Di che taglia è il pene medio?

Molti ricercatori scientifici hanno cercato di rispondere alla domanda: uomini e donne in tutto il mondo vogliono informazioni chiare su: quale dimensione è il pene medio?

Ti presenteremo i fatti di tutti gli studi scientifici condotti sulle dimensioni del pene in modo che, una volta che avrai finito di leggere questo articolo, sentirai che hai la risposta più precisa alla domanda. E forse sarai rassicurato sulle tue stesse dimensioni o su quelle del pene del tuo partner.

I risultati pubblicati sono spesso introdotti con informazioni di base sulle ansie diffuse degli uomini sul fatto che i loro peni siano o meno abbastanza grandi e se i partner sessuali saranno soddisfatti. Allora, qual è la verità?

Data l’ubiquità della pornografia online gratuita e facilmente accessibile, e l’aumento del marketing aggressivo da parte delle aziende che promettono un pene più grande attraverso l’uso di estensori e ingranditori, è facile capire perché la verità sulla lunghezza e circonferenza genitale maschile potrebbe essere oscurata.

Forse non sorprende, quindi, che i ricercatori trovino costantemente che gli uomini hanno aumentato le ansie riguardo alla loro virilità.

Fatti veloci sulla dimensione media del peneEcco alcuni punti chiave sulla dimensione media del pene. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • Mentre l’85% delle donne può essere soddisfatta delle dimensioni e della proporzione del pene del partner, gli uomini sono meno sicuri di se stessi.
  • Ben il 45% degli uomini crede di avere un pene piccolo.
  • In tutti gli studi, la lunghezza della lente è flaccida da 7 a 10 centimetri (da 2,8 a 3,9 pollici).
  • Circonferenza flaccida / circonferenza media da 9 a 10 centimetri (da 3,5 a 3,9 pollici).
  • Le lunghezze erette variano da 12 a 16 centimetri (da 4,7 a 6,3 pollici).
  • La circonferenza eretta è di circa 12 centimetri (4,7 pollici).

Quando la dimensione del pene è troppo piccola? 1

pene morfologia.jpg

Il pene si estende dietro i testicoli – le lunghezze misurate non includono questa parte.

Forse il miglior indicatore di ciò che è considerato un pene piccolo è dato dalla soglia usata dai medici per quando si può considerare l’aumento del pene.

I ricercatori che pubblicano nel Journal of Urology hanno studiato le dimensioni del pene di 80 uomini “fisicamente normali”, misurando le dimensioni del pene prima e dopo l’erezione indotta da farmaci.

Dopo aver trovato dimensioni medie, hanno concluso:

“Solo gli uomini con una lunghezza flaccida inferiore a 4 centimetri [1,6 pollici], o una lunghezza allungata o eretta di meno di 7,5 centimetri [3 pollici] dovrebbero essere considerati candidati per l’allungamento del pene.”

Qual è la dimensione del pene “normale” o media? 1-3

Nello studio Journal of Urology , i ricercatori hanno scoperto quanto segue nel gruppo di 80 uomini:

  • Una dimensione media del pene di 8,8 cm (3,5 pollici) quando è flaccida
  • Una dimensione media del pene di 12,9 cm (5,1 pollici) quando è eretta.
uomo che misura il pene.jpg

Molti studi hanno studiato la dimensione media del pene.

Lo studio ha anche scoperto che la dimensione del pene eretto di un uomo non era correlata con la dimensione del suo pene flaccido, nel senso che gli uomini i cui peni sono di lunghezze diverse quando flaccidi possono avere peni eretti di dimensioni simili. Non c’era anche alcuna relazione tra l’età degli uomini e le loro dimensioni del pene.

La scoperta di quanto la lunghezza del pene possa “crescere” – sia che si tratti di una “doccia” o di un “coltivatore” – è stata ulteriormente supportata da uno studio su 200 uomini turchi, in cui “la lunghezza flaccida aveva poca importanza nel determinare il pene eretto” lunghezza.”

La ricerca per determinare la dimensione media del pene comprende uno studio pubblicato nel gennaio 2014 che ha esaminato oltre 1.600 uomini americani, anche se non ha preso misure fisiche indipendenti.

Invece lo studio si basava sulle misure degli uomini delle dimensioni del pene. Le relazioni possono essere considerate abbastanza affidabili, tuttavia, dal momento che agli uomini dovevano essere dati i preservativi per abbinare le loro misurazioni auto-segnalate, il che significa che qualsiasi inesattezza avrebbe portato a profilattici inadeguati.

Questo studio ha rilevato che la dimensione media del pene è la seguente:

  • La dimensione media per un pene eretto è di 14,2 cm (5,6 pollici)
  • La circonferenza media di un pene eretto è di 12,2 cm (4,8 pollici).

I ricercatori hanno affermato che le dimensioni del pene erette autoriferite erano coerenti con i risultati di altri studi. Il loro studio ha aggiunto la scoperta che le dimensioni precise di un’erezione possono essere influenzate dal modo di eccitarsi, ad esempio se un uomo utilizza la stimolazione della mano.

misura del pene.png

Diversi studi hanno suggerito una dimensione media del pene tra 5,1 e 5,6 pollici.

Dimensione del pene: le donne sembrano preoccuparsene meno degli uomini 4-6

La preoccupazione maschile di capire se le dimensioni del pene siano all’altezza dei desideri delle femmine sembra essere largamente fuori luogo. E le preoccupazioni infondate sull’inadeguatezza non sono aiutate dal fatto che la vista di un uomo sul suo pene lo fa sembrare automaticamente più piccolo di lui rispetto a qualcun altro.

Guardando dall’alto verso il basso il pene appare più piccolo rispetto a come appare dritto o lateralmente.

Vedere il proprio pene da questa prospettiva e magari confrontarlo con le appendici di altri uomini da una prospettiva diversa, può, quindi, rafforzare le false idee sulla dimensione del pene . Ma le donne hanno una percezione più affidabile?

Uno studio , pubblicato sul British Journal of Urology International , suggeriva che mentre la maggior parte delle donne, circa l’85% , era soddisfatta delle dimensioni e della proporzione del pene del loro partner, gli uomini erano meno sicuri di se stessi.

Quasi la metà degli uomini nello studio (45 per cento) riteneva di avere un pene piccolo, ma i ricercatori hanno riferito che le dimensioni del pene piccolo erano in realtà rari.

Circa 170 donne hanno risposto a un questionario in un altro studio, che ha rilevato che mentre attribuivano una certa importanza alle dimensioni del pene, era solo di “sostanziale” importanza per una “minoranza chiara” delle donne.

Mentre la maggior parte delle preoccupazioni degli uomini sulla dimensione del pene si concentra sulla lunghezza, le donne sono più interessate alla larghezza, secondo uno studio .

Lo studio di 50 donne universitarie sessualmente attive ha riportato che la larghezza del pene era più importante per la soddisfazione sessuale della lunghezza del pene – per una grande maggioranza, per 45 donne.

Le donne non vogliono uomini con grandi peni 7

Uno studio pubblicato sulla rivista PLOS ONE a accesso aperto nel novembre 2015 ha adottato il nuovo approccio per chiedere alle donne di mostrare le loro preferenze sulle dimensioni del pene con l’uso di modelli stampati in 3D di 33 diverse dimensioni.

pene 3d.jpg

Alle donne è stato chiesto di scegliere tra 33 “peni” stampati in 3D di diverse dimensioni, inclusi gli esempi mostrati. Il più grande nel set era A, mentre D era il più piccolo; erano blu per la neutralità razziale.
Immagine: Nicole Prause et al.

Le taglie erano state stampate su un intervallo da 4 pollici a 8,5 pollici di lunghezza e da 2,5 pollici a 7,0 pollici di circonferenza, sulla base di studi precedenti che davano una dimensione media del pene americano quando eretto di 6 pollici (15,2 cm) di lunghezza con una circonferenza di 5 pollici (12,7 cm).

Gli alberi stampati in 3D erano in plastica blu per non suggerire una razza particolare che potesse pregiudicare le idee femminili di taglia media.

Le 75 donne che indicavano le preferenze di taglia dai 33 modelli blu hanno scelto un approccio leggermente diverso a seconda del tipo di relazione a cui stavano pensando (e in ogni caso hanno mostrato che desideravano una dimensione che si rivelava leggermente superiore alle medie rilevate negli studi):

  • Per i partner sessuali a lungo termine hanno optato per un pene di circonferenza e lunghezza leggermente più corta rispetto alle loro scelte per stand di una notte – scegliendo una lunghezza media di 6,3 pollici e una circonferenza di 4,8 pollici
  • Questo rispetto alla loro preferenza per i partner sessuali di una volta è di una lunghezza di 6,4 pollici e una circonferenza di 5,0 pollici .

Seguiteci alla prossima pagina dove guardiamo più risultati dagli studi sulla dimensione del pene e discutiamo le preoccupazioni su età, obesità e ingrossamento del pene.

Altre misurazioni del pene 8,9

Un certo numero di studi diversi hanno cercato di determinare una dimensione media del pene . Uno pubblicato nel 2001 ha preso le misure di 3.300 giovani italiani di età compresa tra i 17 ei 19 anni.

Ha trovato che la lunghezza media mediana dei peni flaccidi era di 9 centimetri (3,5 pollici) e la circonferenza flaccida (al centro dell’albero) era di 10 centimetri (3,9 pollici).

Un altro studio ha esaminato una popolazione diversa, di 301 uomini indiani fisicamente normali , e ha cercato di confrontare i risultati con risultati di dimensioni in altri paesi.

I risultati, hanno affermato gli autori dello studio del 2007, “aiuteranno a consigliare i pazienti preoccupati per le dimensioni del pene e alla ricerca di un intervento chirurgico per l’allargamento del pene”.

  • Flaccido: la lunghezza media media era di 8,2 centimetri (3,2 pollici) e la circonferenza (del pene flaccido allungato) era di 9,1 centimetri (3,6 pollici).
  • Eretta: la lunghezza media media era di 13,0 centimetri (5,1 pollici) e la circonferenza era di 11,5 centimetri (4,5 pollici).

Il documento pubblicato su Nature includeva una tabella che elencava i risultati precedenti sulle dimensioni del pene (vedere i precedenti rapporti sulle dimensioni del pene ).

Studi di ricerca hanno misurato le dimensioni del pene e trovato una media – il tipico pene eretto si adatterebbe bene all’interno dell’intervallo mostrato su questo righello.

Dei 16 studi che hanno citato, provenienti da vari paesi, il primo è stato effettuato più di cento anni fa e pubblicato nel 1899. Sono tutti arrivati ​​a lunghezze medie simili del pene:

  • Le lunghezze flaccide variavano da 7 a 10 centimetri (da 2,8 a 3,9 pollici)
  • Circonferenze flaccide variavano da 9 a 10 centimetri (da 3,5 a 3,9 pollici)
  • Le lunghezze erette variavano da 12 a 16 centimetri (da 4,7 a 6,3 pollici)
  • La circonferenza eretta (solo uno studio precedente) era di circa 12 centimetri (4,7 pollici).

Maggiori preoccupazioni, desideri “sbagliati” per l’allargamento 9,10

Gli autori dello studio dell’India hanno scritto che la definizione di dimensioni normali del pene era di “notevole interesse” in quanto vi era un “costante aumento del numero di persone che si lamentavano del” pene corto “e delle procedure per l’allargamento del pene”.

Altre ricerche hanno suggerito che la maggior parte degli uomini che cercano un intervento chirurgico per allungare il loro pene hanno una visione sopravvalutata di ciò che è una dimensione normale del pene.

Nello studio di 67 uomini che si lamentavano di un pene corto, nessuno era, in effetti, risultato severamente corto. Gli autori hanno detto che c’era un numero crescente di uomini in cerca di un intervento chirurgico per allungare il loro pene.

Solo un piccolo effetto dell’obesità e dell’età sulla dimensione eretta del pene 11

Nel 2015, i ricercatori dell’Arabia Saudita hanno pubblicato i risultati di uno studio retrospettivo di coorte di 778 uomini con un’età media di 43,7 anni (compresi tra 20 e 82 anni) che frequentavano ambulatori urologici in Arabia Saudita.

Gli uomini sono stati esclusi dallo studio se avessero meno di 18 anni, presentando una denuncia di pene piccolo o corto, malattia di Peyronie , curvatura congenita, ipogonadismo clinico e / o precedente chirurgia o trauma del pene.

Dopo aver medicamente indotto un’erezione, i ricercatori hanno preso le misure e stabilito una media:

  • Lunghezza del pene di 12,53 centimetri (4,9 pollici) dalla pelle sopra l’osso pubico alla punta del pene
  • Lunghezza del pene di 14,34 centimetri (5,6 pollici) dall’osso pubico alla punta del pene
  • Circonferenza del pene di 11,50 centimetri (4,5 pollici).

I ricercatori hanno anche misurato l’indice di massa corporea degli uomini ( BMI ), che aumenta con l’obesità. C’era una debole correlazione tra un BMI più grande e una lunghezza del pene eretta più corta quando questo veniva misurato dalla pelle sopra l’area pubica, ma non quando la misurazione veniva effettuata dall’osso alla punta.

Il buon senso ci dice, quindi, che il pene sembra essere più corto quando c’è più grasso sotto la pelle alla base visibile del pene.

Questo studio ha anche mostrato una debole correlazione con l’aumentare dell’età per le dimensioni del pene eretto, anche se gli autori hanno notato che lievi diminuzioni di dimensioni possono essere di limitata preoccupazione per “uomini anziani” – hanno trovato “la differenza tra gli uomini di 70 e 20 era inferiore a centimetro.”

 

Gli uomini che vogliono un intervento chirurgico per aumentare la lunghezza del loro pene dovrebbero prima provare metodi non invasivi come dispositivi di trazione del pene o estensori e, in alcuni casi, persino provare la terapia per farli sentire più sicuri dei loro corpi, hanno detto gli urologi italiani in un articolo pubblicato nel numero di aprile del British Journal of Urology International .

Molti uomini si preoccupano delle dimensioni del loro pene. Ma i ricercatori sperano che i risultati di un nuovo studio, che rivela la lunghezza media del pene, rassicurino molti uomini che sono “normali”.

Annunci

Le 10 cose che non sapevi sul tuo pene

Sebbene molti di noi uomini abbiano una certa familiarità con il nostro pene e le sue buffonate, c’è di più nella nostra appendice di quanto non sembri. In questa funzione, discutiamo di 10 cose interessanti che probabilmente non conoscevi sui tuoi genitali.
pene 1

Come chiami il tuo?

Qualunque cosa tu voglia chiamarla – todger, wang, willy o dangler – il pene è un po ‘bizzarro kit. Ma al di là delle japes e dei ghirigori, è, ovviamente, vitale per la sopravvivenza della nostra specie.

Quando consideri il pene come un adattamento evolutivo, ha funzionato molto bene.

Tutti noi possiamo dire senza troppi dubbi sul fatto che il pene di nostro padre ha funzionato, come quello di nostro nonno, di suo padre e così via, proprio attraverso le generazioni successive fino a raggiungere ben oltre la nascita dell’umanità.

Il pene è antico. Nel caso ve lo stiate chiedendo, il più vecchio pene conosciuto risale a 425 milioni di anni, ei suoi resti fossili appartengono ad un artropode chiamato Colymbosathon ecplecticos , che significa “incredibile nuotatore con un grande pene” in greco.

Vale la pena riflettere sul suo ruolo nella sopravvivenza della nostra specie la prossima volta che sei sorpreso dalla facilità con cui il tuo pene è “attivato”. Per quanto riguarda la riproduzione, un falso eccitamento è meglio di un’occasione mancata.

Come scrisse l’autore Mokokoma Mokhonoana, “Anche il più grande attore del mondo non può fingere un’erezione”. Questo ci porta al primo fatto del giorno.

1. La tua prima erezione

I peni sono nati pronti. È normale che i bambini escano dall’utero con un’erezione. Anche prima del momento della nascita, le ecografie a volte mostrano un feto con un’erezione completamente formata .

Secondo uno studio del 1991, le erezioni fetali si verificano più comunemente durante il sonno REM (random eye movement) . E, possono accadere un numero di volte ogni ora. Nessuno è sicuro del perché, ma potrebbe essere il modo in cui il nostro organismo verifica le cose e le fa funzionare correttamente.

2. Il tuo pene è due volte più lungo di quanto pensi

Un sacco di uomini potrebbero prendere conforto in questo fatto: i nostri peni sono più lunghi di quanto sembrino. In effetti, circa la metà della sua intera lunghezza è ospitata all’interno dei nostri corpi.

pene2

Una visione interna dei genitali maschili.

Potresti pensare “Beh, non è buono per me lassù”, ma ha bisogno di rimanere connesso al resto della tua anatomia , quindi probabilmente è meglio che rimanga.

Come potete vedere dal diagramma qui, la massa di tessuto erettile rosa – che comprende il così grandemente chiamato corpo cavernoso e corpo spugnoso – si estende bene nella regione pelvica, formando una sorta di forma di boomerang.

Non userei nessuno dei precedenti come una linea di raccolta, però.

3. Il mito della misura della scarpa

Facciamo riposare questo, vero? Secondo uno studio pubblicato sulla rivista BJU International , non esiste alcuna correlazione tra la misura della scarpa e la lunghezza del pene.

Anche se uno studio più vecchio – pubblicato nel 1993 – ha scoperto che la lunghezza del pene era legata all’altezza e alla lunghezza del piede, era una relazione debole, e gli autori hanno concluso: “Altezza e dimensioni del piede non servirebbero come stimatori pratici della lunghezza del pene “.

Inoltre, l’ International Journal of Impotence Research ha pubblicato uno studio iraniano che esamina altre correlazioni. Hanno concluso che “le dimensioni del pene sono significativamente correlate con l’età, l’altezza e la lunghezza del dito indice”, ma non la dimensione del piede.

4. “Legno mattutino”

La maggior parte degli uomini ha 3-5 erezioni ogni notte – per lo più durante il sonno REM , come con i ragazzi in utero.

pene3

Il legno del mattino non è così poetico come sembra.

Chiamata anche tumescenza del pene notturna, non è ancora chiaro perché avvenga. Tuttavia, una teoria è che potrebbe aiutare a prevenire il bagnare il letto; un’erezione inibisce la minzione.

È noto che una vescica piena stimola i nervi in ​​una regione simile a quelli coinvolti nelle erezioni. Ma poiché le donne sperimentano qualcosa di simile – la tumescenza notturna del clitoride – la prevenzione del bagnare il letto non è probabilmente l’intera risposta.

Un’altra possibile spiegazione è che il sonno REM è legato allo spegnimento delle cellule che producono la noradrenalina nel locus coeruleus, che è nel tronco cerebrale. Queste cellule inibiscono il tono del pene. Quindi, riducendo l’inibizione , il pene diventa eretto.

Qualunque sia la ragione delle erezioni notturne, possono essere utili come strumento diagnostico. Se un uomo ha difficoltà a raggiungere un’erezione quando è sveglio, ma diventa eretto quando dorme, è un’indicazione che c’è un problema psicologico, piuttosto che fisico.

Tuttavia, se non ottiene erezioni durante il sonno, il problema potrebbe essere fisico.

5. Un’ultima erezione

Quindi, abbiamo stabilito che possiamo ottenere erezioni nell’utero e durante il sonno, ma forse è ancora più sorprendente: l’erezione della morte. Chiamata anche lussuria dell’angelo o erezione terminale, accade nei momenti dopo la morte.

Più comunemente, si verifica in uomini che sono morti per impiccagione; gli scienziati ritengono che potrebbe essere dovuto alla pressione del cappio sul cervelletto. Tuttavia, è stato anche segnalato dopo la morte da una ferita da arma da fuoco alla testa, danni ai vasi sanguigni maggiori e avvelenamento.

6. Puoi rompere il tuo pene

Come sono sicuro tu sappia, nel tuo pene non ci sono ossa, il che è abbastanza raro per i mammiferi. Tuttavia, è ancora possibile rompere il tuo pene. Più comunemente si verifica durante il sesso vigoroso, anche se è stato documentato che capita a uomini che sono caduti dal letto con un’erezione.

La frattura del pene , come è noto, è in realtà la rottura della copertura fibrosa dei corpi cavernosi, che è il tessuto che diventa eretto quando è gonfio di sangue.

Il momento della frattura è accompagnato da un suono schioccante o crepitante, dolore intenso, gonfiore e – non sorprendentemente – flaccidità.

Per fortuna, non succede molto spesso e, se viene trattato rapidamente, può essere ripristinata la piena funzionalità. Come nota di cautela, se ciò ti accade, non lasciare che l’imbarazzo abbia la meglio su di te. Vai e sistemalo il prima possibile.

In uno studio che ha esaminato 42 casi di frattura del pene, la posizione più “pericolosa” è stata definita come ” donna in alto “.

7. No-cervello

La maggior parte degli uomini ha un controllo molto piccolo su esattamente quando eiaculare. Questo è in parte perché non coinvolge il cervello. Il segnale per eiaculare proviene dal generatore di eiaculazione spinale. Questa regione nel midollo spinale coordina le funzioni necessarie.

Ovviamente, il cervello più alto ha qualche input in queste materie – pensare a qualcos’altro è un modo ben noto per ritardare l’evento , per esempio – ma i dadi e le viti dell’intera operazione sono trattati nella spina dorsale.

8. L’angolo del penzolare

L’erezione di un uomo può indicare praticamente qualsiasi direzione. Dritto, a sinistra oa destra, in alto o in basso, non c’è giusto o sbagliato.

pene4

Non esiste un angolo unico.

I seguenti dati provengono da uno studio che ha misurato le erezioni di 1.565 uomini.

Nelle figure sottostanti, se il pene ha puntato direttamente verso l’alto, è stato misurato come 0 gradi, e se era diretto in avanti (orizzontale), sarebbe di 90 gradi:

  • 0-30 gradi – 4,9 per cento degli uomini
  • 30-60 gradi – 29,6 percento degli uomini
  • 60-85 gradi – 30,9 per cento degli uomini
  • 85-95 gradi – 9,9 percento degli uomini
  • 95-120 gradi – 19,8 per cento degli uomini
  • 120-180 gradi – 4,9 per cento degli uomini

Quindi, se sei mai stato preoccupato che il tuo ragazzo sia un po ‘sfacciato, non preoccuparti, sei normale. Mentre siamo sul tema della “normalità”, pochissimi peni sono dritti; possono curvare in qualsiasi direzione. Una curva fino a 30 gradi è ancora considerata normale.

9. Coltivatore o shower

Uno studio condotto su 274 uomini ha dimostrato che non esiste alcuna correlazione tra la lunghezza di un pene flaccido e la sua dimensione eretta. Alcuni iniziano piccoli e finiscono larghi (un coltivatore), mentre altri sono grandi quando sono flaccidi e crescono solo un po ‘quando sono eretti (un mostro).

Alcuni sono anche piccoli in qualunque stato si trovino, e alcuni sono grandi quando sono flaccidi e diventano molto più grandi. È una borsa mista.

Questo non ha molta importanza al di fuori dello spogliatoio, ma immagino sia bello saperlo comunque.

10. I cornflakes impediscono la masturbazione

Non lo fanno, davvero. Tuttavia, il dottor John Harvey Kellogg – l’eminente cereale della colazione – sperava che lo facessero. Ha inventato questi e altri prodotti perché pensava che i cibi semplici avrebbero portato gli americani lontano dal “peccato” della masturbazione .

Per fortuna, oggigiorno, i produttori di alimenti impiegano meno tempo a cercare di convincere i giovani a rinunciare alla masturbazione. E, nel caso ci fosse qualche dubbio, non ti farà diventare cieco.

Se questa piccola lista ha solleticato la tua fantasia, la tua prossima mossa potrebbe essere quella di pianificare un viaggio in Islanda e visitare il Museo fallologico islandese . È dedicato a tutte le cose del pene; è stato avviato da Sigurður Hjartarson dopo aver ricevuto un pene da toro da ragazzo.

Secondo Hjartarson, “collezionare peni è come collezionare qualsiasi cosa, non si può mai smettere, non si può mai raggiungere, si può sempre ottenere uno nuovo, uno migliore”.

Oppure, se vuoi fare un ulteriore passo avanti, puoi visitare il ristorante Guolizhuang a Pechino, in Cina, specializzato in piatti per pene e testicoli. Tocca a voi.