Il raffreddore: potremmo essere vicini a una cura?

Il comune raffreddore ha sfidato la scienza medica per millenni; ha superato sia il nostro sistema immunitario sia l’industria farmaceutica. Tuttavia, secondo un nuovo studio, l’aiuto potrebbe presto essere a portata di mano.
donna con raffreddore

Conosciamo tutti la miseria del comune raffreddore.

Il raffreddore comune, opportunamente chiamato, colpisce l’adulto medio da due a tre volte l’anno, ei bambini ancora più regolarmente.

Attualmente, non c’è modo di prevenire un raffreddore comune e una volta arrivato, non c’è modo di liberarsene.

Nonostante il mondo incredibilmente high-tech in cui viviamo, la ricerca medica non può ancora sconfiggere questo nemico. Tutto ciò che possiamo fare è trattarne i sintomi e tenerlo stretto finché non è passato.

Perché il comune raffreddore è difficile da affrontare?

Il comune raffreddore ha eluso le anticipazioni della scienza medica per due motivi principali. Il primo problema è che non c’è un solo colpevole. I raffreddori sono spesso causati da un rinovirus – una grande famiglia di virus con centinaia di varianti. Ciò rende la vaccinazione impossibile e fornisce al nostro sistema immunitario un compito impegnativo.

In secondo luogo, questi virus si evolvono rapidamente, quindi anche se potessimo produrre vaccini per coprire l’intero spettro dei rinovirus, diventerebbero rapidamente resistenti.

Sebbene affrontare il raffreddore non sia un problema enorme per la maggior parte delle persone, ci sono buone ragioni per continuare a cercare metodi per combatterlo. Una persona coinvolta nella caccia è la professoressa Ed Tate, dell’Imperial College di Londra nel Regno Unito. Spiega l’importanza di combattere il raffreddore comune:

“Il raffreddore comune è un inconveniente per la maggior parte di noi, ma può causare gravi complicazioni a persone con condizioni come l’asma e [malattia polmonare ostruttiva cronica]”.

Un nuovo approccio

Gli scienziati stavano inizialmente cercando un composto che avrebbe come bersaglio una proteina nei parassiti della malaria . Hanno trovato due molecole probabili e hanno scoperto che erano più efficaci quando erano combinati.

Usando tecniche avanzate, hanno combinato le due molecole e prodotto un nuovo composto che blocca un enzima presente nelle cellule umane, chiamato N-myristoyltransferase (NMT).

I virus normalmente rubano la NMT dalle cellule umane e la usano per creare un guscio protettivo attorno alle loro informazioni genetiche, conosciute come il capside. NMT è vitale per la sopravvivenza dei virus del raffreddore; senza di esso, non possono replicarsi e diffondersi.

Tutti i ceppi del virus del raffreddore comune usano questa tecnica, quindi inibire l’NMT potrebbe far cadere tutti i ceppi del comune virus del raffreddore. In realtà, dovrebbe anche funzionare contro i virus correlati che causano l’afta epizootica e la poliomelite .

Inoltre, poiché la molecola si rivolge alle cellule umane piuttosto che al virus, la resistenza non sarebbe un problema. I risultati del team sono stati recentemente pubblicati sulla rivista Nature Chemistry .

I ricercatori hanno grandi speranze per il farmaco, che attualmente va sotto il nome in codice di IMP-1088.

Un farmaco come questo potrebbe essere estremamente utile se somministrato nelle prime fasi dell’infezione e stiamo lavorando per creare una versione che possa essere inalata in modo che arrivi rapidamente ai polmoni”.

Prof. Ed Tate

Sebbene altri farmaci che colpiscono le cellule umane in questo modo siano stati testati prima, l’IMP-1088 è “più di 100 volte più potente” dei suoi predecessori.

Inoltre, i farmaci precedenti progettati per bloccare la NMT erano troppo tossici per essere di beneficio. Questo nuovo farmaco, tuttavia, non ha danneggiato le cellule umane in coltura. Naturalmente, saranno necessarie ulteriori ricerche per confermare che il farmaco sia sicuro per l’uso.

Un’altra preoccupazione è delineata dal Prof. Tate, che spiega: “Il modo in cui il farmaco funziona significa che dovremmo essere sicuri che sia stato usato contro il virus del raffreddore, e non condizioni simili con cause diverse, per minimizzare la possibilità di effetti collaterali tossici effetti “.

Quindi, non siamo ancora arrivati, ma siamo il più vicino possibile a una cura per il raffreddore.

Annunci

Qual è la differenza tra raffreddore e influenza?

Sia l’influenza (influenza) che il freddo sono causati dai virus e possono avere sintomi simili. Quindi, come facciamo a sapere se una persona ha l’influenza o un brutto raffreddore? In questo articolo, spieghiamo le differenze.

Il raffreddore e l’ influenza sono le malattie più comuni negli esseri umani, secondo un articolo pubblicato su The Lancet . Ogni anno, il 5-20 percento della popolazione italiana sviluppa sintomi influenzali .

La principale differenza tra raffreddore e influenza è che, generalmente, i sintomi dell’influenza sono di solito molto più gravi.

Ogni anno, oltre 200.000 persone sono ricoverate in ospedale a causa di complicanze influenzali; l’influenza è responsabile di circa 23.600 morti ogni anno.

Fatti veloci sul raffreddore e l’influenza:

  • I raffreddori e l’influenza condividono molti degli stessi sintomi; la principale differenza è che l’influenza è spesso peggiore e accompagnata da una febbre alta .
  • Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), l’adulto medio avrà 2-3 raffreddori ogni anno.
  • Il rinovirus è la causa più comune di raffreddore.

differenze

influ1

Il raffreddore e l’influenza sono causati da diversi virus e, in generale, i sintomi dell’influenza sono peggiori. Inoltre, ci sono meno probabilità di gravi complicazioni da freddo, come la polmonite e le infezioni batteriche.

La principale differenza tra i sintomi del raffreddore e dell’influenza è che l’influenza più comunemente include la febbre; la febbre può essere di 100 gradi Fahrenheit o superiore e dura 3-5 giorni.

L’estrema fatica associata all’influenza può persistere per settimane. I sintomi del raffreddore sono generalmente più miti e durano circa 1 settimana.

Inoltre, il naso che cola o la congestione nasale è più comune con il raffreddore che con l’influenza.

Il vomito è un’altra differenza fondamentale; il vomito non è normalmente associato al comune raffreddore ma può essere presente nell’influenza.

Sebbene le differenze di cui sopra siano generalmente vere, senza condurre test speciali, è impossibile sapere con certezza se si tratta di influenza o raffreddore. Ad esempio, è possibile avere l’influenza senza febbre.

Freddo

Quasi tutti hanno familiarità con la sensazione di avere il raffreddore. I raffreddori influenzano allo stesso modo sia i climi caldi che quelli freddi, e la persona media avrà avuto molti raffreddori dall’infanzia fino alla tarda età.

I sintomi includono naso che cola, mal di gola , tosse e starnuti, lacrimazione, mal di testa e dolori muscolari. Non esiste una cura, ad eccezione del riposo e del consumo di molti liquidi, ma il freddo dovrebbe passare entro 7-10 giorni.

Di solito non c’è bisogno di visitare un medico, ma una persona con un sistema immunitario indebolito è più incline a sviluppare la polmonite come complicanza .

Per evitare di prendere o diffondere un raffreddore, le persone dovrebbero lavarsi le mani regolarmente e assicurarsi di starnutire in un fazzoletto di carta o nel fazzoletto o nel gomito. Questo è il più igienico in quanto blocca la diffusione dei germi, che non possono vivere su vestiti o superfici come possono sulla pelle.

Influenza

Esistono tre tipi di virus influenzale, influenza A, influenza B e influenza C. I tipi A e B sono quelli che causano epidemie stagionali. Uno dei sintomi chiave dell’influenza è febbrile o con una temperatura di 100 gradi Fahrenheit o superiore. Tuttavia, non tutti con l’influenza avranno la febbre.

Altri sintomi includono:

  • mal di testa o dolori muscolari
  • vomito, nausea e probabilmente diarrea , specialmente nei bambini
  • un mal di gola e un colpo di tosse
  • fatica
  • brividi e brividi
  • un naso congestionato o che cola

Un raffreddore comune è meno probabile che causi una febbre alta. Con il raffreddore, i sintomi come il naso che cola o l’irritazione della gola normalmente migliorano in pochi giorni.

Trattamento influenzale

Il CDC nota che la maggior parte delle persone che hanno l’influenza non ha bisogno di cure mediche. La maggior parte può rimanere a casa ed evitare il contatto con altre persone per prevenire la diffusione della malattia. Tuttavia, i seguenti trattamenti sono disponibili:

  • Farmaci da banco – questi possono ridurre la febbre. Tylenol può aiutare le persone con l’influenza a sentirsi più a loro agio mentre si riprendono.
  • Farmaci antiretrovirali da prescrizione – questi sono disponibili anche da un medico. Sono per le persone ad alto rischio di gravi complicanze e che normalmente non sono necessarie per un trattamento efficace. Possono essere somministrati solo entro un certo tempo dall’esordio dei sintomi.
  • Rimedi casalinghi – per alleviare i sintomi, possono essere utilizzati rimedi casalinghi come inalazione di vapore, alimenti nutrienti come zuppa di pollo, mantenimento di calore e altre misure di comfort.

Un medico sarà in grado di decidere se sono necessari antivirali. Le persone che tendono ad essere a maggior rischio includono i bambini di età inferiore a 2 anni, le persone di età pari o superiore a 65 anni e le donne in gravidanza.

Segnali di pericolo di emergenza per l’influenza

I pazienti devono consultare un medico se notano uno dei segnali di allarme di emergenza.

I segnali di pericolo nei bambini includono difficoltà a respirare, mancanza di appetito e non produrre lacrime quando piangono, o avere meno pannolini bagnati del solito.

I sintomi gravi nei bambini più grandi includono:

  • problemi respiratori
  • colore della pelle bluastra
  • non bere abbastanza liquidi
  • non svegliare o interagire
  • essere così irritabile che non vogliono essere trattenuti
  • febbre con un’eruzione cutanea

Se i sintomi simil-influenzali migliorano ma poi ritornano con febbre e una tosse peggiore, il genitore dovrebbe consultare un medico.

vaccini

Il modo migliore per proteggersi dall’influenza è di avere una vaccinazione annuale, in quanto ciò aiuta il corpo a costruire il sistema immunitario in modo che possa combattere il virus più rapidamente.

Il vaccino antinfluenzale è raccomandato durante la gravidanza poiché è stato dimostrato sicuro. Se l’influenza si verifica durante la gravidanza, può avere gravi complicazioni per il nascituro e la madre.

Rimedi casalinghi

influ2

Una serie di rimedi può aiutare le persone a stare a proprio agio a casa fino a quando i sintomi non sono passati:

  • Le gocce saline del naso possono aiutare ad alleviare il naso ostruito.
  • Gli sfregamenti di vapore possono facilitare il respiro.
  • Un bagno di vapore con eucalipto può alleviare la congestione.
  • Fare i gargarismi con acqua salata o succhiare una losanga può alleviare il dolore di un mal di gola.
  • Tylenol e farmaci simili possono alleviare dolori e dolori.

Un certo numero di erbe può aiutare ad alleviare i sintomi. Gli esempi includono eucalipto in losanghe e liquirizia per mal di gola. Non tutti i rimedi suggeriti sono supportati dalla ricerca e alcuni devono essere usati con cura.

L’olio di eucalipto, per esempio, è velenoso se assunto per via orale e la liquirizia non è raccomandata per le donne in gravidanza o che allattano . È importante parlare con un medico prima di utilizzare qualsiasi rimedio alternativo a casa.

È anche importante mangiare sano, bere molti liquidi e riposare.