Che cos’è il Morbillo? Farmajet news

Farmajet gennaio 2018
  1. Cos’è il morbillo?
  2. Sintomi
  3. tipi
  4. Le cause
  5. Trattamento
  6. Diagnosi
  7. Prevenzione
Il morbillo è una malattia altamente infettiva causata dal virus rubeola.

Tuttavia, se il morbillo entra in un’area in cui le persone non sono mai state esposte, il risultato può essere devastante.

La vaccinazione previene molti casi di morbillo in tutto il mondo. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che 2,6 milioni di persone che non hanno avuto il vaccino muoiano di morbillo ogni anno.

  • Il morbillo è una condizione altamente infettiva
  • Gli scienziati hanno identificato 21 ceppi del virus del morbillo
  • I sintomi del morbillo possono includere lacrimazione, lacrimazione e tosse secca
  • Non esiste un trattamento specifico per il morbillo. Prevenire è meglio che curare
  • Le donne incinte non dovrebbero assumere il vaccino

Cos’è il morbillo?

Il morbillo è una malattia virale che può diffondersi rapidamente.

Conosciuto anche come rubeola o morbilli, il morbillo è una malattia endemica, il che significa che è continuamente presente in una comunità e molte persone sviluppano resistenza.

È una condizione spiacevole ma che normalmente passa senza trattamento entro 7-10 giorni.

Dopo un attacco di morbillo, una persona ottiene l’immunità per il resto della loro vita. È molto improbabile che contragga il morbillo una seconda volta.

Sintomi

morbillo

Il morbillo viene spesso notato attraverso una rottura di punti.

I sintomi del morbillo comprendono sempre la febbre e almeno una delle tre C:

  • tosse
  • corizza, o naso che cola
  • congiuntivite

I sintomi appariranno circa 9 a 11 giorni dopo l’infezione iniziale.

I sintomi possono includere :

  • naso che cola
  • tosse da hacking secco
  • congiuntivite, palpebre gonfie e occhi infiammati
  • occhi pieni di lacrime
  • fotofobia, o sensibilità alla luce
  • starnuti
  • un’eruzione rossastra-marrone
  • Macchie di Koplik, o piccole macchie bianco-grigiastre con centri bianco-bluastro nella bocca, interno delle guance e della gola
  • dolori muscolari generalizzati

C’è spesso la febbre. Questo può variare da lieve a grave, fino a 40,6 gradi centigradi. Può durare diversi giorni e potrebbe cadere e poi risorgere quando compare l’eruzione.

L’eruzione bruno-rossastra compare circa 3-4 giorni dopo i sintomi iniziali. Questo può durare per oltre una settimana.

L’eruzione di solito inizia dietro le orecchie e si diffonde sopra la testa e il collo. Dopo un paio di giorni, si diffonde al resto del corpo, comprese le gambe. Man mano che i punti crescono, spesso si uniscono.

La maggior parte delle eruzioni infantili non sono morbillo, ma un bambino dovrebbe vedere un medico se:

  • un genitore sospetta che il bambino possa avere il morbillo
  • i sintomi non migliorano, o peggiorano
  • la febbre sale a oltre 38º gradi centigradi (ºC) o 100.4º Fahrenheit (ºF)
  • altri sintomi si risolvono, ma la febbre persiste

complicazioni

morbillo2

Il vaccino contro il morbillo è ampiamente disponibile e si dice che abbia abbassato i tassi globali di morbillo di oltre il 75%.

Le complicazioni da morbillo sono abbastanza comuni. Alcuni possono essere seri.

Le persone più a rischio sono i pazienti con un sistema immunitario debole, come quelli con HIV , AIDS , leucemia o carenza di vitamine , bambini molto piccoli e adulti di età superiore ai 20 anni.

Le persone anziane hanno maggiori probabilità di avere complicazioni rispetto ai bambini sani di età superiore ai 5 anni.

Le complicazioni possono includere :

  • diarrea
  • vomito
  • infezione all’occhio
  • infezioni del tratto respiratorio, come laringiti e bronchiti
  • respirazione difficoltosa
  • infezioni dell’orecchio, che possono portare a perdita dell’udito permanente
  • convulsioni febbrili

I pazienti con un sistema immunitario indebolito che hanno il morbillo sono più suscettibili alla polmonite batterica . Questo può essere fatale se non trattato.

Sono possibili anche le seguenti complicazioni meno comuni:

  • Epatite : le complicazioni epatiche possono verificarsi negli adulti e nei bambini che stanno assumendo alcuni farmaci.
  • Encefalite : colpisce circa 1 su 1.000 pazienti con morbillo. È un’infiammazione del cervello che a volte può essere fatale. Può accadere presto dopo il morbillo, o diversi anni dopo.
  • La trombocitopenia , o basso numero di piastrine, influisce sulla capacità del sangue di coagularsi. Il paziente potrebbe lividersi facilmente.
  • Squint : i nervi degli occhi e i muscoli degli occhi possono essere influenzati.

Le complicazioni che sono molto rare ma possibili includono:

  • Neurite, un’infezione del nervo ottico che può portare alla perdita della vista
  • Complicanze cardiache
  • Panencefalite sclerosante subacuta (SSPE): una malattia del cervello che può colpire 2 persone su 100.000 , mesi o anni dopo l’infezione da morbillo. Possono verificarsi convulsioni, anomalie motorie, problemi cognitivi e morte.
  • Altre complicanze del sistema nervoso comprendono encefalopatia tossica, neurite retrobulbare, mielite trasversa e mielite ascendente.

Gravidanza

Il morbillo durante la gravidanza può portare a aborto, parto precoce o basso peso alla nascita. Una donna che sta pianificando una gravidanza e non è stata vaccinata dovrebbe chiedere consiglio al medico.

tipi

Esistono due tipi di morbillo:

  • Morbillo: questa è la forma standard causata dal virus rubeola.
  • Rosolia, o morbillo tedesco: questo è causato dal virus della rosolia.

La rosolia si presenta generalmente lieve ma presenta un rischio maggiore per i bambini non ancora nati rispetto ai bambini piccoli se una donna contrae il virus mentre è incinta.

Non è né infettivo né tanto grave quanto il morbillo standard.

Il vaccino contro il morbillo, la parotite e la rosolia (MMR) contiene immunizzazioni per entrambi i tipi.

Le cause

Il morbillo è causato dall’infezione con il virus rubeola. Il virus vive nel muco del naso e della gola di un bambino o di un adulto infetto.

La malattia è contagiosa per 4 giorni prima che compaia l’eruzione e continua ad essere contagiosa per circa 4 o 5 giorni dopo.

L’infezione si diffonde attraverso:

  • contatto fisico con una persona infetta
  • essere vicino alle persone infette se tossiscono o starnutiscono
  • toccando una superficie che ha infettato goccioline di muco e poi mettendo le dita in bocca o sfregando naso o occhi

Il virus rimane attivo su un oggetto per 2 ore.

Come si sviluppa un’infezione da morbillo?

Non appena il virus entra nel corpo, si moltiplica nella parte posteriore della gola, dei polmoni e del sistema linfatico. Successivamente si infetta e si replica nel tratto urinario, negli occhi, nei vasi sanguigni e nel sistema nervoso centrale .

Il virus impiega da 1 a 3 settimane per stabilirsi, ma i sintomi compaiono tra 9 e 11 giorni dopo l’infezione iniziale.

Chiunque non sia mai stato infettato o vaccinato rischia di ammalarsi se respira goccioline infette o è in stretto contatto fisico con una persona infetta.

Circa il 90% delle persone che non sono immuni svilupperanno il morbillo se condividono una casa con una persona infetta.

Trattamento

morbillo3

Il morbillo dà alle persone la febbre.

Non esiste un trattamento specifico. Se non ci sono complicazioni, il medico consiglierà riposo e molti liquidi per prevenire la disidratazione .

I sintomi di solito scompaiono entro 7-10 giorni .

Le seguenti misure possono aiutare:

  • Se la temperatura del bambino è alta, dovrebbero essere mantenute fresche, ma non troppo fredde. Tylenol o ibuprofene può aiutare a controllare la febbre, i dolori e i dolori. I bambini sotto i 16 anni non dovrebbero prendere l’ aspirina . Un medico consiglierà sul dosaggio del paracetamolo, in quanto troppi possono danneggiare il bambino, specialmente il fegato.
  • Le persone dovrebbero evitare di fumare vicino al bambino.
  • Occhiali da sole, tenere le luci attenuate o la stanza oscurata può migliorare i livelli di comfort, poiché il morbillo aumenta la sensibilità alla luce.
  • Se c’è una crosticina intorno agli occhi, pulisci delicatamente con un panno caldo e umido.
  • Le medicine per la tosse non alleviano la tosse da morbillo. Umidificatori o mettere una ciotola d’acqua nella stanza può aiutare. Se il bambino ha più di 12 mesi, un bicchiere di acqua tiepida con un cucchiaino di succo di limone e due cucchiaini di miele può aiutare. Non dare il miele ai bambini.
  • La febbre può portare alla disidratazione, quindi il bambino dovrebbe bere molti liquidi.
  • Un bambino che è nella fase contagiosa dovrebbe stare lontano da scuola ed evitare il contatto ravvicinato con gli altri, specialmente quelli che non sono immunizzati o che non hanno mai avuto il morbillo.
  • Quelli con una carenza di vitamina A e bambini sotto i 2 anni che hanno il morbillo possono beneficiare di supplementi di vitamina A. Questi possono aiutare a prevenire complicazioni, ma dovrebbero essere presi solo con un accordo medico.

Gli antibiotici non aiutano contro il virus del morbillo, ma a volte possono essere prescritti se si sviluppa un’infezione batterica aggiuntiva.

Diagnosi

Normalmente un medico può diagnosticare il morbillo osservando i segni e i sintomi. Un esame del sangue confermerà la presenza del virus rubeola.

Nella maggior parte dei paesi, il morbillo è una malattia soggetta a denuncia. Il medico deve informare le autorità di eventuali casi sospetti. Se il paziente è un bambino, il medico informerà anche la scuola.

Un bambino con il morbillo non dovrebbe tornare a scuola almeno fino a 5 giorni dopo la comparsa dell’eruzione.

Prevenzione

Le persone che hanno già avuto il morbillo sono normalmente immuni e difficilmente riescono a recuperarlo.

Le persone che non sono immuni dovrebbero prendere in considerazione il vaccino contro il morbillo.

Vaccinazione contro il morbillo

Negli Stati Uniti, il vaccino contro morbillo, parotite e rosolia (MMR) viene somministrato di routine a 12-15 mesi di età, seguito da un colpo di richiamo prima di entrare a scuola all’età di 4-6 anni.

I neonati portano l’immunità della madre per alcuni mesi dopo la nascita se le loro madri sono immuni, ma a volte il vaccino viene raccomandato prima dei 12 mesi di età e già 6 mesi.

Ciò può accadere se sono, o sono suscettibili di esserlo, in un’area in cui si verifica un’epidemia grave.

L’OMS stima che i programmi di vaccinazione contro il morbillo abbiano portato a un calo del 79% delle morti per morbillo a livello mondiale, dal 2000 al 2015, impedendo circa 20,3 milioni di morti.

Gli adulti non richiedono un vaccino negli Stati Uniti se:

  • sono nati o vissuti negli Stati Uniti prima del 1957 negli Stati Uniti
  • ha ricevuto due colpi MMR dopo che avevano 12 mesi
  • aveva un vaccino MMR più una seconda dose di vaccino contro il morbillo
  • sono risultati immuni al morbillo, alla parotite e alla rosolia dopo un esame del sangue

Il vaccino non deve essere assunto da:

  • donne in gravidanza o che pianificano una gravidanza presto
  • persone con una grave allergia alla gelatina o alla neomicina, un antibiotico

Chiunque il cui sistema immunitario possa essere compromesso da una condizione o un trattamento per una condizione dovrebbe chiedere al proprio medico se deve ricevere il vaccino.

C’è stata preoccupazione per un presunto collegamento tra il vaccino MMR e il rischio di autismo , ma gli scienziati non hanno trovato prove di un legame.

Il CDC sottolinea che durante un focolaio di morbillo negli Stati Uniti tra il 1989 e il 1991, il 90% dei casi fatali era tra quelli senza storia di vaccinazione.

Dicono:

La causa più importante della rinascita del morbillo del 1989-1991 è stata la bassa copertura vaccinale”.

Il CDC incoraggia le persone a far vaccinare i propri figli, a prevenire la diffusione del morbillo e il rischio di un focolaio.