto per 5 anni dopo la diagnosi del cancro.

I tassi di sopravvivenza relativa confrontano le persone con carcinoma della vescica con le persone nella popolazione generale della stessa età e sesso. Questo metodo può comportare una stima più accurata della sopravvivenza.

Per una persona con carcinoma della vescica di stadio 4, il tasso di sopravvivenza relativa a 5 anni è di circa il 5% . Ciò significa che la persona è il 5% più probabile di una persona senza cancro a vivere per un minimo di 5 anni dopo la diagnosi.

Questa percentuale è la cifra più recente disponibile, ma i calcoli utilizzano i dati dal 2008-2014. Gli scienziati stanno continuamente facendo progressi nel trattamento e questi possono spesso migliorare i tassi di sopravvivenza.

È importante ricordare che i tassi di sopravvivenza sono stime e ognuno è diverso. Molti fattori, come l’età o la salute generale, possono svolgere un ruolo significativo nel determinare per quanto tempo una persona possa vivere con questa malattia.

Come gestire i sintomi e gli effetti collaterali del trattamento

I sintomi del cancro della vescica allo stadio 4 e il trattamento possono entrambi avere un impatto sul corpo. Mantenere uno stile di vita sano può rendere il trattamento più efficace e i sintomi più facili da gestire.

Dieta

Il cancro spesso causa stanchezza e la chemioterapia può causare perdita di peso. Mangiare poco e spesso durante il giorno può aiutare a mantenere i livelli di energia. Una dieta salutare include cereali integrali, frutta e verdura, alcune proteine ​​e poco o niente zucchero e grassi saturi.

Esercizio delicato

L’esercizio delicato è sicuro per la maggior parte delle persone che hanno il cancro, ma per prima cosa è meglio consultare un medico. Camminare e nuotare non influisce molto sul corpo e può aiutare a migliorare l’umore e ridurre la stanchezza.

Farmaci antidolorifici

Il sollievo dal dolore è una parte importante del trattamento del cancro per molte persone. Poiché il dolore può variare da persona a persona, è importante essere il più chiaro possibile quando si parla di dolore con un medico. Ciò consentirà al medico di prescrivere un sollievo dal dolore adeguato, rapido ed efficace.

Porta via

Vivere con il cancro della vescica allo stadio 4 e prendere decisioni sul trattamento può essere difficile. È spesso utile ottenere più informazioni possibili sulla malattia.

I gruppi di advocacy sono in genere un’ottima fonte di informazioni oltre agli operatori sanitari. Amici, familiari o altre persone che hanno il cancro della vescica allo stadio 4 possono spesso fornire supporto emotivo.

Il cancro della vescica allo stadio 4 è diverso per ogni persona e il tasso di sopravvivenza è solo una stima. Il trattamento è spesso molto efficace per alleviare i sintomi e dare alle persone una buona qualità della vita.

Annunci

Cosa aspettarsi con la chirurgia di rimozione della vescica

La chirurgia della rimozione della vescica, chiamata anche cistectomia, è la rimozione della vescica urinaria. Dopo questo intervento, un medico deve creare un nuovo percorso per l’urina per lasciare il corpo.

Una persona dovrebbe prepararsi completamente prima di andare in chirurgia di rimozione della vescica, tra cui avere una comprensione di come la loro vita sarà diversa in seguito. La preparazione può aiutare l’individuo a stabilire ragionevoli aspettative sulla sua vita post-operatoria.

Le procedure chirurgiche di rimozione della vescica e il recupero di una persona possono essere diversi per uomini e donne.

In questo articolo, osserviamo da vicino la procedura per la rimozione della vescica o la cistectomia, cosa aspettarci durante il recupero e la qualità della vita dopo.

Motivi per la chirurgia di rimozione della vescica

operazione chirurgica farmajet

Il cancro alla vescica è una ragione comune per questo intervento chirurgico.

La rimozione chirurgica della vescica è il trattamento più comune per il cancro della vescica . È anche a volte usato per trattare altri tumori nella pelvi, anomalie o cistite interstiziale che non risponde ad altri trattamenti.

Quando il tumore della vescica non è progredito in uno stadio avanzato, un medico può essere in grado di trattarlo con opzioni meno invasive rispetto alla chirurgia di rimozione della vescica. Tuttavia, se il tumore è più avanzato, rimuovere la vescica potrebbe essere l’opzione più sicura per impedire che il cancro si diffonda ad altre aree del corpo.

Una persona dovrebbe andare in chirurgia della vescica, sapendo tutte le sue opzioni. Spesso, le possibilità chirurgiche specifiche che sono giuste per un particolare paziente dipenderanno da:

  • la loro salute generale
  • lo stadio del cancro
  • dove si è formato il cancro
  • se il cancro è ricorrente

Sebbene le loro opzioni chirurgiche di base siano le stesse, uomini e donne possono avere diversi organi rimossi in base al loro sesso biologico.

Ci sono due diverse opzioni chirurgiche per la chirurgia di rimozione della vescica di base. Questi sono:

  • Una parziale cistectomia , che viene eseguita quando il tumore si trova in un punto della parete vescicale e non si è diffuso all’apertura dove l’urina lascia il corpo.
  • Una cistectomia radicale , che comporta la rimozione dell’intera vescica, dei linfonodi circostanti e possibilmente di altri organi.

Quando un uomo ha una cistectomia radicale, il medico può anche rimuovere:

  • parte del dotto deferente o del dotto spermatico
  • le ghiandole che secernono lo sperma
  • la prostata

Quando una donna subisce una cistectomia radicale, il medico può anche rimuovere:

  • la cervice
  • le ovaie
  • l’utero
  • le tube di Falloppio
  • parti della vagina

Quando la vescica viene rimossa, il medico dovrà creare un mezzo alternativo per l’urina per lasciare il corpo. Ci sono due opzioni per questa procedura:

1. Deviazione continua

Nel caso della deviazione del continente, una persona avrà il controllo su quando evacuerà l’urina dal corpo.

Esistono due tipi di deviazione del continente in base al fatto che l’uretra sia stata rimossa o meno. Entrambi prevedono l’uso di un serbatoio di urina.

  • Serbatoio di sostituzione della vescica . L’uretra rimane intatta, quindi il serbatoio dell’urina può essere collegato tra gli ureteri e l’uretra. L’urinazione funziona in modo simile a come avveniva prima dell’intervento.
  • Serbatoio di diversione perenne con stoma . L’uretra è stata rimossa in modo che il serbatoio venga posizionato vicino alla parete dell’addome. Un catetere viene utilizzato per rimuovere l’urina dalla sacca attraverso un piccolo foro chiamato stoma nella parete dell’addome.

2. Deviazione ininterrotta

La deviazione incontinente comporta l’uso dell’intestino per creare un tubo che collega gli ureteri a un’apertura nella parete dello stomaco.

Con questa opzione, l’urina passerà attraverso la nuova apertura in una busta attaccata al lato della persona.

Prepararsi per la chirurgia

Una persona dovrebbe discutere le potenziali opzioni con il proprio medico, compresi i passi specifici che dovrebbero prendere per prepararsi all’intervento. Questi passaggi includono a che ora smettere di mangiare e bere la sera prima della procedura. Di solito è mezzanotte.

Le persone dovrebbero anche preparare un elenco di domande o dubbi sulla procedura che avranno e sul loro recupero in modo che possano parlare con il loro medico di cosa aspettarsi dopo l’intervento chirurgico.

Cosa aspettarsi dopo la procedura e il recupero

recupero in ospedale

Una persona può aspettarsi di rimanere in ospedale per circa una settimana dopo l’intervento chirurgico di rimozione della vescica.

Una persona viene sottoposta ad anestesia generale durante l’intervento chirurgico per rimuovere la vescica. È probabile che la persona si senta intontita dall’anestesia al risveglio subito dopo l’intervento.

È probabile che un medico prescriva farmaci, come narcotici o epidurali, per gestire il dolore.

Tipicamente, una volta che le condizioni di una persona si stabilizzano, passeranno da una stanza post-operatoria ad una normale stanza d’ospedale per circa una settimana. Durante questo periodo, il team di assistenza valuterà il nuovo sistema per l’evacuazione delle urine.

L’equipe medica non rilascerà l’individuo dall’ospedale fino a quando non sarà sicuro che il nuovo sistema di evacuazione urina funzioni correttamente.

In alcuni casi, le persone dovranno intraprendere nuovi passi per evacuare l’urina dopo aver rimosso la vescica. Quando ciò accade, il personale ospedaliero insegnerà sia alla persona che ai caregivers come rimuovere l’urina.

Dopo aver lasciato l’ospedale, una persona dovrebbe aspettarsi di prendere diverse settimane per il recupero. Durante questo periodo, il loro corpo guarisce dall’intervento e devono svolgere solo attività leggere.

Dopo 4-6 settimane, i medici di solito consentono a una persona che ha avuto la rimozione della vescica di riprendere le normali attività.

Una persona dovrà probabilmente seguire il proprio medico entro le prime settimane dopo l’intervento chirurgico per prevenire complicanze e valutare come il sito chirurgico sta guarendo. Queste visite consentono inoltre alla persona di risolvere eventuali problemi con il loro nuovo metodo di urinazione.

Rischi e complicazioni

Come con tutti gli interventi chirurgici, c’è sempre il potenziale di complicazioni dopo l’intervento chirurgico per rimuovere la vescica. I problemi più comuni possono includere:

  • sanguinamento o coaguli di sangue
  • reazione all’anestesia
  • infezione vicino all’incisione
  • danno ad altri organi o tessuti

Dopo l’intervento, una persona può avere complicazioni legate al suo nuovo sistema urinario. Queste complicazioni possono includere:

  • perdita di urina
  • pietre del sacchetto
  • problemi sessuali come perdita di sensibilità, incapacità all’orgasmo o disfunzione erettile
  • infezioni
  • percorso delle urine bloccato

Qualità della vita dopo l’intervento chirurgico

uomo in consulto

Un consulente o un gruppo di supporto può aiutare durante la regolazione dopo l’intervento chirurgico.

Poiché la chirurgia per la rimozione della vescica comporta la ristrutturazione del modo in cui l’urina esce dal corpo, una persona può inizialmente sperimentare una diminuzione della qualità della vita. Tuttavia, la gestione della secrezione di urina diventa più facile col passare del tempo.

Subito dopo l’intervento, i medici di solito limitano ciò che una persona può fare. Questa restrizione, sebbene temporanea, può sembrare frustrante.

È comune per il nuovo sistema urinario, ad esempio sacchi o stomi urinari, sentirsi a disagio all’inizio. Se una persona ha difficoltà ad adattarsi, potrebbe voler discutere le proprie preoccupazioni e sentimenti con un medico, un assistente sociale o un consulente. Anche l’adesione a una comunità di supporto può aiutare.

Una persona dovrebbe essere in grado di tornare a tutte le loro normali attività di vita entro poche settimane dopo l’intervento chirurgico.

Durante il recupero, una persona sarà in grado di abituarsi ai nuovi modi di urinare. Man mano che la loro familiarità con il nuovo sistema urinario aumenta, qualsiasi sintomo di inconveniente dovrebbe diminuire.

Tassi di sopravvivenza

Secondo l’ American Cancer Society , il quinquennio di una persona, il tasso di sopravvivenza relativa è del 77%. Il tasso di sopravvivenza relativa di 10 anni di una persona è di circa il 70% e il tasso di sopravvivenza relativo di 15 anni è del 65%. Questi numeri sono basati su tutti gli stadi del cancro della vescica.

prospettiva

Molte persone sperimenteranno un completo recupero fisico dopo il loro intervento chirurgico. Tuttavia, molti sperimenteranno un aumento dell’ansia e potrebbero volerci un po ‘di tempo per adattarsi a un nuovo modo di urinare.

Molti gruppi di supporto possono aiutare una persona, emotivamente, a gestire la chirurgia, il recupero e la vita dopo l’intervento. Se i gruppi di supporto non sono disponibili, gli assistenti sociali o i consulenti possono essere una buona opzione.