Il farmaco esistente Estradiolo può trattare il cancro al seno triplo negativo

L’estradiolo farmaco esistente può inibire la crescita tumorale in un sottotipo di carcinoma mammario triplo negativo. I ricercatori potrebbero presto testare il farmaco riproposto in uno studio clinico di fase II.
nastro rosa.jpg

Nuovi risultati possono migliorare i risultati del paziente, poiché un farmaco esistente inibisce la crescita di una forma aggressiva di cancro al seno.

Il carcinoma mammario triplo negativo è una forma aggressiva di cancro al seno in cui i tumori mancano di espressione di tre proteine.

I tre sono recettore dell’estrogeno , recettore del progesterone e recettore del fattore di crescita epidermico umano 2 (HER2).

Il carcinoma mammario triplo negativo è in grado di crescere e diffondersi più rapidamente rispetto ad altre forme di cancro al seno.

Inoltre, poiché le sue cellule tumorali mancano di recettori ormonali, gli specialisti non possono trattarle con la terapia ormonale. L’unico trattamento per questi tipi di cancro è la chemioterapia .

Una nuova ricerca, tuttavia, ha rivelato che un farmaco esistente potrebbe essere riproposto per trattare alcune persone con questa forma di cancro al seno.

I ricercatori guidati da John Hawse, Ph.D., un biologo molecolare presso la Mayo Clinic di Rochester, MN, hanno testato gli effetti dell’estradiolo su un sottotipo di tumori del cancro al seno triplo negativo.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

Estradiolo e beta del recettore degli estrogeni

“Il carcinoma mammario triplo negativo è una forma di cancro al seno che manca di espressione del recettore alfa, recettore del progesterone e [HER2]”, spiega Hawse, il quale aggiunge che la condizione “mostra alti tassi di recidiva”.

Tuttavia, la ricerca precedente di Hawse e del team ha scoperto che un’altra forma di recettore degli estrogeni – chiamata beta estrogenica – è presente nel 25 percento dei tumori triplici negativi e in oltre il 30 percento dei tumori del cancro al seno positivi al recettore dell’estrogeno.

Quella ricerca ha anche dimostrato che la beta del recettore dell’estrogeno è un soppressore del tumore , che si correla con migliori risultati per il paziente.

Nel loro nuovo studio, Hawse ei suoi colleghi hanno studiato l’effetto dell’estradiolo sulla crescita dei tumori triplici negativi che esprimono il recettore beta degli estrogeni. Lo studio ha incluso sia esperimenti in vitro che in vivo.

“Straordinariamente”, sostiene Hawse, “abbiamo scoperto che l’estradiolo, che normalmente stimola la crescita delle cellule tumorali nei tumori che esprimono il recettore alfa estrogeno, ha l’effetto opposto nel cancro al seno triplo negativo”.

“Tuttavia, l’estradiolo è stato solo in grado di inibire la crescita del carcinoma mammario triplo negativo quando era presente la beta del recettore dell’estrogeno”, aggiunge.

Inoltre, la nuova ricerca illumina il meccanismo molecolare attraverso il quale l’estradiolo combatte il cancro. Quando l’estradiolo si lega con la beta del recettore degli estrogeni, spiega gli scienziati, induce la secrezione di una famiglia di proteine ​​chiamate “cistatine”.

Le cistatine inibiscono la crescita del tumore e arrestano la diffusione delle cellule tumorali. “Queste scoperte”, affermano gli autori, “suggeriscono che le terapie mirate di [beta recettore dell’estrogeno] rappresentano un’opzione terapeutica per il sottogruppo di donne con [espresione del recettore estrogeno beta] [carcinoma mammario triplo negativo]”.

Nel prossimo futuro, i ricercatori prevedono di avviare uno studio clinico di fase II che metterà alla prova l’efficacia dell’estradiolo nel trattamento di questo tipo di cancro.

“Estradiol”, dice il coautore dello studio, il dottor Matthew Goetz, un medico oncologo, “è [Food and Drug Administration] – approvato come trattamento per le donne con cancro al seno”.

“Tuttavia,” continua, “il suo uso è tipicamente limitato alle donne con carcinoma mammario alfa positivo al recettore dell’estrogeno che è diventato resistente alle terapie standard”.

Siamo entusiasti di studiare se l’estradiolo può essere riproposto come nuovo trattamento per il carcinoma mammario triplo negativo che esprime il recettore beta degli estrogeni”.

Dr. Matthew Goetz

Annunci

Quali segni di cancro al seno esistono oltre a un nodulo?

Un nodulo al seno o massa è solo uno dei possibili segni di cancro al seno negli uomini o nelle donne. Il cancro al seno può causare diverse ulteriori modifiche alla pelle su e intorno al seno. Chiunque notasse qualcuno di questi cambiamenti dovrebbe consultare un medico.

In alcuni casi, il cancro al seno non può causare alcun sintomo, ma un medico identificherà una massa su una mammografia. Lo screening per il cancro al seno raccomandato da un medico può aiutare a rilevare questa condizione nella sua fase più precoce e più trattabile.

In questo articolo, discutiamo alcuni dei potenziali segni e sintomi del cancro al seno che possono verificarsi senza un nodulo evidente nel seno.

Tutti questi sintomi possono anche avere una causa sottostante non cancerosa. Tuttavia, le persone con questi sintomi dovrebbero parlare con il proprio medico nel caso in cui siano necessari test per verificare condizioni non cancerose e cancerose.

1. Cambiamenti nella texture della pelle

cancro al seno 1.jpg

I cambiamenti della pelle possono essere un segno precoce di cancro al seno.

Il cancro al seno può causare cambiamenti e infiammazioni nelle cellule della pelle che possono portare a cambiamenti di consistenza. Esempi di queste modifiche alla trama includono:

  • pelle squamosa attorno al capezzolo e all’areola, come se la pelle fosse bruciata dal sole o estremamente secca
  • ispessimento della pelle in qualsiasi parte del seno

Questi cambiamenti possono anche causare prurito, che le persone spesso associano al cancro al seno, anche se non è comune.

Questi cambiamenti cutanei possono essere sintomatici di un raro tipo di cancro al seno chiamato malattia di Paget .

I cambiamenti della trama possono anche verificarsi a seguito di condizioni benigne della pelle, tra cui dermatiti ed eczemi .

2. Scarico del capezzolo

Una persona può osservare lo scarico dal capezzolo, che può essere sottile o spessa e può variare di colore da chiaro a lattiginoso a giallo, verde o rosso.

È normale che le persone che allattano al seno abbiano uno scarico di latte dai capezzoli, ma è consigliabile consultare un medico per qualsiasi altra secrezione di capezzolo.

Sebbene la maggior parte delle secrezioni dei capezzoli non sia cancerogena, in alcune persone può significare il cancro al seno.

Altre possibili ragioni per lo scarico del capezzolo includono:

  • infezioni al seno
  • un effetto collaterale della pillola anticoncezionale
  • un effetto collaterale di prendere alcuni farmaci
  • variazioni nella fisiologia del corpo
  • alcune condizioni mediche, come le malattie della tiroide

3. Dimpling

Le fossette cutanee possono a volte essere un segno di cancro al seno infiammatorio, un tipo aggressivo di cancro al seno . Le cellule tumorali possono causare un accumulo di liquido linfatico nel seno che porta al gonfiore e alle fossette o alla pelle denocciolata. È essenziale che chi nota le fossette sulla pelle parli con un medico.

I dottori chiamano questo cambiamento nell’aspetto della pelle “peau d’orange” perché la pelle delle fossette assomiglia alla superficie di un’arancia.

4. Modifiche ai linfonodi

linfonodi ascellari.jpg

Le cellule tumorali possono raggiungere i linfonodi ascellari.

I linfonodi sono piccole raccolte arrotondate di tessuto del sistema immunitario che filtrano il fluido e catturano le cellule potenzialmente dannose. Questi includono batteri, virus e cellule cancerose.

Se una cellula cancerosa lascia il seno, il primo punto in cui si sposta è la regione linfonodale ascellare sullo stesso lato del seno colpito. Questo può portare a gonfiore in quest’area.

Oltre ai linfonodi ingrossati sotto l’ascella, una persona può notarli intorno alla clavicola. Di solito si sentono piccoli, sodi, rigonfiamenti e possono essere teneri al tatto.

Tuttavia, il tessuto linfatico può anche cambiare a causa di infezioni al seno o di altre malattie completamente non correlate.

Una persona dovrebbe parlare con un medico di questi cambiamenti in modo che possano identificare una causa potenziale.

5. Dolore al seno o al capezzolo

Il cancro al seno può causare cambiamenti nelle cellule della pelle che portano a sentimenti di dolore, tenerezza e disagio al seno. Sebbene il cancro al seno sia spesso indolore, è importante non ignorare alcun segno o sintomo che potrebbe essere dovuto al cancro al seno.

Alcune persone possono descrivere il dolore come una sensazione di bruciore.

6. Retrazione o inversione del capezzolo

Il cancro al seno può causare cambiamenti delle cellule dietro il capezzolo. Questi cambiamenti possono comportare l’inversione del capezzolo e l’inversione verso l’interno del seno, oppure può apparire diverso in termini di dimensioni.

L’aspetto dei capezzoli può spesso variare durante l’ ovulazione o altre parti del ciclo mestruale, ma le persone dovrebbero vedere un medico su eventuali nuovi cambiamenti di capezzolo.

7. Rossore

Il cancro al seno può causare alterazioni della pelle che possono far apparire scolorite o anche lividi. La pelle può essere rossa o viola o avere una tinta bluastra.

Se una persona non ha subito traumi recenti al seno per spiegare questi cambiamenti, dovrebbe consultare il proprio medico. È inoltre fondamentale consultare un medico se la decolorazione del seno non scompare, anche se il trauma ne è la causa.

8. Gonfiore

Il cancro al seno può causare l’ingrossamento dell’intero seno o di un’area del seno. Non ci può essere un nodulo distinto dopo questo gonfiore, ma il seno può essere di dimensioni diverse rispetto all’altro seno.

Sebbene sia possibile per le persone avere seni di dimensioni leggermente diverse in ogni momento, questo gonfiore causerebbe un cambiamento dal loro solito seno.

La pelle può anche sentirsi stretta a causa del gonfiore.

Quando vedere un dottore

donna con dottore

Discutere eventuali cambiamenti nel seno con un medico.

Le persone non devono farsi prendere dal panico o avere paura quando notano cambiamenti al seno. L’invecchiamento, i cambiamenti nei livelli ormonali e altri fattori possono portare a cambiamenti della mammella durante la vita di una persona.

Tuttavia, le persone dovrebbero essere proattive sulla loro salute e visitare un medico per determinare la causa di qualsiasi sintomo mammario.

Ciascuno degli otto cambiamenti sopra elencati può giustificare un viaggio dal medico, specialmente se questi cambiamenti non sembrano riferirsi a uno dei seguenti:

  • il ciclo mestruale
  • ferita
  • malattia precedente, come un’infezione al seno

Un medico può valutare i sintomi, esaminare il seno o il seno interessati e, se necessario, raccomandare ulteriori studi. Possono suggerire una mammografia, un’ecografia , altri test di imaging o analisi del sangue per escludere infezioni o altre cause potenziali.

Porta via

Il cancro al seno può causare segni e sintomi che includono cambiamenti alla pelle su e intorno al seno.

Mentre molte condizioni possono potenzialmente causare cambiamenti al seno, tra cui cisti , infezioni, eczema e dermatite, una persona non dovrebbe escludere automaticamente il cancro al seno.

Vedere un medico per la valutazione e la diagnosi può aiutare a determinare se eventuali cambiamenti al seno sono causa di preoccupazione.