Lo Sigaretta Elettronica può causare problemi ai polmoni?

Lo svapo è spesso visto come un’alternativa alle sigarette tradizionali, in particolare per le persone con patologie polmonari come la BPCO, poiché si ritiene che sia meno dannoso. Esiste tuttavia una ricerca insufficiente sugli effetti dello svapo per le persone con BPCO.

La BPCO, o malattia polmonare ostruttiva cronica, è causata principalmente dall’esposizione al fumo di sigaretta. La condizione colpisce circa 30 milioni di persone negli Stati Uniti.

 

Lo svapare causa BPCO?

sigaretta svapo farmajet

Le persone usano spesso e-sigarette come alternativa alle sigarette tradizionali.

Le sigarette elettroniche sono relativamente nuove e la ricerca sui loro effetti, in particolare i potenziali effetti a lungo termine, è limitata.

I prodotti di svapo di solito contengono nicotina, un farmaco molto coinvolgente, anche se non implicano l’inalazione di fumo di tabacco. Alcuni prodotti vaping possono contenere anche:

  • sostanze cancerogene o cancerogene
  • prodotti chimici tossici
  • nanoparticelle di metalli tossici

La FDA (Food and Drug Administration) statunitense richiede avvertenze sui prodotti di svapo che contengono nicotina e tabacco dal 2018 in poi.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) suggeriscono che lo svapo è meno dannoso del fumo delle sigarette convenzionali. Ma il CDC sconsiglia l’uso delle sigarette elettroniche da parte dei giovani, di coloro che sono incinte o di adulti che attualmente non usano tabacco.

La ricerca su vaping e BPCO

C’è solo una ricerca limitata che ha esaminato lo svapo e la BPCO.

Vaping e infiammazione polmonare

Un piccolo studio pubblicato nel 2016, riporta che i prodotti di vaping contenenti nicotina innescano l’ infiammazione dei polmoni e il danno ai tessuti polmonari. Lo sviluppo della BPCO è associato a questi effetti. Sia le cellule di polmone umano coltivate che i topi utilizzati nello studio hanno mostrato dipendenza dalla nicotina nel corso della ricerca.

Vaping e stress ossidativo

Uno studio del 2017 , pubblicato sull’American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine , riporta anche risultati negativi. Lo studio ha incluso 44 partecipanti, una miscela di fumatori di sigarette convenzionali, utenti di sigarette elettroniche e non fumatori.

I ricercatori hanno scoperto proteine ​​nelle vie aeree dei fumatori di sigarette elettroniche che sono noti per contribuire alla BPCO. Tutti i fumatori nello studio hanno mostrato marcatori di stress ossidativo associati alla malattia polmonare.

Vaping e danni al DNA

Una ricerca pubblicata nel gennaio 2018 ha scoperto che i topi esposti al vapore di sigaretta elettronica mostravano danni al DNA nei polmoni, nella vescica e nel cuore. Questo danno può aumentare il rischio di cancro , malattie cardiache e problemi ai polmoni.

I ricercatori hanno aggiunto che è possibile che il fumo di sigaretta elettronica possa contribuire a danni simili negli esseri umani.

Consenso generale sulla ricerca sullo svapo

Sono necessarie ulteriori ricerche sui rischi per la salute di vaping, specialmente in relazione alla BPCO e ad altre malattie polmonari.

Potrebbe essere meglio aderire al parere dell’Istituto Lung fino a quel momento, il che non consiglia vaping per nessuno, specialmente per le persone con BPCO o altre malattie polmonari.

L’istituto afferma che una volta che una persona sviluppa una malattia polmonare, come la BPCO, l’ enfisema o la malattia polmonare interstiziale, non deve inalare nient’altro che aria pulita.

Sintomi della BPCO

uomo con dolore farmajet.jpg

La BPCO può causare oppressione al petto e respiro sibilante.

I sintomi della BPCO potrebbero non apparire fino a quando i polmoni non hanno subito danni significativi.

I sintomi di solito peggiorano nel tempo, specialmente se le persone continuano a fumare.

I sintomi includono:

  • oppressione toracica
  • tosse
  • fatica
  • muco o espettorato che può essere chiaro, bianco, verde o giallo
  • Infezioni respiratorie
  • mancanza di respiro
  • dispnea

I sintomi nelle fasi successive includono:

  • labbra blu o letti con le unghie, noti come cianosi
  • gonfiore alle caviglie, ai piedi o alle gambe
  • perdita di peso

I problemi respiratori alla fine rendono più difficili le attività quotidiane. Possono essere disabilitanti in alcuni casi.

Quali sono i fattori di rischio per la BPCO?

La BPCO si verifica quando i tubi nei polmoni perdono la loro elasticità. Questa perdita fa sì che l’aria rimanga nei polmoni dopo l’espirazione.

Alcuni fattori aumentano la probabilità di sviluppare la BPCO, tra cui:

Esposizione al fumo di tabacco

L’esposizione a lungo termine al fumo di tabacco provoca la maggior parte dei casi di BPCO. Il rischio aumenta con il numero di sigarette fumate e il periodo di tempo in cui una persona ha fumato.

Le persone con asma che fumano sono a rischio ancora maggiore. I non fumatori possono anche essere più suscettibili alla BPCO se esposti al fumo passivo per un lungo periodo.

Inquinamento o esposizione alla polvere

Anche vivere in aree ad alto inquinamento o lavorare da qualche parte con polvere o fumi chimici aumenta il rischio di sviluppo di BPCO. Questi inquinanti atmosferici sono irritanti polmonari che causano infiammazione e difficoltà respiratorie.

Età

È più probabile che gli adulti più anziani abbiano la BPCO perché i sintomi si sviluppano tipicamente per diversi anni.

Genetica

Alcuni disturbi genetici, tra cui il deficit di alfa-1-antitripsina, possono causare BPCO anche nei non fumatori. Questi disturbi sono rari, tuttavia.

Fumi di carburante in fiamme

Nel mondo in via di sviluppo, bruciare combustibile per cucinare e riscaldarsi può contribuire alla BPCO, specialmente quando le case non sono adeguatamente ventilate. Questo è meno rischioso nei paesi sviluppati.

Quando vedere un dottore

Coloro che hanno sintomi di BPCO o pensano di poter avere dovrebbero consultare un medico.

Un medico può eseguire un esame fisico e test per verificare la funzionalità polmonare. I test di funzionalità polmonare possono confermare o eliminare una diagnosi di BPCO.

I test utilizzati per la diagnosi della BPCO includono:

Spirometria

Conosciuto anche come test di funzionalità polmonare, la spirometria rileva anche i primi casi di BPCO. Si tratta di espirare forzatamente in un tubo collegato a uno spirometro. Il dispositivo misura quanto e quanto velocemente viene espulsa l’aria.

Test di imaging

Una scansione a raggi X o TC può rilevare irregolarità nel torace che potrebbero essere segni di BPCO.

Esame del sangue

Un tipo di esame del sangue chiamato test del sangue nel sangue arterioso misura la quantità di ossigeno e anidride carbonica nel sangue. I risultati possono indicare la gravità della BPCO.

Come smettere di fumare o svapare

smettere di fumare farmajet.jpg

Potrebbe essere utile impostare un giorno particolare per smettere di fumare.

I fumatori dovrebbero smettere di usare i prodotti del tabacco per ridurre il rischio di sviluppare la BPCO e molti altri rischi per la salute.

Quelli già diagnosticati con BPCO possono ridurre i loro sintomi e prevenire ulteriori danni ai polmoni se smettono di fumare.

La nicotina e il fumo creano dipendenza e smettere di fumare può essere difficile. Solo il 4-7% dei fumatori ha smesso con successo “a freddo”. “Altre persone hanno bisogno di pianificare come smettere.

L’Istituto nazionale sull’abuso di droghe consiglia che lo svapo non è stato sufficientemente valutato come uno strumento per aiutare le persone a smettere di fumare.

I seguenti suggerimenti possono quindi essere un’alternativa più sicura per coloro che desiderano rinunciare alle sigarette per sempre:

  • Designare un giorno : scegli una data per uscire e prova ad attenervisi
  • Raccogliere informazioni : raccogliere quante più informazioni possibili sui sintomi di astinenza da nicotina e altre sfide associate alla cessazione del fumo. Fai un piano per affrontare le sfide. Non riuscire a prepararsi per situazioni difficili è un motivo comune per cui le persone iniziano a fumare di nuovo.
  • Costruisci una rete di supporto : chiedi aiuto a familiari e amici. Unisciti a un gruppo di supporto per smettere di fumare o forum online.
  • Consultare un medico : un medico può fornire informazioni e consigli sui prodotti per aiutare le persone a smettere.
  • Rimanere concentrato : la maggior parte delle persone che ricomincia a fumare lo fa entro le prime 12 settimane . È comune per le persone avere lo slittamento occasionale, ma è essenziale per loro ricominciare i loro sforzi per smettere. Non c’è bisogno di sentirsi in colpa o di dare la colpa, dato che questo fa parte del processo di smettere di fumare per molte persone.

Per aiutare a rimanere concentrato, le persone possono prendere in considerazione la possibilità di contattare Lung HelpLine e Tobacco QuitLine della American Lung Association o un gruppo di supporto locale.

Porta via

Fumare sigarette è la principale causa di BPCO. Non c’è abbastanza ricerca per dire definitivamente se i prodotti vaping contribuiscono allo sviluppo della BPCO in quanto sono relativamente nuovi.

La ricerca iniziale, tuttavia, suggerisce un legame tra lo svapo e la BPCO e l’Istituto del polmone raccomanda che le persone con BPCO evitino lo svapo.

Gli individui che sono preoccupati per il fumo o la BPCO dovrebbero consultare il proprio medico per un consiglio e una valutazione medica. Ci sono molte organizzazioni di supporto disponibili per coloro che desiderano smettere di fumare.

Annunci