Perchè ho dolore quando inghiotto ?

La deglutizione coinvolge molti muscoli e nervi nella bocca, nella gola e nel tubo del cibo. Molte persone avvertiranno dolore quando deglutiranno almeno una volta nella vita. Il termine medico per la deglutizione dolorosa è l’odinofagia.

È spesso possibile identificare la causa del dolore durante la deglutizione osservando i sintomi specifici.

A seconda della causa, questi possono includere dolore acuto o opaco alla mascella, alla gola, al torace o al tubo del cibo. Il dolore può interessare solo un lato della gola e può cambiare quando una persona respira profondamente.

In questo articolo, diamo un’occhiata più da vicino alle cause e ai sintomi della deglutizione dolorosa. Vediamo anche come alleviare il dolore.

Cause del dolore durante la deglutizione

Diverse malattie e condizioni che portano a infezioni, infiammazioni e ostruzioni alla gola, alla bocca o al tubo del cibo possono causare la deglutizione del disagio.

A seconda della causa, sono spesso presenti sintomi aggiuntivi. Le seguenti cause possono portare a deglutizione dolorosa:

Mal di gola

mal di gola.jpg

La gola di streptococco, l’epiglottite e l’esofagite sono alcune possibili cause di dolore durante la deglutizione.

Le infezioni della gola sono una delle cause più comuni di dolore durante la deglutizione. Questi includono lo streptococco , che è un’infezione da batteri dello streptococco .

Le persone con mal di gola possono anche notare:

  • linfonodi gonfiati e teneri su uno o entrambi i lati del collo
  • dolore al palato molle
  • macchie rosse sul palato molle
  • febbre
  • macchie bianche sulle tonsille

Tonsillite

La tonsillite è un’infezione e un’infiammazione delle tonsille, che sono due linfonodi nella parte posteriore della gola. La tonsillite è una causa comune di deglutizione dolorosa.

La tonsillite è una condizione contagiosa. I virus o le infezioni batteriche, incluso lo streptococco, possono causare tonsillite.

Se il dolore durante la deglutizione è dovuto alla tonsillite, le persone possono anche notare:

  • tonsille gonfie
  • macchie bianche o gialle sulle tonsille
  • alito cattivo
  • mascella tenera o collo
  • febbre

epiglottite

L’epiglottite è un’infezione alla gola che provoca l’infiammazione dell’epiglottide, che è il lembo nella parte posteriore della gola che impedisce al cibo di scendere nella trachea.

Oltre al dolore durante la deglutizione, i tipici sintomi di epiglottite includono:

  • difficoltà a deglutire, nota come disfagia
  • una febbre alta
  • sbavando
  • una preferenza per sedersi sporgendosi in avanti

Un’infezione da lievito

Infezioni da lieviti nella bocca, nella gola o nel tubo del cibo possono anche portare a disturbi di deglutizione. Il lievito è un tipo di fungo che può crescere senza controllo se le condizioni all’interno del corpo cambiano in modo da favorire la crescita del lievito.

Un batterio chiamato Candida è una causa comune di infezioni da lieviti.

Ulteriori sintomi potrebbero includere:

  • perdita di gusto
  • macchie bianche sulla lingua
  • arrossamento agli angoli della bocca

esofagite

Il tubo del cibo, chiamato anche esofago, è il tubo che porta cibo e liquido dalla bocca allo stomaco. L’esofagite è l’infiammazione dell’esofago.

La causa più comune di esofagite è la malattia da reflusso gastrico, che è una condizione che consente all’acido dello stomaco di risalire lungo il tubo del cibo.

Alcuni farmaci e reazioni allergiche possono anche causare esofagite.

L’esofagite può causare i seguenti sintomi insieme alla deglutizione dolorosa:

  • dolore al petto
  • mal di stomaco
  • una voce rauca
  • tosse
  • bruciore di stomaco
  • nausea

Lesione alla gola

Anche se meno comune di altre cause, una lesione alla gola può anche causare dolore durante la deglutizione.

Mangiare o bere qualcosa di troppo caldo può bruciare l’interno della gola o del tubo del cibo. Le persone possono anche grattare o tagliare la parte posteriore della gola quando si mangia un cracker o un chip che ha un bordo tagliente.

A seconda della posizione e dell’entità della lesione, può verificarsi solo dolore su un lato della gola o più in basso nella tubazione del cibo.

Diagnosi

analisi mal di gola.jpg

Un medico può utilizzare un esame del sangue per diagnosticare il dolore durante la deglutizione.

Una diagnosi accurata è vitale per trattare il dolore durante la deglutizione. I medici possono raccomandare vari test per fare una diagnosi. Dopo aver esaminato la storia medica di una persona e aver effettuato un esame obiettivo, possono eseguire i seguenti test diagnostici:

  • Tampone faringeo . Durante una coltura alla gola, il medico rimuove un campione di muco dalla gola con un batuffolo di cotone. Testano questo muco per determinare se contiene o meno organismi che potrebbero causare un’infezione.
  • Gli esami del sangue . Gli esami del sangue, compreso un numero di globuli bianchi, aiutano il medico a determinare se è presente un’infezione.
  • Bario deglutire . Una rondine di bario è un tipo speciale di raggi X del tubo del cibo. Prima di prendere la radiografia, il medico chiederà all’individuo di bere un liquido contenente bario. Il bario rivelerà il percorso che il cibo porta dalla bocca allo stomaco.
  • TAC . I medici usano le scansioni CT per creare immagini della gola. Questi aiutano il medico a identificare eventuali anomalie, come i tumori, la gola o il tubo del cibo che potrebbero causare deglutizione dolorosa.

Trattamento

Il trattamento per il dolore durante la deglutizione generalmente dipende dalla causa.

I farmaci sono il trattamento standard per determinati tipi di infezione. I medici di solito raccomandano farmaci antifungini per trattare infezioni da lieviti e antibiotici per il trattamento di infezioni batteriche, tra cui mal di gola.

Quando una persona ha una tonsillite ricorrente o non risponde bene ai farmaci, un medico può raccomandare di rimuovere le tonsille in una procedura chiamata tonsillectomia.

Rimedi casalinghi

signora che beve bevanda calda

Sorseggiare bevande calde può fornire sollievo a breve termine.

Le persone possono usare i seguenti rimedi casalinghi per un sollievo a breve termine dalla dolorosa deglutizione:

  • Prendendo anti-infiammatori . I farmaci antiinfiammatori non steroidei ( FANS ) possono ridurre il gonfiore e l’infiammazione della bocca, della gola e del tubo del cibo, rendendo più facile e meno doloroso deglutire.
  • Prendendo antiacidi . Gli antiacidi da banco (OTC) sono efficaci per ridurre il dolore dovuto al reflusso acido .
  • Usando spray per la gola . Gli spray per la gola possono intorpidire la gola e rendere la deglutizione più facile e meno dolorosa. Questi sono disponibili OTC o online.
  • Gargarismi con acqua salata . L’acqua salata può ridurre l’infiammazione e rendere la deglutizione meno dolorosa. Mescolare 8 once (oz) di acqua tiepida con 1 cucchiaino (cucchiaino) di sale e fare gargarismi questa soluzione più volte al giorno.
  • Sorseggiando bevande calde . Bevande calde, come tisane, possono aiutare a ridurre il dolore. Evitare di fare il liquido troppo caldo, o può bruciare la gola.
  • Facendo una doccia calda . Il vapore di una doccia calda può aiutare a ridurre qualsiasi infiammazione responsabile della deglutizione dolorosa.
  • Evitare alcol e tabacco . Sostanze alcoliche e tabacco possono irritare i tessuti molli della bocca, della gola e delle condutture alimentari.

Quando vedere un dottore

La deglutizione dolorosa spesso si risolve in pochi giorni, specialmente se si verifica a causa di un raffreddore. Tuttavia, in alcuni casi, è necessario un aiuto medico professionale per determinare la causa e fornire un trattamento.

È meglio considerare di consultare un medico se si verificano le seguenti circostanze:

  • la causa del dolore durante la deglutizione è sconosciuta
  • il dolore è durato più di una settimana o sta peggiorando
  • c’è una macchia di macchie bianche nella parte posteriore della gola

È anche importante riconoscere quando la deglutizione dolorosa può essere un segno di un’emergenza medica. Una persona dovrebbe cercare assistenza medica immediata se il dolore durante la deglutizione si verifica insieme a:

  • gonfiore della gola
  • respirazione difficoltosa
  • problemi di apertura della bocca
  • insolito sbavando

prospettiva

Sebbene possa essere scomodo, il dolore durante la deglutizione è in genere solo temporaneo. A seconda della causa, la deglutizione dolorosa spesso scompare in pochi giorni.

Ad esempio, se il dolore è dovuto a un raffreddore, di solito si risolve entro una settimana.

Se un’infezione batterica o fungina causa il dolore, il trattamento ha generalmente successo. Nel frattempo, le persone possono usare i rimedi casalinghi per gestire i loro sintomi e ridurre il disagio.

Annunci

Cosa c’è da sapere sulla tonsillite? Farmajet news

Cosa c’è da sapere sulla tonsillite?

  1. Sintomi
  2. Trattamento
  3. Rimedi casalinghi
  4. Le cause
  5. tipi
  6. Tonsillite e Mal di gola
  7. complicazioni
La tonsillite è un’infezione delle tonsille che colpisce milioni di persone ogni anno.

Le tonsille si trovano nella parte posteriore della gola. Sono raccolte di tessuti linfoidi che fanno parte del sistema immunitario.

Sebbene sia scomodo e sgradevole, la condizione è raramente un problema di salute importante. La stragrande maggioranza delle persone, che abbia ricevuto o meno un farmaco, si riprenderà completamente dalla tonsillite nel giro di pochi giorni. La maggior parte dei sintomi si risolve entro 7-10 giorni.

  • La tonsillite può essere causata da un’infezione batterica o virale.
  • La stragrande maggioranza dei casi di tonsillite si risolverà spontaneamente entro 10 giorni.
  • La tonsillite può essere diagnosticata esaminando la gola e un tampone batterico.
  • C’è una gamma di agenti infettivi che possono causare la malattia.
  • Le tonsille sono la prima linea di difesa del corpo contro i patogeni esterni.

 

Sintomi

tonsille_infografica2

La tonsillite si risolve in genere entro un paio di giorni.

I sintomi più comuni di tonsillite includono:

  • un mal di gola e il dolore durante la deglutizione
  • tonsille rosse e gonfie con punti pieni di pus
  • alta temperatura
  • mal di testa
  • difficoltà a deglutire
  • dolore alle orecchie e al collo
  • stanchezza
  • difficoltà a dormire
  • tosse
  • brividi
  • ghiandole linfatiche gonfie

I sintomi meno comuni possono includere:

  • fatica
  • mal di stomaco e vomito
  • nausea
  • lingua pelosa
  • cambiamenti nel suono della voce
  • alito cattivo
  • difficoltà ad aprire la bocca

In alcuni casi, possono essere presenti tonsilloliti, noti anche come calcoli tonsillari o calcoli tonsillari. Una tonsillite è un accumulo di materiale calcificato nelle fessure delle tonsille.

Sono generalmente piccoli, ma in rari casi, i tonsilloliti hanno misurato 3 centimetri e oltre.

Quando vedere un dottore

Sebbene rara, la tonsillite a volte può far gonfiare la gola a tal punto che la respirazione diventa difficile. In questo caso, l’attenzione medica è necessaria e urgente.

Inoltre, se una persona manifesta uno dei seguenti sintomi, deve visitare il medico:

  • una febbre di oltre 39°
  • torcicollo
  • debolezza muscolare
  • un mal di gola che persiste per più di 2 giorni

Diagnosi

Per diagnosticare la tonsillite, un medico inizierà con un esame generale e cercherà una regione di tonsille gonfie, spesso con macchie bianche.

I medici possono anche ispezionare l’esterno della gola per i segni di ingrossamento dei linfonodi e un’eruzione cutanea che a volte si verifica.

Il medico può anche prendere un tampone dell’area infetta per un’ispezione più ravvicinata da parte di un laboratorio, per determinare se la causa dell’infezione è virale o batterica.

I medici possono anche eseguire un conteggio completo delle cellule del sangue. Questo test prevede l’assunzione di una piccola quantità di sangue per studiare i livelli di alcuni tipi di cellule del sangue. Questo lavoro di sangue può aiutare a completare le informazioni prese dal tampone. In alcuni casi, se il tampone non è conclusivo, una conta completa delle cellule del sangue può aiutare il medico a determinare il trattamento migliore.

 

Trattamento

Se la tonsillite non può essere curata a casa, è disponibile una gamma di opzioni di trattamento.

farmaci

Farmaci antidolorifici da banco (OTC), come il paracetamolo, possono essere utilizzati per intorpidire gli effetti della tonsillite. Tachipirina la trovate su Farmajet in offerta

Se la tonsillite è causata da un’infezione batterica, un medico prescriverà solitamente antibiotici . Gli antibiotici non saranno prescritti per un caso virale di tonsillite.

La penicillina è l’antibiotico più comunemente usato. Le persone devono seguire l’intero corso dei farmaci, indipendentemente dal fatto che i loro sintomi siano sollevati o meno. In caso contrario, l’infezione potrebbe diffondersi e potrebbe causare febbre reumatica o infiammazione renale a lungo termine.

Chirurgia

L’intervento chirurgico era un approccio relativamente comune per trattare la tonsillite. Oggi, le tonsillectomie non vengono utilizzate a meno che la condizione sia cronica e ricorrente. Ad esempio, se una persona sperimenta la tonsillite sette volte in un solo anno o 3 episodi all’anno per 3 anni consecutivi, un medico probabilmente prenderebbe in considerazione un intervento chirurgico.

Sebbene le tonsille siano sempre meno attive dopo la pubertà , sono ancora un organo attivo e, pertanto, i medici non le rimuoveranno se non necessario.

Potrebbe anche essere chiamata una tonsillectomia se le tonsille causano problemi secondari come:

  • apnea del sonno, che comporta problemi di respirazione durante la notte
  • difficoltà a respirare oa deglutire
  • un ascesso che è difficile da trattare
  • cellulite tonsillare , quando l’infezione si diffonde ad altre aree e provoca un accumulo di pus dietro le tonsille

Se è necessaria una tonsillectomia, ci sono una varietà di metodi che possono essere utilizzati. Laser, onde radio, energia ultrasonica, basse temperature o un ago riscaldato dall’elettricità sono stati tutti usati con successo per rimuovere le tonsille.

La chirurgia è diventata sempre più l’ultimo punto di riferimento. Si ritiene che le implicazioni negative della chirurgia superino i positivi associati alla rimozione delle tonsille.

In generale, per quanto angoscianti e scomodi all’epoca, per la stragrande maggioranza delle persone, la tonsillite passerà senza gravi implicazioni a lungo termine.

Rimedi casalinghi

bere acqua

Bere molti liquidi può ridurre il rischio di contrarre tonsillite.

Queste sono le tattiche più semplici per ridurre i sintomi della tonsillite a casa:

  • Il riposo consente all’organismo di concentrare le sue energie nel combattere l’infezione piuttosto che usarla nelle attività quotidiane.
  • Bere molti liquidi impedisce alla gola di seccarsi e diventare più a disagio. Quando il corpo sta combattendo un’infezione, ha bisogno di più idratazione del normale. Le bevande calde, preferibilmente senza caffeina possono anche lenire.
  • Fare i gargarismi con acqua salata può aiutare con il disagio.
  • Succhiare losanghe alla gola può aiutare, e questi sono prontamente disponibili al banco.
  • Usare umidificatori d’aria o sedere in un bagno fumoso può alleviare l’irritazione causata dall’aria secca.
  • Evitare sostanze irritanti come tabacco e luoghi fumosi.
  • L’assunzione di farmaci, come l’ibuprofene o il paracetamolo, può aiutare con il dolore e la febbre.

 

Le cause

Poiché le tonsille sono la prima linea di difesa contro gli invasori dal mondo esterno, sono suscettibili alle stesse infezioni.

La tonsillite è tipicamente virale, ma a volte può essere batterica.

Che sia virale o batterica, la tonsillite può essere contagiosa e diffondersi da persona a persona. Tuttavia, se la condizione è causata da una malattia secondaria, come sinusite o febbre da fieno , è improbabile che sia infettiva.

Cause virali

tonsille-infiammate

La tonsillite può essere causata da batteri o virus.

La tonsillite è più comunemente causata da un’infezione virale. I tipi più comuni di virus per infettare le tonsille sono:

  • adenovirus, che è associato al raffreddore e al mal di gola.
  • rhinovirus, che è la causa più comune del comune raffreddore.
  • influenza , che viene spesso indicata come influenza .
  • virus respiratorio sinciziale , che spesso causa infezioni del tratto respiratorio acuto.
  • coronavirus , che ha due sottotipi che infettano gli esseri umani, uno dei quali causa la SARS .

Meno comunemente, la tonsillite virale può essere causata da:

  • Virus Epstein-Barr
  • virus herpes simplex
  • citomegalovirus

Cause batteriche

Il tipo più comune di batteri per infettare le tonsille è Streptococcus pyogenes . Ma, meno spesso, può essere causato da altre specie, tra cui:

  • Staphylococcus aureus
  • Polmonite da micoplasma
  • Polmonite da clamidia
  • Bordetella pertosse
  • Fusobacterium
  • Neisseria gonorrhoeae

 

tipi

Esistono diversi tipi di tonsillite definiti dai sintomi e dal periodo di recupero.

Questi includono:

  • Tonsillite acuta: i sintomi di solito durano dai 3 ai 4 giorni ma possono durare fino a 2 settimane.
  • Tonsillite ricorrente: una persona ha molti casi diversi di tonsillite acuta in un anno.
  • Tonsillite cronica: gli individui hanno un mal di gola in corso e un alito maleodorante.

Diagnosticare il tipo di tonsillite aiuterà un medico a decidere come trattarlo.

 

Tonsillite e mal di gola

Tonsillite e mal di gola sono spesso confusi l’uno per l’altro, ma ci sono differenze.

La streptococco è causata da uno specifico tipo di batterio chiamato Streptococco e i sintomi sono spesso più gravi. Lo streptococco può anche infettare altre parti della gola.

La tonsillite può essere causata da virus e lo streptococco è un’infezione puramente batterica.

 

complicazioni

In rari casi, la tonsillite può complicare , normalmente quando è causata da un batterio.

L’infezione può diffondersi in altre parti del corpo e causare complicazioni quali:

  • un’infezione del medio orecchio
  • quinsy, o una collezione di pus tra una tonsilla e il muro della gola
  • apnea ostruttiva del sonno , in cui le pareti della gola si rilassano mentre una persona dorme e influenza la respirazione e il ciclo del sonno

Le complicazioni più rare includono:

  • scarlattina
  • febbre reumatica, che provoca infiammazione in tutto il corpo e porta a movimenti del corpo a scatti e dolore alle articolazioni
  • glomerulonefrite , in cui i meccanismi di filtraggio dei reni si gonfiano e scatenano il vomito

Le complicazioni sono generalmente rare e la tonsillite si risolve senza problemi per la maggior parte delle persone.

tra i rimedi per la tonsillite consigliamo lo spray alla propoli

PROPOLI-PURA-DIFESA-GOLA-SPRAY-30-ML

propoli pura difesa lo potete acquistare su Farmajet