Quali sono alcuni trattamenti naturali per i bambini con un’infezione da Candida?

Quando un tipo di lievito chiamato Candida diventa fuori controllo, può causare un’infezione da lievito. Le infezioni da lieviti sono comuni e possono essere dolorose e pruriginose. Un’infezione da lievito può colpire adulti e bambini, ma i bambini e i bambini sono particolarmente sensibili.

Man mano che gli scienziati apprendono di più sull’ecosistema interno del corpo, acquisiscono maggiore comprensione di come queste infezioni iniziano e di come trattarle.

Allo stesso tempo, c’è una lunga tradizione nell’uso di rimedi naturali o casalinghi per curare le infezioni da lieviti.

Non vi è alcuna prova chiara a sostegno di questi trattamenti complementari, ma alcune delle ricerche su di loro sono incoraggianti.

Come fa un bambino a ricevere un’infezione da lievito?

bambino con padre.jpg

Le infezioni da lievito possono causare macchie dolorose della pelle.

Il lievito si presenta in molti punti del corpo, principalmente sulla pelle.

Vive in un ambiente caldo e umido. Pertanto, le infezioni tendono a verificarsi in aree del corpo che rimangono umide.

Le ascelle e le aree della pelle sotto un pannolino sono due esempi.

Quest’ultimo è uno dei motivi per cui i bambini sono così suscettibili alle infezioni da lieviti.

Di seguito, vediamo come i pannolini causano infezioni da lieviti e coprono alcune altre cause.

Pannolini

I pannolini sono la causa più significativa di infezioni da lieviti nei neonati e nei bambini piccoli. Più specificamente, le infezioni possono verificarsi quando un pannolino bagnato o sporco rimane troppo a lungo sulla pelle.

Il rischio di infezioni da lieviti è altrettanto elevato sia con i pannolini di stoffa che con i pannolini usa e getta. Anche la biancheria sporca o bagnata è rischiosa, anche se meno che i pannolini.

Cambiamenti nel microbioma

Il termine microbioma descrive l’ecosistema tentacolare di funghi, batteri, virus e altri microrganismi presenti all’interno del corpo in ogni momento. Tutte le piante e gli animali hanno microbiomi.

Il microbioma non è solo innocuo, ma è piuttosto importante per molte funzioni corporee.

Occasionalmente, qualcosa getta il microbioma fuori equilibrio. I ricercatori hanno suggerito che questo potrebbe causare un eccesso di lievito. Questa teoria propone che l’eccesso di lievito passi attraverso il sistema digestivo e contribuisca a un’infezione da lievito quando lascia il corpo.

antibiotici

L’assunzione di antibiotici può provocare uno squilibrio tra batteri e lievito.

Lo scopo degli antibiotici è uccidere i batteri. Sono molto utili per uccidere i batteri nocivi che proliferano durante un’infezione, che è necessario per ripristinare una persona in piena salute.

Tuttavia, gli antibiotici possono anche uccidere i batteri che aiutano il corpo a funzionare giorno per giorno. La morte di questi buoni batteri può consentire al lievito di prosperare in loro assenza .

Pertanto, i bambini piccoli che assumono antibiotici possono a volte sviluppare un’infezione da lieviti come risultato. È anche possibile che un adulto possa ottenere un’infezione da lievito della pelle attorno ai capezzoli dopo aver assunto antibiotici. Potrebbero quindi passare questo su un bambino o un bambino attraverso l’allattamento al seno.

Infezione da lievito vs dermatite da pannolino

A volte, le persone possono confondere un’infezione da lievito con altri tipi di dermatite da pannolino.

Il tipo più comune di dermatite da pannolino è una condizione dolorosa ma meno grave che deriva da irritazioni e irritazioni.

Se l’eruzione è rosso vivo con piccoli punti rossi attorno ai bordi, è probabilmente un’infezione da lievito. Le infezioni da lievito non rispondono alla crema per pannolini.

Rimedi naturali e casalinghi

pappa.jpg

Farina d’avena può aiutare ad alleviare i sintomi di un’infezione del lievito.

Trattare le infezioni da lieviti è di solito poco costoso e semplice.

A volte, non costa nulla per alleviare i sintomi.

Le persone hanno tradizionalmente usato i seguenti rimedi casalinghi per alleviare i sintomi di un’infezione da lievito e promuovere il recupero:

  • Aceto di mele : aggiungi una tazza di questo aceto all’acqua del bagno di un bambino.
  • Aglio : O mescolare uno spicchio di aglio crudo nel cibo di un bambino o schiacciarlo in una pasta e stenderlo sulla zona interessata della pelle.
  • Olio dell’albero del tè : far bollire una mezza tazza d’acqua e lasciarla raffreddare. Aggiungere 5 gocce di olio di tea tree e utilizzare la soluzione per pulire l’area interessata. Farmajet consiglia TEA TREE OLIO PURO

TEA-TREE-OLIO-ESSENZIALE-PURO-CONCENTRATO-20-ML

  • Farina d’ avena : farina d’ avena può aiutare ad alleviare i sintomi di un lievito infezione. Metti una mezza tazza in una garza o una busta simile e gettala nell’acqua del bagno del bambino.
  • Olio di origano : Esistono prove di laboratorio che questo agente aromatizzante, noto anche come olio di origano, può essere un trattamento efficace per le infezioni fungine . Tuttavia, gli studi sull’uomo sono necessari per confermare questo.

Questi rimedi non sono scientifici e non ci sono molte prove a sostegno di questi . Tuttavia, c’è poco rischio nel provare qualcuno di loro. Osserva però eventuali segni di sensibilità al rimedio, compresa un’eruzione che peggiora piuttosto che migliorare.

Prevenzione

Anche se un’infezione da lievito sarà curabile, è meglio cercare di evitare che si verifichi in primo luogo.

Cambiare regolarmente il pannolino di un bambino e mantenere pulita l’area sottostante può aiutare a prevenire l’insorgere di infezioni. I pediatri possono lavorare con le famiglie per assicurarsi che non usino antibiotici più del necessario.

Quando vedere un dottore

I bambini piccoli sono vulnerabili perché hanno difficoltà a riconoscere ciò che sentono e a comunicarlo agli altri.

La maggior parte delle infezioni da lieviti dura per circa 2 settimane, ma dovrebbe migliorare in 2-3 giorni con farmaci antimicotici appropriati. I rimedi naturali possono aiutare ad alleviare i sintomi nel frattempo.

A volte un’infezione da lievito può durare più a lungo di questo, o può persino peggiorare.

È essenziale non lasciare mai la salute di un bambino al caso. Chiedere consiglio al medico se l’infezione da lievito di un bambino è:

  • diffondendosi in un’area più ampia
  • causando un peggioramento dei sintomi
  • presentando nuovi sintomi
  • diventando più caldo, più rosso o gonfio
  • liquido trasudante

Possibili trattamenti medici

pomata antifungo.jpg

Un medico può prescrivere un unguento antifungino per trattare un’infezione da lievito.

I farmaci antifungini sono il trattamento principale per le infezioni da lieviti e possono essere utilizzati in alcuni casi.

Si tratta in genere di unguenti da banco (OTC) o da prescrizione contenenti gli ingredienti attivi nistatina o clotrimazolo.

Un altro farmaco antifungino comune per le infezioni da lieviti è il fluconazolo, che è disponibile sotto forma di pillola o in forma liquida.

Non usare mai supposte su un bambino a meno che un medico non desse indicazioni specifiche per farlo.

Porta via

Infezioni da lieviti nei bambini piccoli causano disagio, ma sono molto curabili.

Per generazioni, molte persone si sono fidati dei rimedi naturali per trattare una varietà di condizioni.

Una quantità crescente di prove dimostra che alcuni di questi rimedi sono metodi sicuri per trattare i sintomi di un’infezione da lievito. Tuttavia, è fondamentale consultare un medico se l’eruzione cutanea di un bambino non inizia a migliorare nel giro di pochi giorni.

Annunci

Funghi nuova frontiera nel trattamento della depressione.

Due nuovi studi confermano l’ipotesi che il composto psicoattivo trovato in “funghi magici” possa essere un nuovo trattamento utile per la depressione, evitando alcuni degli effetti collaterali degli antidepressivi convenzionali.
funghi1

I funghi magici, o “funghi”, possono avere sorprendenti benefici per la nostra salute mentale.

Al Medical News Today , abbiamo riportato una serie di studi che hanno indicato la psilocibina – la sostanza psicoattiva in “funghi magici” – come un potenziale rimedio per la depressione .

Due di questi studi hanno dimostrato che il composto psicoattivo può ridurre i sentimenti di ansia e depressione nelle persone con tumore avanzato , mentre un altro piccolo studio ha suggerito che il composto potrebbe riuscire laddove il precedente trattamento di depressione ha fallito.

Trattare la depressione può essere difficile non solo perché alcuni tipi di depressione sono resistenti al trattamento, ma anche perché le terapie esistenti hanno una serie di effetti collaterali indesiderati.

Uno di questi effetti avversi frequentemente riportati dalle persone che vivono con la depressione è lo “smarrimento emotivo”, l’indifferenza o l’apatia che derivano dall’assunzione di antidepressivi .

Un nuovo studio – condotto dai ricercatori dell’Imperial College London (ICL) nel Regno Unito – suggerisce che i funghi magici potrebbero curare la depressione evitando questi effetti collaterali.

La nuova ricerca consiste in due studi, entrambi condotti da Leor Roseman, membro del Psychedelic Research Group di ICL.

I partecipanti si sentivano “emotivamente ricollegati”

Nel primo studio , pubblicato sulla rivista Neurofarmacologia , 20 persone con diagnosi di depressione da moderata a grave che il trattamento convenzionale non aveva alleviato hanno partecipato a due sessioni di dosaggio con il composto di funghi magici.

Usando la risonanza magnetica funzionale (fMRI), la squadra ha scansionato il cervello dei partecipanti mentre guardavano le immagini di espressioni emotive. Le scansioni sono state effettuate prima e dopo ogni intervento farmacologico.

Al fine di valutare l’impatto del trattamento sulla depressione, i soggetti erano tutti dotati di supporto psicologico prima, durante e dopo l’intervento.

Dopo il trattamento, i partecipanti hanno riferito di sentirsi meglio, “ricollegati emotivamente e accettando”.

Le scansioni fMRI hanno anche rivelato una risposta cerebrale più forte ai volti emotivi. Nello specifico, gli scienziati hanno visto più attività nell’amigdala del cervello, che è un’area di elaborazione delle emozioni associata alla depressione. Gli autori dello studio spiegano:

Sulla base dei risultati attuali, proponiamo che la psilocibina con supporto psicologico sia un approccio terapeutico che potenzialmente riattiva la reattività emotiva nella depressione, consentendo ai pazienti di riconnettersi con le proprie emozioni”.

Roseman commenta le nuove scoperte, dicendo che “sono importanti in quanto rivelano cambiamenti biologici dopo la terapia con psilocibina e, più specificamente, suggeriscono che un maggiore trattamento emotivo è cruciale affinché il trattamento funzioni”.

Ma gli autori avvertono anche che sono necessarie ulteriori ricerche per stabilire con fermezza se gli effetti positivi fossero dovuti al composto psicoattivo stesso, alla consulenza psicologica o all’interruzione del trattamento antidepressivo in cui i soggetti erano stati prima dello studio.

“Avere un gruppo di controllo sano negli studi futuri dovrebbe essere utile per rispondere ad alcune di queste domande”, ammette Roseman.

“Esperienza mistica” migliora l’efficacia

Il secondo documento , pubblicato sulla rivista Frontiers in Pharmacology , ha esaminato se la qualità dell’esperienza psichedelica fosse o meno legata al successo del trattamento.

Roseman e colleghi hanno inviato questionari a un altro gruppo di 20 volontari sottoposti a due sessioni di trattamento con psilocibina.

I ricercatori hanno osservato il cosiddetto sentimento di sconfinamento oceanico, che è una “esperienza di tipo mistico” che coinvolge sentimenti di unità e una mancanza di confini tra il sé e l’universo.

Lo studio ha rivelato che quanto più i partecipanti hanno sentito questa esperienza, tanto migliore è stata la loro salute mentale a lungo termine.

I sintomi depressivi si sono attenuati ei benefici mentali sono durati per settimane dopo il trattamento nei partecipanti che hanno riportato una forte esperienza mistica.

“Il lavoro terapeutico con le sostanze psichedeliche può prendere in considerazione la possibilità di studiare modi che migliorano l’esperienza di tipo mistico e riducono l’ansia, data la crescente evidenza che questo serve l’efficacia del modello di trattamento”, concludono gli autori.

Indicazioni per la ricerca futura

I ricercatori stanno pianificando di condurre studi più ampi con un gruppo di controllo sano in cui gli effetti della psilocibina possano essere confrontati con un antidepressivo esistente.

“Vogliamo anche indagare su come l’amigdala risponde più a lungo dopo il trattamento”, aggiunge Roseman, “che ci informerà sugli effetti a lungo termine – rispetto al [primo] studio, che è stato esaminato solo 1 giorno dopo la terapia. ”

Inoltre, alla luce dei risultati del loro secondo studio, il gruppo raccomanda che le prove future con sostanze psichedeliche dovrebbero mirare a migliorare l’aspetto “mistico” dell’esperienza.