Tutto ciò che devi sapere sugli orgasmi

L’orgasmo è considerato il picco dell’eccitazione sessuale. È una potente sensazione di piacere e sensazione fisica, che include una scarica di tensione erotica accumulata.

Nel complesso, però, non si sa molto dell’orgasmo e nel secolo scorso le teorie sull’orgasmo e sulla sua natura sono cambiate radicalmente. Ad esempio, gli esperti di assistenza sanitaria si sono solo relativamente recentemente avvicinati all’idea dell’orgasmo femminile, con molti medici negli anni ’70 che affermavano che era normale che le donne non le sperimentassero.

In questo articolo, spiegheremo che cos’è un orgasmo negli uomini e nelle donne, perché accade e spiega alcuni fraintendimenti comuni.

Fatti veloci sugli orgasmi

  • Gli orgasmi hanno molteplici potenziali benefici per la salute a causa degli ormoni e di altre sostanze chimiche che vengono rilasciate dal corpo durante un orgasmo.
  • Gli orgasmi non si verificano solo durante la stimolazione sessuale.
  • Le persone di tutti i sessi possono sperimentare disturbi dell’orgasmo.
  • Si stima che 1 uomo su 3 abbia sperimentato un’eiaculazione precoce .
  • Le persone trans sono in grado di raggiungere l’orgasmo dopo un intervento chirurgico di riassegnazione di genere.
  • Professionisti medici e professionisti della salute mentale definiscono gli orgasmi in modo diverso.

Cos’è un orgasmo?

Gli orgasmi possono essere definiti in modi diversi utilizzando criteri diversi. I professionisti del settore medico hanno utilizzato le modifiche fisiologiche all’organismo come base per una definizione, mentre gli psicologi e i professionisti della salute mentale hanno utilizzato cambiamenti emotivi e cognitivi. Al momento non esiste un’unica spiegazione generale dell’orgasmo.

Ricerca influente

eiaculazione femminile 2

Il comportamento sessuale di Alfred Kinsey nel maschio umano (1948) e il comportamento sessuale nella donna umana (1953) cercarono di costruire “un corpo di fatto e sesso oggettivamente determinato”, attraverso l’uso di interviste approfondite, sfidando le opinioni correnti sul sesso .

Lo spirito di questo lavoro è stato portato avanti da William H. Masters e Virginia Johnson nel loro lavoro, Human Sexual Response (1986) – uno studio osservazionale in tempo reale degli effetti fisiologici di vari atti sessuali. Questa ricerca ha portato alla creazione di sessuologia come disciplina scientifica ed è ancora una parte importante delle teorie odierne sugli orgasmi.

Modelli di orgasmo

I ricercatori di sesso hanno definito gli orgasmi all’interno di modelli di risposta sessuale messi in scena. Sebbene il processo dell’orgasmo possa differire notevolmente tra gli individui, sono stati identificati diversi cambiamenti fisiologici di base che tendono a verificarsi nella maggior parte delle incidenze.

I seguenti modelli sono modelli che sono stati riscontrati in tutte le forme di risposta sessuale e non sono limitati al solo rapporto peni-vaginale.

Il modello a quattro fasi di Master e Johnson:

  1. eccitazione
  2. altopiano
  3. orgasmo
  4. risoluzione

Il modello a tre stadi di Kaplan:

Il modello di Kaplan differisce dalla maggior parte degli altri modelli di risposta sessuale in quanto include il desiderio – la maggior parte dei modelli tende ad evitare di includere cambiamenti non genitali. È anche importante notare che non tutte le attività sessuali sono precedute dal desiderio.

  1. desiderio
  2. eccitazione
  3. orgasmo

Potenziali benefici per la salute dell’orgasmo

vagi

L’orgasmo maschile può proteggere dal cancro alla prostata.

Uno studio di coorte pubblicato nel 1997 ha suggerito che il rischio di mortalità era notevolmente inferiore negli uomini con un’alta frequenza di orgasmo rispetto agli uomini con una bassa frequenza di orgasmo.

Ciò contrasta con il punto di vista di molte culture in tutto il mondo secondo cui il piacere dell’orgasmo è “assicurato a costo di vigore e benessere”.

Ci sono alcune prove che l’eiaculazione frequente potrebbe ridurre il rischio di cancro alla prostata . Un team di ricercatori ha scoperto che il rischio di cancro alla prostata era inferiore del 20% negli uomini che eiaculavano almeno 21 volte al mese rispetto agli uomini che eiaculavano solo da 4 a 7 volte al mese.

Sono stati identificati diversi ormoni rilasciati durante l’orgasmo, come ossitocina e DHEA; alcuni studi suggeriscono che questi ormoni potrebbero avere qualità protettive contro i tumori e le malattie cardiache . L’ossitocina e altre endorfine rilasciate durante l’orgasmo maschile e femminile sono state trovate anche come rilassanti.

tipi

Non sorprende che, dato che gli esperti devono ancora raggiungere un consenso in merito alla definizione di un orgasmo, esistono diverse forme di categorizzazione per gli orgasmi.

Lo psicanalista Sigmund Freud distinse gli orgasmi femminili come clitoridi nei giovani e immaturi e vaginali in quelli con una sana risposta sessuale. Al contrario, la ricercatrice del sesso Betty Dodson ha definito almeno nove diverse forme di orgasmo, prevenute verso la stimolazione genitale, basate sulla sua ricerca. Ecco una selezione di loro:

  • Combinazione o orgasmi miscelati: una varietà di diverse esperienze orgasmiche mescolate insieme.
  • Orgasmi multipli: una serie di orgasmi per un breve periodo piuttosto che uno singolare.
  • Orgasmi di pressione: orgasmi che derivano dalla stimolazione indiretta della pressione applicata. Una forma di auto-stimolazione che è più comune nei bambini.
  • Orgasmi di rilassamento: orgasmo derivante dal profondo rilassamento durante la stimolazione sessuale.
  • Orgasmi di tensione: una forma comune di orgasmo, dalla stimolazione diretta, spesso quando il corpo e i muscoli sono tesi.

Ci sono altre forme di orgasmo che Freud e Dodson hanno ampiamente scontato, ma molti altri li hanno descritti. Per esempio:

  • Orgasmi di fantasia: orgasmi derivanti dalla sola stimolazione mentale.
  • Orgasmi del punto G: orgasmi risultanti dalla stimolazione di una zona erotica durante il rapporto penetrativo, sentendosi nettamente diverso dall’orgasmo da altri tipi di stimolazione.

L’orgasmo femminile

La seguente descrizione del processo fisiologico dell’orgasmo femminile nei genitali utilizzerà il modello a quattro fasi di Masters e Johnson.

eccitazione

Quando una donna viene stimolata fisicamente o psicologicamente, i vasi sanguigni all’interno dei suoi genitali si dilatano. L’aumento dell’afflusso di sangue fa gonfiare la vulva e il fluido passa attraverso le pareti vaginali, rendendo la vulva gonfia e bagnata. Internamente, la parte superiore della vagina si espande.

La frequenza cardiaca e la respirazione accelerano e la pressione sanguigna aumenta. La dilatazione dei vasi sanguigni può far apparire la donna arrossata, in particolare sul collo e sul torace.

Altopiano

Mentre il flusso sanguigno verso l’introito – l’area inferiore della vagina – raggiunge il suo limite, diventa fermo. I seni possono aumentare di dimensioni fino al 25 percento e l’aumento del flusso sanguigno verso l’areola – l’area che circonda il capezzolo – fa sì che i capezzoli appaiano meno eretti. Il clitoride si tira indietro contro l’osso pubico, apparentemente scomparendo.

Orgasmo

I muscoli genitali, inclusi l’utero e l’introito, subiscono contrazioni ritmiche a circa 0,8 secondi di distanza. L’orgasmo femminile dura in genere più a lungo del maschio a una media di circa 13-51 secondi.

A differenza degli uomini, la maggior parte delle donne non ha un periodo refrattario (recupero) e quindi può avere ulteriori orgasmi se vengono nuovamente stimolati.

Risoluzione

Il corpo ritorna gradualmente al suo stato precedente, con la riduzione del gonfiore e il rallentamento del polso e della respirazione.

L’orgasmo maschile

La seguente descrizione del processo fisiologico dell’orgasmo maschile nei genitali utilizza il modello a quattro fasi di Masters e Johnson.

eccitazione

Quando un uomo viene stimolato fisicamente o psicologicamente, ottiene un’erezione. Il sangue scorre nei corpi – il tessuto spugnoso percorre la lunghezza del pene – facendo sì che il pene cresca di dimensioni e si irrigidisca. I testicoli sono tirati verso il corpo mentre lo scroto si stringe.

Altopiano

Mentre i vasi sanguigni dentro e intorno al pene si riempiono di sangue, il glande e i testicoli aumentano di dimensioni. Inoltre, i muscoli della coscia e della natica si irrigidiscono, la pressione sanguigna aumenta, l’impulso si accelera e aumenta la velocità respiratoria.

Orgasmo

Lo sperma – una miscela di sperma (5 percento) e liquido (95 percento) – è forzato nell’uretra da una serie di contrazioni nei muscoli del pavimento pelvico, nella prostata, nelle vescicole seminali e nei dotti deferenti.

Le contrazioni dei muscoli del pavimento pelvico e della ghiandola prostatica fanno sì che lo sperma venga espulso dal pene in un processo chiamato eiaculazione. L’orgasmo maschile medio dura 10-30 secondi.

Risoluzione

L’uomo ora entra in una fase di recupero temporaneo in cui non sono possibili ulteriori orgasmi. Questo è noto come periodo refrattario e la sua lunghezza varia da persona a persona. Può durare da pochi minuti a qualche giorno, e questo periodo generalmente cresce più a mano a mano che l’uomo invecchia.

Durante questa fase, il pene e i testicoli dell’uomo ritornano alla loro dimensione originale. La velocità di respirazione sarà pesante e veloce e l’impulso sarà veloce.

Le cause

Si ritiene comunemente che gli orgasmi siano un’esperienza sessuale, tipicamente vissuta come parte di un ciclo di risposta sessuale. Spesso si verificano seguendo la continua stimolazione delle zone erogene, come i genitali, l’ano, i capezzoli e il perineo.

Fisiologicamente, gli orgasmi si verificano seguendo due risposte fondamentali alla stimolazione continua:

  • Vasocongestione: il processo attraverso il quale i tessuti del corpo si riempiono di sangue, gonfiandosi di conseguenza.
  • Miotonia: il processo attraverso il quale i muscoli si irrigidiscono, includendo sia la flessione volontaria che la contrazione involontaria.

Ci sono stati altri resoconti di persone che hanno avuto sensazioni orgasmiche all’inizio della medicina epilettica, e gli amputati del piede sentivano gli orgasmi nello spazio in cui si trovava il loro piede una volta. Le persone paralizzate dalla vita in giù sono state anche in grado di avere orgasmi, suggerendo che è il sistema nervoso centrale piuttosto che i genitali che è la chiave per sperimentare gli orgasmi.

disturbi

Un numero di disordini è associato con l’orgasmo; possono portare a angoscia, frustrazione e sentimenti di vergogna, sia per la persona che sta vivendo i sintomi sia per il / i partner / i.

Sebbene gli orgasmi siano considerati uguali in tutti i generi, gli operatori sanitari tendono a descrivere i disturbi dell’orgasmo in termini di genere.

Disturbi orgasmici femminili

I disordini orgasmici femminili sono centrati sull’assenza o su un significativo ritardo dell’orgasmo dopo una stimolazione sufficiente.

L’assenza di orgasmi viene anche definita anorgasmia. Questo termine può essere suddiviso in anorgasmia primaria, quando una donna non ha mai sperimentato un orgasmo e anorgasmia secondaria, quando una donna che aveva precedentemente sperimentato l’orgasmo non è più in grado di farlo. La condizione può essere limitata a determinate situazioni o può generalmente verificarsi.

Il disturbo dell’orgasmo femminile può verificarsi a seguito di cause fisiche come problemi ginecologici o l’uso di determinati farmaci o cause psicologiche come ansia o depressione .

Disturbi orgasmici maschili

Conosciuto anche come orgasmo maschile inibito, il disturbo dell’orgasmo maschile comporta un ritardo persistente e ricorrente o l’assenza di orgasmo dopo stimolazione sufficiente.

Il disturbo dell’orgasmo maschile può essere una condizione per tutta la vita o acquisita dopo un periodo di regolare funzionamento sessuale. La condizione può essere limitata a determinate situazioni o può generalmente verificarsi. Può verificarsi come risultato di altre condizioni fisiche come malattie cardiache, cause psicologiche come l’ansia o l’uso di alcuni farmaci come gli antidepressivi .

Eiaculazione precoce

L’eiaculazione negli uomini è strettamente associata a un orgasmo. L’eiaculazione precoce è una lamentela sessuale comune, per cui un uomo eiacula (e tipicamente orgasmi) entro 1 minuto dalla penetrazione, compreso il momento di penetrazione stesso.

L’eiaculazione precoce è probabilmente causata da una combinazione di fattori psicologici come il senso di colpa o ansia e fattori biologici come i livelli ormonali o il danno ai nervi.

Idee sbagliate comuni

coppia che fa sesso farmajet.jpg

Una relazione felice è basata più che sull’orgasmo.

L’alta importanza che la società attribuisce al sesso, combinata con la nostra incompleta conoscenza dell’orgasmo, ha portato a una serie di malintesi comuni.

La cultura sessuale ha posto l’orgasmo su un piedistallo, spesso lo ha premiato come l’unico obiettivo per gli incontri sessuali.

Tuttavia, gli orgasmi non sono così semplici e comuni come molti potrebbero suggerire.

Si stima che circa il 10-15% delle donne non abbia mai avuto un orgasmo. Negli uomini, ben 1 su 3 segnalazioni hanno avuto esperienza di eiaculazione precoce ad un certo punto della loro vita.

La ricerca ha dimostrato che anche gli orgasmi non sono considerati l’ aspetto più importante dell’esperienza sessuale. Uno studio ha riportato che molte donne trovano che le loro esperienze sessuali più soddisfacenti implicano la sensazione di essere collegati a qualcun altro, piuttosto che basare la propria soddisfazione esclusivamente sull’orgasmo.

Un altro equivoco è che la stimolazione del pene-vaginale è la via principale per uomini e donne per raggiungere un orgasmo. Mentre questo può essere vero per molti uomini e alcune donne, molte più donne sperimentano orgasmi in seguito alla stimolazione del clitoride.

Un’analisi completa di 33 studi in 80 anni ha rilevato che durante il rapporto vaginale solo il 25 percento delle donne sperimenta regolarmente un orgasmo, circa la metà delle donne a volte ha un orgasmo, il 20 percento raramente o mai ha orgasmi e circa il 5 percento non ha mai avuto orgasmi.

In realtà, gli orgasmi non devono necessariamente coinvolgere i genitali, né devono essere associati ai desideri sessuali, come dimostrato da esempi di orgasmo indotto dall’esercizio.

Un altro malinteso comune è che le persone transgender non sono in grado di raggiungere l’orgasmo dopo un intervento chirurgico di riassegnazione di genere.

Uno studio del 2005 sulle persone transgender che avevano subito un intervento chirurgico di riassegnazione sessuale ha scoperto che tutti gli uomini transgender e l’85% delle donne transgender erano in grado di raggiungere l’orgasmo.

Un altro studio nel 2014 ha mostrato che l’82,4% delle donne transgender che hanno partecipato hanno raggiunto il culmine dopo l’intervento chirurgico. Un ulteriore 55,8% di quelli ha anche riferito di aver avuto un orgasmo più intenso dopo l’intervento.

Il viaggio verso un orgasmo è un’esperienza molto individuale che non ha una definizione singolare e onnicomprensiva. In molti casi, gli esperti raccomandano di evitare il confronto con altre persone o concetti preesistenti su cosa dovrebbe essere un orgasmo.

Annunci