Che cos’è Emgality (galcanezumab) farmaco per prevenire l’emicrania cronica ed episodica. Farmajet Farmanews

Cos’è l’Emgality?

Emgality è un farmaco di prescrizione di marca utilizzato negli adulti per:

  • Prevenire l’emicrania cronica ed episodica . Secondo la International Headache Society , le persone con emicrania cronica hanno 15 o più giorni di emicrania al mese. Le persone con emicrania episodica hanno meno di 15 giorni di emicrania al mese.
  • Tratta il mal di testa a grappolo episodico . Secondo l’ International Headache Society , le persone con episodi di cefalea a grappolo hanno mal di testa che si verificano nei cluster (vicini l’uno all’altro nei tempi). I cluster durano da una settimana a un anno. Sono separati da almeno tre mesi di tempo senza dolore.

Emgality si presenta come una penna o una siringa preriempita che userai per farti un’iniezione mensile.

L’emgality contiene il farmaco galcanezumab, che è un anticorpo monoclonale. Un anticorpo monoclonale è un tipo di farmaco sviluppato dalle cellule del sistema immunitario in un laboratorio. Blocca l’attività di alcune proteine ​​nel tuo corpo.

Efficacia

L’embgality è stata trovata efficace in studi clinici per prevenire l’emicrania cronica ed episodica e per trattare il mal di testa a grappolo episodico.

L’emgality può essere un’opzione particolarmente efficace per le persone che non sono state in grado di ridurre il numero di mal di testa a grappolo o giorni di emicrania abbastanza con altre terapie. Potrebbe anche essere una buona opzione per le persone che non possono assumere altri farmaci per prevenire l’emicrania o curare il mal di testa a grappolo a causa di interazioni farmacologiche o effetti collaterali difficili.

Per la prevenzione dell’emicrania

Negli studi clinici su persone con emicrania cronica, il 28% delle persone che hanno assunto Emgality per 3 mesi ha ridotto della metà il numero di giorni di emicrania al mese. Negli studi clinici su persone con emicrania episodica, circa il 60% delle persone che hanno assunto Emgality per 6 mesi ha dimezzato il numero di giorni di emicrania al mese.

Per il trattamento del mal di testa a grappolo

In uno studio clinico , alle persone con episodi di cefalea a grappolo sono stati somministrati Emgality o un placebo (trattamento senza farmaco attivo). Dopo tre settimane, le persone che utilizzavano Emgality hanno avuto un numero di mal di testa a grappolo inferiore di 8,7 alla settimana rispetto a prima. Le persone che assumevano il placebo avevano 5,2 mal di testa in meno alla settimana rispetto a prima del trattamento.

Un nuovo tipo di droga

L’Emgality appartiene a una nuova classe di farmaci chiamati antagonisti del peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP). Gli antagonisti della CGRP sono stati progettati specificamente per prevenire l’emicrania. Mentre Emgality è approvato per il trattamento del mal di testa a grappolo e per prevenire l’emicrania, altri antagonisti della CGRP sono approvati solo per la prevenzione dell’emicrania.

Emgality, che è stato approvato a settembre 2018, è stato il terzo farmaco di questa classe approvato dalla Food and Drug Administration (FDA). Gli altri antagonisti CGRP approvati dalla FDA sono Aimovig, che è stato approvato a maggio 2018 e Ajovy, che è stato approvato a settembre 2018.

Un quarto antagonista della CGRP, chiamato eptinezumab, è attualmente in fase di studio e dovrebbe essere approvato presto.

Emgality generica

L’emgality contiene il farmaco galcanezumab. Viene solo come farmaco di marca.

Al momento, Emgality non è disponibile in forma generica.

Effetti collaterali di emgalità

L’emgality può causare effetti collaterali lievi o gravi. L’elenco seguente contiene alcuni dei principali effetti collaterali che possono verificarsi durante l’assunzione di Emgality. Questo elenco non include tutti i possibili effetti collaterali.

Per ulteriori informazioni sui possibili effetti collaterali di Emgality o suggerimenti su come affrontare un effetto indesiderato problematico, consultare il medico o il farmacista.

Effetti collaterali più comuni

Gli effetti collaterali più comuni di Emgality sono reazioni nel sito di iniezione. Ciò può includere i seguenti effetti nel sito in cui viene iniettato il farmaco:

  • rossore
  • prurito
  • dolore
  • tenerezza

Le reazioni al sito di iniezione non sono generalmente gravi o durature. La maggior parte degli effetti collaterali può scomparire entro pochi giorni o un paio di settimane. Se sono più gravi o non vanno via, si rivolga al medico o al farmacista.

Effetti collaterali gravi

Gli effetti collaterali gravi di Emgality non sono comuni, ma possono verificarsi. Il principale effetto collaterale grave è una grave reazione allergica all’emgality. Vedi sotto per i dettagli.

Reazione allergica

Come con la maggior parte dei farmaci, alcune persone possono avere una reazione allergica dopo l’assunzione di Emgality. Non si sa con certezza quante persone che assumono Emgality abbiano una reazione allergica al farmaco. I sintomi di una lieve reazione allergica possono includere:

  • eruzione cutanea
  • prurito
  • arrossamento (calore e arrossamento della pelle, in genere su viso o collo)

Una reazione allergica più grave è rara ma possibile. I sintomi di una grave reazione allergica possono includere:

  • gonfiore sotto la pelle, in genere palpebre, labbra, mani o piedi
  • gonfiore della lingua, della bocca o della gola
  • problema respiratorio

Chiama subito il medico se hai una grave reazione allergica all’emgality. 

Dettagli sugli effetti collaterali

Potresti chiederti quanto spesso si verificano determinati effetti collaterali con questo farmaco o se determinati effetti collaterali lo riguardano. Ecco alcuni dettagli su alcuni degli effetti collaterali che questo farmaco può o non può causare.

Fatica

L’affaticamento (bassa energia) non è stato riportato come effetto collaterale negli studi clinici sull’emgality.

Tuttavia, l’affaticamento è comunemente un sintomo di emicrania che le persone possono sperimentare prima, durante o dopo un’emicrania. Uno studio clinico su persone con emicrania ha scoperto che quelli con mal di testa più intenso avevano maggiori probabilità di sentire affaticamento.

Se la fatica ha un impatto negativo sulla tua vita, parla con il tuo medico dei modi per migliorare i tuoi livelli di energia.

Effetti collaterali a lungo termine

Emgality è un farmaco recentemente approvato in una nuova classe di farmaci. Di conseguenza, ci sono pochissime ricerche a lungo termine sulla sicurezza di Emgality. Lo studio clinico più lungo sull’emgalità è durato un anno e le persone nello studio non hanno riportato effetti collaterali gravi causati dall’emgality.

La reazione al sito di iniezione è stato l’effetto collaterale più comune riportato nello studio annuale. Altri effetti indesiderati riportati includono:

  • infezione del tratto respiratorio
  • mal di schiena
  • gola infiammata
  • sinusite

Assistenza finanziaria

Se hai bisogno di supporto finanziario per pagare Emgality, è disponibile aiuto.

Eli Lilly and Company, il produttore di Emgality, offre una carta di risparmio che può aiutarti a pagare di meno per Emgality. Per ulteriori informazioni e per scoprire se si è idonei, chiamare il numero 833-364-2548 o visitare il sito Web del programma .

Emgality utilizza

La Food and Drug Administration (FDA) approva farmaci da prescrizione come Emgality per trattare o prevenire determinate condizioni.

Emgalità per l’emicrania

Emgality è approvato dalla FDA per prevenire l’emicrania negli adulti. È usato per prevenire sia l’emicrania episodica che cronica. L’emicrania cronica si verifica in 15 o più giorni al mese, mentre l’emicrania episodica si verifica in meno di 15 giorni al mese.

Negli studi clinici su persone con emicrania cronica, il 28% delle persone che hanno assunto Emgality per 3 mesi ha ridotto della metà il numero di giorni di emicrania al mese. Negli studi clinici su persone con emicrania episodica, circa il 60% delle persone che hanno assunto Emgality per 6 mesi ha dimezzato il numero di giorni di emicrania al mese.

Emgalità per mal di testa a grappolo

Emgality è approvato dalla FDA per il trattamento del mal di testa a grappolo episodico negli adulti.

I mal di testa a grappolo sono dolorosi mal di testa che si verificano nei grappoli (diversi mal di testa in un breve periodo di tempo). Questo tipo di mal di testa è molto doloroso e può essere episodico o cronico. Il mal di testa a grappolo episodico ha periodi più lunghi senza mal di testa tra i grappoli rispetto al mal di testa a grappolo cronico.

In uno studio clinico , alle persone con episodi di cefalea a grappolo sono stati somministrati Emgality o un placebo (trattamento senza farmaco attivo). Dopo tre settimane, le persone che utilizzavano Emgality hanno avuto un numero di mal di testa a grappolo inferiore di 8,7 alla settimana rispetto a prima. Le persone che assumevano il placebo avevano 5,2 mal di testa in meno alla settimana rispetto a prima del trattamento.

Usi non approvati

I medici possono anche prescrivere farmaci per altre condizioni che non sono approvate dalla FDA. Questo uso è chiamato consumo di droga off-label.

Emgalità per emicrania vestibolare

L’emgality non è approvata dalla FDA per il trattamento o la prevenzione dell’emicrania vestibolare. Le emicranie vestibolari sono diverse dalle emicranie classiche in quanto non sono dolorose per la maggior parte del tempo. Invece, le persone con emicrania vestibolare avvertiranno comunemente vertigini o vertigini che durano dai secondi alle ore.

Al momento non è noto se l’Emgality sia efficace nella prevenzione o nel trattamento dell’emicrania vestibolare. Il farmaco non viene testato negli studi clinici su persone con emicrania vestibolare, ma i medici possono ancora scegliere di prescriverlo off-label per questa condizione.

Alternative all’emgality

Sono disponibili altri farmaci che possono aiutare a prevenire l’emicrania e curare il mal di testa a grappolo. Alcuni potrebbero essere più adatti a te di altri. Se sei interessato a trovare un’alternativa a Emgality, parla con il tuo medico per saperne di più su altri farmaci che potrebbero funzionare bene per te.

Alternative per la prevenzione dell’emicrania

Esempi di altri farmaci approvati dalla FDA per prevenire l’emicrania includono:

  • alcuni farmaci per le convulsioni, come divalproex sodium (Depakote) o topiramato (Topamax, Trokendi XR)
  • il propranololo beta-bloccante (Inderal, Inderal LA)
  • neurotossina onabotulinumtoxinA (Botox)
  • altri antagonisti del peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP): erenumab-aooe (Aimovig) e fremanezumab-vfrm (Ajovy)

Esempi di altri farmaci che possono essere utilizzati off-label per prevenire l’emicrania includono:

  • alcuni antidepressivi , come l’amitriptilina o la venlafaxina (Effexor XR)
  • alcuni farmaci per le convulsioni, come il valproato sodico
  • alcuni beta-bloccanti, come metoprololo (Lopressor, Toprol XL) o atenololo (Tenormin)

Alternative per il trattamento del mal di testa a grappolo

Sumatriptan (Imitrex) è approvato dalla FDA per il trattamento del mal di testa a grappolo.

Altri farmaci sono talvolta usati off-label per trattare il mal di testa a grappolo. Secondo le linee guida di trattamento , altre opzioni per il trattamento del mal di testa a grappolo includono:

  • zolmitriptan
  • ossigeno
  • octreotide

Antagonisti della CGRP

L’emgality è un antagonista del peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP), che è un nuovo tipo di farmaco. L’emgality è stata approvata dalla FDA per prevenire l’emicrania nel 2018. È stata approvata per il trattamento del mal di testa a grappolo episodico nel 2019.

Altri due antagonisti della CGRP sono anche approvati per prevenire l’emicrania. Questi farmaci sono Aimovig e Ajovy. Un quarto farmaco CGRP (eptinezumab) dovrebbe essere approvato presto.

Come funzionano

I tre antagonisti CGRP disponibili lavorano in modi leggermente diversi per prevenire l’emicrania o curare il mal di testa a grappolo.

La CGRP è una proteina nel tuo corpo che è stata collegata con l’ infiammazione e la vasodilatazione (allargamento dei vasi sanguigni) nel cervello, che possono causare dolore da mal di testa. Per causare questi effetti, la CGRP deve legarsi (attaccarsi) ai suoi recettori, che sono molecole sulle pareti delle cellule del cervello.

Emgality e Ajovy funzionano legandosi al CGRP, il che impedisce al CGRP di legarsi ai suoi recettori. Aimovig, d’altra parte, agisce legandosi ai recettori stessi, il che impedisce al CGRP di fare lo stesso.

Bloccando la CGRP dal legame con il suo recettore, tutti e tre i farmaci aiutano a prevenire l’infiammazione e la vasodilatazione, che possono aiutare a prevenire l’emicrania o curare il mal di testa a grappolo.

Fianco a fianco

La tabella seguente confronta le informazioni generali sui tre antagonisti CGRP attualmente approvati per prevenire l’emicrania o curare il mal di testa a grappolo. Per ulteriori informazioni su come l’Emgalità si confronta con questi farmaci, vedere la sezione seguente (“Emgalità vs altri farmaci”).

Aimovig Ajovy Emgality
Data di approvazione per la prevenzione dell’emicrania 17 maggio 2018 14 settembre 2018 27 settembre 2018
Data di approvazione per il trattamento del mal di testa a grappolo Non approvato Non approvato 4 giugno 2019
Ingrediente di droga Erenumab-aooe Fremanezumab-vfrm Galcanezumab-gnlm
Come viene amministrato Autoiniezione sottocutanea utilizzando un autoiniettore pre-riempito Autoiniezione sottocutanea con una siringa preriempita Autoiniezione sottocutanea con penna o siringa preriempita
dosaggio Mensile Mensile o ogni tre mesi Mensile
Come funziona Previene gli effetti di CGRP bloccando il recettore CGRP, impedendo a CGRP di legarsi ad esso Previene gli effetti di CGRP legandosi a CGRP, impedendogli di legarsi al recettore CGRP Previene gli effetti di CGRP legandosi a CGRP, impedendogli di legarsi al recettore CGRP
Costo* $ 575 / mese $ 1,725 ​​/ trimestre $ 575 / mese $ 575 / mese

* I prezzi possono variare in base alla località, alla farmacia utilizzata, alla copertura assicurativa e ai programmi di assistenza del produttore.

Emgality contro altri Farmaci

Potresti chiederti come l’Emgality si confronta con altri farmaci che sono prescritti per usi simili. Di seguito sono riportati i confronti tra Emgality e diversi farmaci.

Emgality vs. Aimovig

L’Emgality contiene un anticorpo monoclonale chiamato galcanezumab. Aimovig contiene anche un anticorpo monoclonale, che si chiama erenumab. Un anticorpo monoclonale è un tipo di farmaco sviluppato dalle cellule del sistema immunitario in un laboratorio. Blocca l’attività di alcune proteine ​​nel tuo corpo.

Mentre lo fanno in modi leggermente diversi, Emgality e Aimovig bloccano entrambi l’attività di una proteina chiamata peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP). La CGRP provoca infiammazione e vasodilatazione (allargamento dei vasi sanguigni) nel cervello, che può causare mal di testa. Bloccando la CGRP, questi farmaci aiutano a prevenire questi effetti, che possono aiutare a prevenire l’emicrania e curare il mal di testa a grappolo.

usi

Emgality e Aimovig sono entrambi approvati dalla FDA per prevenire l’emicrania negli adulti. L’emgalità è anche approvata per il trattamento del mal di testa a grappolo episodico negli adulti.

Moduli e amministrazione

Emgality e Aimovig vengono entrambi sotto forma di iniezione sottocutanea (sottocutanea) che ti viene somministrata a casa.

Emgality si presenta come una penna preriempita monodose, che dà un’iniezione di 120 mg. Inoltre viene fornito come siringhe preriempite monodose. Questi possono dare un’iniezione da 100 mg o 120 mg.

Aimovig si presenta come autoiniettori preriempiti monodose. Questi possono dare un’iniezione da 70 mg o 140 mg. Il medico deciderà la dose migliore per te.

Dopo la prima dose, che può essere due o tre iniezioni, Emgality viene iniettato una volta al mese. Aimovig viene iniettato mensilmente. Entrambi i farmaci possono essere iniettati nell’addome (pancia), nella parte anteriore delle cosce o nella parte posteriore delle braccia. L’emgalità può anche essere iniettata nei glutei.

Effetti collaterali e rischi

Emgality e Aimovig appartengono entrambi alla classe di farmaci chiamati antagonisti della CGRP. Sono farmaci molto simili e causano effetti collaterali comuni e gravi simili.

Effetti collaterali più comuni

Questi elenchi contengono esempi di effetti collaterali più comuni che possono verificarsi con Emgality, con Aimovig o con entrambi i farmaci (se assunti singolarmente).

  • Può verificarsi con Emgality:
    • mal di schiena
    • infezione del tratto respiratorio
    • gola infiammata
    • sinusite
  • Può verificarsi con Aimovig:
    • stipsi
    • crampi muscolari
    • spasmi muscolari
  • Può verificarsi con Emgality e Aimovig:
    • reazioni nel sito di iniezione

Effetti collaterali gravi

Queste liste contengono esempi di gravi effetti collaterali che possono verificarsi con Emgality, con Aimovig o con entrambi i farmaci (se assunti singolarmente).

  • Può verificarsi con Emgality:
    • alcuni effetti collaterali gravi unici
  • Può verificarsi con Aimovig:
    • alcuni effetti collaterali gravi unici
  • Può verificarsi con Emgality e Aimovig:
    • grave reazione allergica

Reazione immunitaria

Negli studi clinici su Emgality e Aimovig, una piccola percentuale di persone ha avuto una reazione immunitaria in cui ha sviluppato anticorpi contro i farmaci.

Gli anticorpi sono proteine ​​del sistema immunitario che combattono le sostanze estranee nel tuo corpo come invasori. Il corpo può produrre anticorpi contro qualsiasi sostanza estranea, compresi gli anticorpi monoclonali. Se ciò accade con Emgality o Aimovig, il farmaco potrebbe non funzionare più per te.

Negli studi clinici sull’emgality che sono durati fino a un anno, il 12,5% delle persone che assumevano 120 mg al mese del farmaco ha sviluppato anticorpi contro il farmaco.

Negli studi clinici condotti su Aimovig per 6 mesi, oltre il 6% delle persone che assumevano 70 mg al mese ha sviluppato anticorpi contro il farmaco. E quasi il 3% delle persone che assumono 140 mg al mese di Aimovig ha sviluppato anticorpi.

Tuttavia, poiché questo farmaco è stato approvato nel 2018, è ancora troppo presto per sapere quanto sarà comune questo effetto e in che modo potrebbe influenzare il modo in cui le persone usano questi farmaci.

Efficacia

Emgality e Aimovig sono entrambi approvati dalla FDA per prevenire l’emicrania, ma non sono stati confrontati direttamente negli studi clinici. Sono entrambi nuovi farmaci, quindi non sono ancora inclusi nelle linee guida di trattamento . Tuttavia, sono entrambi efficaci per prevenire l’emicrania.

Emicrania episodica

Negli studi clinici sull’emgality, circa il 60% delle persone con emicrania episodica che hanno assunto il farmaco ha ridotto il numero di giorni di emicrania almeno in metà nell’arco di 6 mesi. Fino al 16% era privo di emicrania per 6 mesi di trattamento.

Negli studi clinici su Aimovig, circa il 40 percento delle persone con emicrania episodica che hanno ricevuto 70 mg del farmaco hanno ridotto i loro giorni di emicrania a metà in 6 mesi di trattamento. Circa il 50 percento delle persone che hanno ricevuto 140 mg ha visto risultati simili.

Emicrania cronica

Negli studi clinici sull’emgality, quasi il 30 percento delle persone con emicrania cronica che hanno assunto il farmaco per 3 mesi ha avuto la metà dell’emicrania giorni dopo il trattamento.

In uno studio clinico di 3 mesi di Aimovig, circa il 40% delle persone con emicrania cronica che hanno ricevuto 70 mg o 140 mg del farmaco ha avuto la metà di emicrania giorni dopo il trattamento.

Costi

Emgality e Aimovig sono entrambi farmaci di marca. Non ci sono attualmente forme generiche di nessuno dei due farmaci. I farmaci di marca costano generalmente più dei generici.

Mentre il prezzo del produttore è lo stesso per entrambi i farmaci, le stime di GoodRx.com indicano che Emgality può costare leggermente meno di Aimovig. Il prezzo effettivo che pagherai per entrambi i farmaci dipenderà dal tuo piano assicurativo, dalla farmacia che utilizzi e dal dosaggio che stai assumendo.

Emgality vs. Ajovy

L’embgality contiene un anticorpo monoclonale chiamato galcanezumab. Ajovy contiene un anticorpo monoclonale chiamato fremanezumab. Un anticorpo monoclonale è un tipo di farmaco sviluppato dalle cellule del sistema immunitario in un laboratorio. Blocca l’attività di alcune proteine ​​nel tuo corpo.

Emgality e Ajovy bloccano entrambi l’attività di una proteina nel corpo chiamata peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP). La CGRP provoca infiammazione e vasodilatazione (allargamento dei vasi sanguigni) nel cervello, che può causare mal di testa. Bloccando la CGRP, questi farmaci aiutano a prevenire questi effetti, che possono aiutare a prevenire l’emicrania e curare il mal di testa a grappolo.

usi

Emgality e Ajovy sono entrambi approvati dalla FDA per prevenire l’emicrania negli adulti. L’emgalità è anche approvata per il trattamento del mal di testa a grappolo episodico negli adulti.

Moduli e amministrazione

Emgality si presenta come una siringa o penna preriempita monodose. Ajovy si presenta come una siringa preriempita monodose. Entrambi i farmaci vengono somministrati come iniezione sotto la pelle (sottocutanea) che ti viene somministrata a casa.

Per la prevenzione dell’emicrania, Emgality viene somministrato come singola iniezione di 120 mg una volta al mese. Il primo mese in cui utilizzi Emgality per prevenire l’emicrania, prenderai due iniezioni contemporaneamente.

Per il trattamento del mal di testa a grappolo, Emgality viene somministrato come tre iniezioni da 100 mg (per un totale di 300 mg del farmaco) una volta al mese.

Ajovy può essere autoiniettato in due diversi programmi. Può essere somministrato come singola iniezione di 225 mg una volta al mese o come 3 iniezioni separate (per un totale di 675 mg) ogni 3 mesi. Il medico sceglierà il programma giusto per te.

Entrambi i farmaci possono essere iniettati nella pancia, nella parte anteriore delle cosce o nella parte posteriore delle braccia. L’emgalità può anche essere iniettata nei glutei.

Effetti collaterali e rischi

Emgality e Ajovy sono farmaci molto simili e causano gli stessi effetti collaterali comuni e gravi.

Effetti collaterali più comuni

Gli effetti collaterali più comuni che possono verificarsi sia con Emgality sia con Ajovy comprendono reazioni nel sito di iniezione. Queste reazioni possono causare sintomi come arrossamento, prurito e dolore nel punto in cui è stato iniettato il farmaco. Le reazioni al sito di iniezione non sono generalmente gravi.

Le persone che hanno assunto Emgality negli studi clinici hanno anche riportato:

  • mal di schiena
  • infezione del tratto respiratorio
  • gola infiammata
  • sinusite

Effetti collaterali gravi

Gli effetti collaterali gravi che possono verificarsi con Emgality e Ajovy non sono comuni, ma sono possibili. Chiama subito il medico se sei preoccupato per i tuoi effetti collaterali. Chiama il 911 se i sintomi sono potenzialmente letali o se pensi di avere un’emergenza medica.

Emgality e Ajovy possono entrambi causare gravi reazioni allergiche. Queste reazioni sono rare ma possono essere gravi. I sintomi di una grave reazione allergica includono:

  • gonfiore sotto la pelle, in genere nelle palpebre, nelle labbra, nelle mani o nei piedi
  • gonfiore di gola, bocca e lingua
  • problema respiratorio

Reazione immunitaria

Negli studi clinici su Emgality e Ajovy, una piccola percentuale di persone ha avuto una reazione immunitaria in cui il suo corpo ha sviluppato anticorpi contro i farmaci.

Gli anticorpi sono proteine ​​del sistema immunitario che combattono le sostanze estranee nel tuo corpo come invasori. Il corpo può produrre anticorpi contro qualsiasi sostanza estranea, compresi gli anticorpi monoclonali come Emgality e Ajovy.

Se il tuo corpo sviluppa anticorpi contro uno di questi farmaci, è possibile che il farmaco non funzioni più per te.

Negli studi clinici che sono durati fino a un anno, il 12,5 percento delle persone che assumevano 120 mg al mese di Emgality hanno sviluppato anticorpi contro il farmaco. Negli studi clinici su Ajovy, meno del 2% delle persone che assumevano dosi mensili o trimestrali di Ajovy ha sviluppato anticorpi contro il farmaco per 6 mesi.

Tuttavia, poiché questo farmaco è stato approvato nel 2018, è ancora troppo presto per sapere quanto sarà comune questo effetto e come potrebbe influenzare il modo in cui le persone usano questi farmaci.

Efficacia

Emgality e Ajovy sono entrambi approvati dalla FDA per prevenire le emicranie, ma non sono stati confrontati direttamente negli studi clinici. Sono entrambi nuovi farmaci, quindi non sono ancora inclusi nelle linee guida di trattamento . Tuttavia, sono entrambi efficaci per prevenire l’emicrania.

Emicrania episodica

In uno studio clinico di 6 mesi su Emgality, circa il 60% delle persone con emicrania episodica ha ridotto il numero di giorni di emicrania di almeno la metà con il trattamento. Fino al 16% era privo di emicrania per 6 mesi di trattamento.

Negli studi clinici su Ajovy, circa il 48 percento delle persone con emicrania episodica che hanno ricevuto un trattamento mensile con Ajovy ha ridotto i loro giorni di emicrania a metà in tre mesi di trattamento. Circa il 44 percento delle persone che hanno ricevuto Ajovy ogni 3 mesi ha avuto risultati simili.

Emicrania cronica

Negli studi clinici su persone con emicrania cronica, quasi il 30% delle persone che hanno assunto Emgality per 3 mesi ha avuto la metà dei giorni di emicrania con il trattamento.

In uno studio clinico di 3 mesi su Ajovy, quasi il 41% delle persone con emicrania cronica che hanno ricevuto Ajovy ogni mese ha avuto la metà di emicrania giorni dopo il trattamento. Circa il 37% delle persone che hanno ricevuto Ajovy ogni 3 mesi ha avuto risultati simili.

Costi

Emgality e Ajovy sono entrambi farmaci di marca. Al momento non ci sono forme generiche di nessuno dei due farmaci. I farmaci di marca costano generalmente più dei farmaci generici.

Mentre il prezzo del produttore è lo stesso per entrambi i farmaci, le stime di GoodRx.com indicano che l’embgalità può costare meno di Ajovy. L’importo effettivo che pagherai per entrambi i farmaci dipenderà dal tuo piano assicurativo e dalla farmacia che utilizzi.

Emgality vs. Botox

L’Emgality contiene un anticorpo monoclonale chiamato galcanezumab. Un anticorpo monoclonale è un tipo di farmaco sviluppato dalle cellule del sistema immunitario in un laboratorio. Emgality lavora per prevenire l’emicrania e trattare il mal di testa a grappolo bloccando l’attività di alcune proteine ​​che causano l’emicrania.

Botox contiene il farmaco sull’abotulinumtoxinA. Appartiene a una classe di farmaci chiamati neurotossine. Il botox paralizza temporaneamente i muscoli nei quali viene iniettato. Paralizzando questi muscoli, Botox impedisce l’attivazione dei segnali del dolore. Si pensa che questo prevenga l’emicrania prima che inizino.

usi

Emgality è approvato dalla FDA per prevenire l’emicrania cronica ed episodica e per curare il mal di testa a grappolo episodico negli adulti.

Botox è approvato per prevenire l’emicrania cronica (15 o più giorni di emicrania al mese) negli adulti. Botox è anche approvato per trattare diverse condizioni, tra cui:

  • vescica iperattiva
  • spasticità muscolare
  • distonia cervicale (collo dolorosamente attorcigliato)
  • sudorazione eccessiva
  • spasmi delle palpebre

Moduli e amministrazione

Emgality si presenta come una siringa o penna preriempita monodose.

Per la prevenzione dell’emicrania, Emgality viene somministrato come singola iniezione di 120 mg una volta al mese. Il primo mese in cui utilizzi Emgality per prevenire l’emicrania, prenderai due iniezioni contemporaneamente.

Per il trattamento del mal di testa a grappolo, Emgality viene somministrato come tre iniezioni da 100 mg (per un totale di 300 mg del farmaco) una volta al mese.

L’emgality viene iniettata sotto la pelle (sottocutanea) e ti fai l’iniezione a casa. Può essere iniettato nella pancia, nella parte anteriore delle cosce, nella parte posteriore delle braccia o nei glutei.

Botox viene sempre somministrato in uno studio medico. Viene somministrato per iniezione in un muscolo (intramuscolare), in genere ogni 12 settimane.

I normali siti di iniezione comprendono la fronte, la parte posteriore del collo e delle spalle, sopra e vicino alle orecchie e vicino all’attaccatura dei capelli alla base del collo. Per ogni appuntamento, il tuo medico ti darà in genere 31 piccole iniezioni in queste aree.

Effetti collaterali e rischi

Emgality e Botox sono entrambi usati per prevenire l’emicrania, ma funzionano in diversi modi nel corpo. Pertanto, hanno alcuni degli stessi effetti collaterali e alcuni diversi.

Effetti collaterali più comuni

Questi elenchi contengono esempi di effetti collaterali più comuni che possono verificarsi con Emgality, con Botox o con entrambi i farmaci (se assunti singolarmente).

  • Può verificarsi con Emgality:
    • mal di schiena
    • infezione del tratto respiratorio
    • sinusite
  • Può verificarsi con Botox:
    • sintomi influenzali
    • mal di testa o peggioramento dell’emicrania
    • palpebra caduta
    • paralisi dei muscoli facciali
    • dolore al collo
    • rigidità muscolare
    • dolore muscolare e debolezza
  • Può verificarsi con Emgality e Botox:
    • reazioni nel sito di iniezione
    • gola infiammata

Effetti collaterali gravi

Queste liste contengono esempi di gravi effetti collaterali che possono verificarsi con Emgality, con Botox o con entrambi i farmaci (se assunti singolarmente).

  • Può verificarsi con Emgality:
    • alcuni effetti collaterali gravi unici
  • Può verificarsi con Botox:
    • diffusione della paralisi ai muscoli vicini *
    • difficoltà a deglutire e respirare
    • infezione grave
  • Può verificarsi con Emgality e Botox:
    • gravi reazioni allergiche

Botox ha un avviso in scatola dalla FDA per la diffusione della paralisi ai muscoli vicini dopo l’iniezione. Un avviso in scatola è l’avvertimento più forte richiesto dalla FDA. Avvisa medici e pazienti di effetti farmacologici che possono essere pericolosi.

Efficacia

Sia Emgality che Botox sono usati per prevenire l’emicrania. Tuttavia, Botox è usato solo per prevenire l’emicrania cronica, mentre l’Emgality è usata per prevenire sia l’emicrania episodica che cronica.

L’efficacia di questi farmaci non è stata confrontata direttamente negli studi clinici. Tuttavia, entrambi sono efficaci nella prevenzione dell’emicrania cronica.

Negli studi clinici su persone con emicrania cronica nell’arco di 24 settimane, Botox ha ridotto il numero di giorni di emicrania fino a 9,2 giorni in media al mese. In un altro studio , circa il 48 percento delle persone ha ridotto il numero di giorni di emicrania di circa la metà con il trattamento con Botox.

Negli studi clinici su persone con emicrania cronica nell’arco di 3 mesi, quasi il 30% delle persone che hanno assunto Emgality ha avuto la metà dei giorni di emicrania.

Emgality è stato recentemente approvato e non è ancora incluso nelle linee guida per il trattamento . Botox, che è stato approvato nel 2010, è raccomandato come opzione di trattamento per le persone con emicrania cronica dall’American Academy of Neurology .

Costi

Emgality e Botox sono entrambi farmaci di marca. Non ci sono forme generiche di nessuno dei due farmaci in questo momento.

Secondo le stime su GoodRx.com , Botox è in genere meno costoso di Emgality. Tuttavia, il prezzo effettivo da pagare dipenderà dal piano assicurativo e dalla farmacia in uso.

Emgality vs. Topamax

L’embgalità contiene l’anticorpo monoclonale galcanezumab. Un anticorpo monoclonale è un tipo di farmaco sviluppato dalle cellule del sistema immunitario in un laboratorio. Emgality lavora per prevenire l’emicrania e trattare il mal di testa a grappolo bloccando l’attività di alcune proteine ​​che causano l’emicrania.

Topamax contiene il topiramato di droga, un tipo di farmaco antiepilettico. Come funziona nel prevenire l’emicrania non è ben compreso. Si ritiene che riduca le cellule nervose iperattive nel cervello che possono causare emicranie.

usi

Sia Emgality che Topamax sono approvati dalla FDA per prevenire l’emicrania. Emgality è approvato per questo uso negli adulti, mentre Topamax è approvato per prevenire l’emicrania negli adulti e nei bambini di età pari o superiore a 12 anni.

Emgality è anche approvato per il trattamento del mal di testa a grappolo episodico negli adulti. Topamax è anche approvato per il trattamento dell’epilessia .

Moduli e amministrazione

Emgality si presenta come una siringa o penna preriempita monodose.

Per la prevenzione dell’emicrania, Emgality viene somministrato come singola iniezione di 120 mg una volta al mese. Il primo mese in cui utilizzi Emgality per prevenire l’emicrania, prenderai due iniezioni contemporaneamente.

Per il trattamento del mal di testa a grappolo, Emgality viene somministrato come tre iniezioni da 100 mg (per un totale di 300 mg del farmaco) una volta al mese.

L’emgalità viene iniettata sotto la pelle (sottocutanea) e ti fai l’iniezione a casa.

Topamax si presenta in capsule o compresse. La dose abituale è di 50 mg due volte al giorno. Tuttavia, il medico la inizierà con una dose più bassa e aumenterà alla dose normale per diverse settimane.

Effetti collaterali e rischi

Emgality e Topamax funzionano in diversi modi nel corpo e quindi hanno effetti collaterali diversi. Alcuni degli effetti collaterali comuni e gravi di entrambi i farmaci sono elencati di seguito. Questo elenco non include tutti i possibili effetti collaterali.

Effetti collaterali più comuni

Queste liste contengono esempi di effetti collaterali più comuni che possono verificarsi con Emgality, con Topamax o con entrambi i farmaci (se presi singolarmente).

  • Può verificarsi con Emgality:
    • mal di schiena
    • reazioni nel sito di iniezione
  • Può verificarsi con Topamax:
    • fatica
    • parestesia (sensazione di “formicolio”)
    • nausea
    • diarrea
    • perdita di peso
    • perdita di appetito
    • difficoltà di concentrazione
  • Può verificarsi con Emgality e Topamax:
    • infezione del tratto respiratorio
    • gola infiammata
    • sinusite

Effetti collaterali gravi

Queste liste contengono esempi di gravi effetti collaterali che possono verificarsi con Emgality, con Topamax o con entrambi i farmaci (se assunti singolarmente).

  • Può verificarsi con Emgality:
    • problemi di vista, incluso il glaucoma
    • riduzione della sudorazione (incapacità di regolare la temperatura corporea)
    • acidosi metabolica
    • effetti mentali come confusione, problemi di memoria e depressione
    • pensieri e azioni suicidari
    • dipendenza dalla droga
    • encefalopatia (malattia del cervello)
    • calcoli renali
  • Può verificarsi con Topamax:
    • alcuni effetti collaterali gravi unici
  • Può verificarsi con Emgality e Topamax:
    • gravi reazioni allergiche

Efficacia

Sia Emgality che Topamax sono usati per la prevenzione dell’emicrania. L’efficacia di questi farmaci nella prevenzione dell’emicrania non è stata confrontata direttamente negli studi clinici. Tuttavia, entrambi i farmaci sono efficaci nella prevenzione dell’emicrania.

Emicrania episodica

Negli studi clinici su persone con emicrania episodica di oltre 26 settimane, le persone di età pari o superiore a 12 anni che hanno assunto Topamax hanno avuto circa 2 emicranie in meno al mese. In uno studio clinico su bambini, i partecipanti di età compresa tra 12 e 17 anni avevano 3 emicranie in meno al mese quando assumevano il farmaco per 16 settimane.

In uno studio clinico di 6 mesi su persone con emicrania episodica, circa il 60% delle persone ha ridotto il numero di giorni di emicrania almeno nella metà dei 6 mesi di trattamento con Emgality. Fino al 16% era privo di emicrania dopo 6 mesi di trattamento.

Il topiramato è raccomandato nelle linee guida di trattamento come opzione per le persone con emicrania episodica. L’emgality è un farmaco recentemente approvato e non è stato ancora incluso nelle linee guida attuali.

Emicrania cronica

Un altro studio che ha riunito i risultati di numerosi studi clinici ha scoperto che Topamax ha ridotto il numero di emicranie o altri mal di testa di circa 5-9 al mese, nelle persone con emicrania cronica.

Negli studi clinici sull’emgality, quasi il 30% delle persone con emicrania cronica ha avuto la metà dei giorni di emicrania con 3 mesi di trattamento.

Costi

Emgality e Topamax sono entrambi farmaci di marca. Emgality non è disponibile in una forma generica. Topamax ha una forma generica, che si chiama topiramato.

I farmaci di marca costano di solito più dei farmaci generici. Secondo le stime su GoodRx.com , Topamax potrebbe costare di più di Emgality. Tuttavia, la forma generica di Topamax costa meno di Emgality o Topamax.

Qualunque farmaco o forma utilizzi, il prezzo effettivo da pagare dipenderà dal dosaggio, dal piano assicurativo e dalla farmacia che utilizzi.

Dosaggio di emgalità

Le seguenti informazioni descrivono il dosaggio comunemente usato o raccomandato. Tuttavia, assicurati di seguire le istruzioni del medico.

Forme e punti di forza del Farmaco 

L’emgality si presenta in due forme: siringhe preriempite monodose e una penna preriempita monodose. Le penne preriempite contengono 120 mg di galcanezumab per millilitro (mL) di soluzione. Le siringhe preriempite sono disponibili in due dosaggi: 100 mg / mL e 120 mg / mL.

Ogni siringa e penna sono fatte per essere usate una volta e poi scartate.

Dosaggio per la prevenzione dell’emicrania

Per la prevenzione dell’emicrania, viene utilizzata la penna preriempita o una siringa preriempita contenente una dose di Emgality da 120 mg. Il dosaggio tipico per Emgality è:

  • Prima dose : la prima dose si chiama dose di carico. Saranno 2 iniezioni da 120 mg, somministrate una dopo l’altra. L’iniezione di due dosi consente al farmaco di raggiungere rapidamente un livello efficace nel tuo corpo.
  • Tutte le altre dosi : la seconda dose viene somministrata un mese dopo la prima. A partire dalla seconda dose, prenderà una singola iniezione di 120 mg una volta al mese.

Dosaggio per il trattamento del mal di testa a grappolo

Per il trattamento del mal di testa a grappolo, viene utilizzata una siringa preriempita contenente una dose di Emgality da 100 mg. Il dosaggio tipico per Emgality è:

  • Tutte le dosi : prenderai 3 iniezioni da 100 mg (per un totale di 300 mg), somministrate una dopo l’altra. L’iniezione di tre dosi consente al farmaco di raggiungere rapidamente un livello efficace nel tuo corpo. Prenderete questa dose una volta al mese fino al termine del periodo di cefalea a grappolo.

Cosa succede se mi manca una dose?

Prendi una dose non appena ti rendi conto di averne perso uno. La dose successiva dovrebbe essere un mese dopo quella. Ricorda la nuova data in modo da poter pianificare le dosi future di conseguenza.

Dovrò usare questo farmaco a lungo termine?

Se Emgality è efficace nella prevenzione dell’emicrania per te, tu e il tuo medico potete decidere di continuare il trattamento con Emgality a lungo termine.

Se Emgality è efficace nel trattamento del mal di testa a grappolo, tu e il tuo medico potete decidere di continuare il trattamento fino al termine del periodo di cefalea a grappolo.

Emgality e alcol

Non c’è interazione tra Emgalità e alcool.

Tuttavia, per alcune persone, bere alcolici durante l’assunzione di Emgality potrebbe sembrare rendere il farmaco meno efficace. Questo perché l’alcol è un fattore scatenante dell’emicrania per molte persone e anche piccole quantità di alcol possono causare un’emicrania per loro. Si ritiene inoltre che l’alcol possa peggiorare il mal di testa durante gli attacchi di cefalea a grappolo.

Se scopri che l’alcol provoca emicranie o mal di testa più dolorosi o più frequenti, dovresti evitare le bevande che contengono alcol.

Interazioni di Emgality

Molti farmaci possono interagire con altri farmaci. Interazioni diverse possono causare effetti diversi. Ad esempio, alcuni possono interferire con il funzionamento di un farmaco, mentre altri possono causare un aumento degli effetti collaterali.

Tuttavia, l’Emgality generalmente non ha interazioni farmacologiche. Ciò è dovuto al modo in cui l’Emgality viene elaborata nel corpo.

Molti farmaci, erbe e integratori vengono metabolizzati (scomposti) dagli enzimi nel fegato. Gli anticorpi monoclonali come l’Emgality, d’altra parte, non sono generalmente metabolizzati nel fegato. Invece, sono scomposti all’interno delle cellule di tutto il corpo.

Poiché l’Emgality non viene scomposta nel fegato con altri farmaci, generalmente non interagisce con essi. Ma se sei preoccupato di assumere Emgality con altri farmaci che potresti utilizzare, parla con il tuo medico.

Come prendere l’Emgality

L’emgality viene assunta come iniezione sottocutanea (sottocutanea) una volta al mese. La prima volta che ricevi la prescrizione per Emgality, il tuo medico ti spiegherà come iniettare il farmaco da solo.

La prima volta che si inietta Emgality, è possibile farlo nello studio del medico o a casa. Ad ogni modo, ti farai due o tre iniezioni separate. Dopodiché, ti farà un’iniezione a casa ogni mese per prevenire l’emicrania. Ti concederai tre iniezioni ogni mese per trattare il mal di testa a grappolo.

L’emgality si presenta in due forme: siringhe preriempite monodose e una penna preriempita monodose. Entrambe le forme contengono solo una dose e devono essere usate una volta e poi scartate. Il medico discuterà con te se la penna o la siringa sono adatte a te.

Per informazioni su come utilizzare sia la siringa che la penna, visitare il sito Web del produttore . Lì potrai vedere un video didattico e immagini delle istruzioni per l’iniezione.

Nota : ricorda che per la tua prima dose, avrai bisogno di due siringhe o penne o tre siringhe.

sincronizzazione

L’emgality dovrebbe essere presa una volta al mese. Può essere preso in qualsiasi momento della giornata.

Se dimentica una dose, prenda Emgality non appena se ne ricorda. La dose successiva deve essere assunta un mese dopo l’assunzione di quella. Uno strumento di promemoria per i farmaci può aiutarti a ricordare di assumere Emgality nei tempi previsti.

Assunzione di emgality con il cibo

L’emgality può essere assunta con o senza cibo.

Come funziona l’Emgality

L’emgality è un anticorpo monoclonale, che è una speciale proteina del sistema immunitario creata in laboratorio. L’emgality agisce bloccando l’attività della proteina peptidica correlata al gene della calcitonina (CGRP) nel corpo. La CGRP è coinvolta nell’infiammazione e nella vasodilatazione (allargamento dei vasi sanguigni) nel cervello.

Si pensa che CGRP svolga un ruolo importante nel causare mal di testa. In effetti, le persone che iniziano a soffrire di emicrania o cefalea a grappolo hanno alti livelli di CGRP nel sangue. Bloccando l’attività di CGRP, Emgality aiuta a prevenire l’avvio di un’emicrania e cura il mal di testa a grappolo.

Mentre la maggior parte dei farmaci prende di mira (agisce su) più sostanze chimiche o parti di cellule nel corpo, gli anticorpi monoclonali come l’Emgality prendono di mira solo una sostanza nel corpo. Di conseguenza, l’Emgality ha meno effetti collaterali e interazioni farmacologiche. Questo può renderlo una buona opzione per le persone che non possono tollerare altri farmaci.

Potrebbe anche essere una buona opzione per le persone che hanno provato altri farmaci che non hanno aiutato a ridurre abbastanza i loro giorni di emicrania o il mal di testa a grappolo.

Quanto tempo ci vuole per funzionare?

Potrebbero essere necessarie da una settimana a diverse settimane per notare eventuali cambiamenti nel modello di mal di testa causati da Emgality. E potrebbero essere necessari diversi mesi affinché Emgality abbia pieno effetto.

Negli studi clinici , molte persone che hanno assunto Emgality hanno avuto meno giorni di emicrania entro un mese dalla loro prima dose. Il numero di giorni di emicrania ha continuato a diminuire per diversi mesi. Per quelli con mal di testa a grappolo, molte persone hanno avuto meno attacchi di cefalea a grappolo entro la prima settimana di trattamento.

Emgality e gravidanza

Non ci sono abbastanza studi per sapere se Emgality è sicuro da assumere durante la gravidanza. Gli studi sugli animali non hanno mostrato alcun danno a una gravidanza quando la madre ha ricevuto Emgality. Tuttavia, gli studi sugli animali non prevedono sempre se i farmaci saranno sicuri per l’uomo.

Se sei incinta o stai pensando di rimanere incinta, parla con il tuo medico per vedere se Emgality è giusto per te. Potrebbe essere necessario attendere fino a quando non sei più incinta per usare Emgality.

Emgalità e allattamento

Non è noto se Emgality passi nel latte materno.

Se stai allattando tuo figlio o desideri farlo, il medico parlerà con te dei rischi e dei benefici dell’allattamento durante l’assunzione di Emgality. Potrebbe essere necessario interrompere l’allattamento se si inizia a prendere l’Emgality.

Domande comuni su Emgality

Ecco le risposte ad alcune domande frequenti su Emgality.

Emgality è un triptano?

No, l’Emgality non è un triptano. I triptani, come il sumatriptan (Imitrex), sono una classe di farmaci che vengono utilizzati per trattare l’emicrania o il mal di testa a grappolo quando si verificano. L’emgalità viene utilizzata per prevenire l’emicrania. Emgalità e triptani lavorano in diversi modi per influenzare l’emicrania o il mal di testa a grappolo.

Emgality è uguale ad Aimovig?

No. Emgality (galcanezumab) e Aimovig (erenumab) sono entrambi farmaci usati per prevenire l’emicrania ed entrambi appartengono a una nuova classe di farmaci chiamati antagonisti del peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP). Tuttavia, Emgality è anche approvato per il trattamento del mal di testa a grappolo. Questi farmaci agiscono in modi leggermente diversi nel tuo corpo.

La CGRP è una proteina nel tuo corpo che è stata collegata all’infiammazione e alla vasodilatazione (allargamento dei vasi sanguigni) nel cervello. Per causare questi effetti, la CGRP deve legarsi (attaccarsi) ai suoi recettori, che sono molecole sulle pareti delle cellule del cervello.

L’emgalità funziona legandosi ai recettori stessi, il che impedisce a CGRP di fare lo stesso. Aimovig, d’altra parte, si lega a CGRP, il che impedisce anche a CGRP di legarsi ai recettori.

Quindi entrambi i farmaci impediscono al CGRP di legarsi ai suoi recettori, ma lo fanno in modi leggermente diversi. Il medico stabilirà quale farmaco è giusto per te.

In che modo l’Emgality è diversa dagli altri farmaci per l’emicrania?

L’emgalità è diversa dalla maggior parte degli altri farmaci per l’emicrania perché è uno dei primi farmaci sviluppati appositamente per prevenire l’emicrania. Appartiene a una nuova classe di farmaci chiamati antagonisti del peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP).

La maggior parte degli altri farmaci usati per prevenire l’emicrania è stata inizialmente sviluppata per diversi scopi, come il trattamento della depressione, convulsioni o ipertensione . Molti sono usati off-label per prevenire l’emicrania.

L’emgalità è anche diversa dalla maggior parte degli altri farmaci per l’emicrania perché viene iniettata una volta al mese. La maggior parte degli altri farmaci usati per prevenire l’emicrania sono compresse o pillole che devono essere assunte quotidianamente. Il botox, un farmaco alternativo, è un’iniezione, ma viene somministrato una volta ogni tre mesi in uno studio medico. L’emgality è data come autoiniezione nella tua casa.

Inoltre, Emgality è un anticorpo monoclonale. Questo è un tipo di farmaco sviluppato dalle cellule del sistema immunitario in un laboratorio. Questi farmaci non vengono scomposti dal fegato, come la maggior parte degli altri farmaci per la prevenzione dell’emicrania. Di conseguenza, Emgality e altri anticorpi monoclonali hanno meno interazioni farmacologiche rispetto ad altri farmaci che prevengono l’emicrania.

Se prendo Emgality, posso smettere di assumere altri miei farmaci preventivi?

La risposta di ogni persona all’emgality sarà unica. Alcune persone potrebbero essere in grado di interrompere l’assunzione di altri farmaci preventivi, mentre altre no. Ad esempio, se hai emicranie o mal di testa a grappolo più frequenti, Emgality può essere utilizzato al meglio come aggiunta ai farmaci che già assumi.

Sovradosaggio di emgalità

L’iniezione di dosi multiple di Emgality può aumentare il rischio di reazioni nel sito di iniezione. Se sei ipersensibile o allergico all’emgality, potresti anche essere a rischio di avere una reazione più grave.

Sintomi di sovradosaggio o reazione da iniezioni multiple

I sintomi di un sovradosaggio o di una grave reazione da iniezioni multiple possono includere:

  • forte dolore, arrossamento o prurito nell’area vicino all’iniezione
  • risciacquo
  • orticaria
  • angioedema (gonfiore sotto la pelle, in genere palpebre, labbra, mani o piedi)
  • gonfiore della gola, della bocca o della lingua
  • problema respiratorio

Precauzioni di emgality

Prima di prendere Emgality, parla con il tuo medico della tua storia di salute. Emgality potrebbe non essere adatto a te se hai la seguente storia medica:

  • Storia di gravi reazioni di ipersensibilità all’emgality . L’emgalità non dovrebbe essere usata nelle persone che in passato hanno avuto una grave reazione di ipersensibilità all’emgality. Una reazione grave comporta un’eruzione cutanea, prurito e difficoltà respiratorie. Ciò può verificarsi ore o giorni dopo l’assunzione di una dose.
  • Gravidanza . Parli con il medico se è incinta o potrebbe rimanere incinta durante l’utilizzo di Emgality. Non è noto se questo farmaco sia sicuro da assumere durante la gravidanza.

Scadenza, conservazione e smaltimento dell’emgalità

Quando Emgality viene erogato dalla farmacia, il farmacista aggiungerà una data di scadenza all’etichetta sulla confezione. Questa data è in genere un anno dalla data di erogazione del farmaco.

La data di scadenza aiuta a garantire l’efficacia del farmaco durante questo periodo. L’attuale posizione della Food and Drug Administration (FDA) è quella di evitare l’uso di farmaci scaduti. Se hai farmaci inutilizzati che sono andati oltre la data di scadenza, chiedi al tuo farmacista se potresti essere ancora in grado di usarli.

Conservazione

Per quanto tempo un farmaco rimane efficace può dipendere da molti fattori, incluso il modo e il luogo di conservazione del farmaco.

L’emgality deve essere conservata in frigorifero, a una temperatura compresa tra 36 ° F e 46 ° F (2 ° C e 8 ° C). Non dovrebbe essere congelato. L’emgality può essere conservata a temperatura ambiente (fino a 86 ° F) per un massimo di 7 giorni. Una volta rimosso dal frigorifero, non rimetterlo in frigorifero.

Disposizione

Dopo aver preso le tue iniezioni, dovrai smaltire in sicurezza gli aghi che hai usato. Il produttore di Emgality ha un programma in grado di fornire contenitori gratuiti per lo smaltimento di oggetti taglienti. Per ulteriori informazioni su questo programma, visitare il sito Web del produttore o chiamare il numero 833-364-2548.

Se non è più necessario assumere Emgality e disporre di farmaci rimanenti, è importante smaltirlo in modo sicuro. Questo aiuta a impedire ad altri, compresi bambini e animali domestici, di assumere il farmaco per caso. Inoltre aiuta a evitare che il farmaco danneggi l’ambiente.

Il sito Web della FDA fornisce numerosi suggerimenti utili sullo smaltimento dei farmaci. Puoi anche chiedere al tuo farmacista informazioni su come smaltire i farmaci.

Informazioni professionali per Emgality

Le seguenti informazioni sono fornite per clinici e altri professionisti sanitari.

indicazioni

Emgality è approvato per l’uso negli adulti per:

  • prevenzione dell’emicrania
  • trattamento del mal di testa episodico a grappolo

Meccanismo di azione

L’emgality (galcanezumab) è un anticorpo monoclonale umanizzato che blocca il peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP) dal legame con il suo recettore.

Farmacocinetica e metabolismo

L’emgality viene somministrata come dose di carico (2 iniezioni da 120 mg ciascuna) per raggiungere la concentrazione allo stato stazionario dopo la prima dose per la prevenzione dell’emicrania.

Non esiste una dose di carico per il trattamento del mal di testa a grappolo. La concentrazione allo stato stazionario di Emgality quando usata per trattare il mal di testa a grappolo viene raggiunta dopo quattro dosi (una dose al mese per quattro mesi).

La concentrazione massima viene raggiunta in cinque giorni. La posizione del sito di iniezione non influisce sull’assorbimento.

L’Emgality viene degradata in piccoli peptidi e aminoacidi attraverso il catabolismo. Non è metabolizzato dagli enzimi del citocromo P450. L’emivita di eliminazione è di circa 27 giorni.

Controindicazioni

L’Emgality è controindicata nelle persone con una storia di grave ipersensibilità al galcanezumab o ad uno qualsiasi degli eccipienti del farmaco.

Conservazione

L’emgality deve essere conservata in frigorifero (da 36⁰F / 2⁰C a 46⁰F / 8⁰C). La durata di conservazione di Emgality è di due anni se mantenuta in frigorifero. Può essere conservato a temperatura ambiente (fino a 86 ° F / 30 ° C) per un massimo di 7 giorni. Una volta rimosso dal frigorifero, non può essere rimesso nel frigorifero. Non dovrebbe essere congelato.

Proteggi l’Emgality dalla luce una volta estratta dalla confezione. Non agitare i prodotti Emgality.

Disclaimer : Farmajet news ha fatto ogni sforzo per assicurarsi che tutte le informazioni siano effettivamente corrette, complete e aggiornate. Tuttavia, questo articolo non deve essere utilizzato come sostituto delle conoscenze e delle competenze di un professionista sanitario autorizzato. Si consiglia di consultare sempre il proprio medico o altro operatore sanitario prima di assumere qualsiasi farmaco. Le informazioni sui farmaci contenute nel presente documento sono soggette a modifiche e non intendono coprire tutti i possibili usi, indicazioni, precauzioni, avvertenze, interazioni farmacologiche, reazioni allergiche o effetti avversi. L’assenza di avvertenze o altre informazioni per un determinato farmaco non indica che la combinazione di farmaco o farmaco sia sicura, efficace o appropriata per tutti i pazienti o tutti gli usi specifici.

Annunci

Quali alimenti aiutano a prevenire l’emicrania?

Poiché le emicranie possono essere così debilitanti, può essere utile identificare ed evitare potenziali fattori scatenanti. Per alcune persone, i trigger di emicrania possono includere alimenti specifici o tipi di cibo.

Al contrario, alcuni alimenti possono ridurre la frequenza di emicrania o ridurre i sintomi. Mentre non esiste una “dieta emicrania” definitiva, le persone possono essere in grado di ridurre le loro emicranie monitorando ciò che mangiano.

In questo articolo, guardiamo alcuni degli alimenti che possono prevenire, innescare o alleviare l’emicrania.

Quali alimenti possono aiutare a prevenire l’emicrania?

alimenti emicrania.jpg

Mangiare cereali integrali e verdure fresche può aiutare a prevenire l’emicrania.

Mangiare una dieta salutare può aiutare a prevenire l’emicrania. Una dieta salutare dovrebbe essere costituita da cibi freschi, compresi frutta, verdura, cereali integrali e proteine ​​magre.

È meno probabile che gli alimenti freschi abbiano aggiunto conservanti alimentari, come il glutammato monosodico (MSG). I conservanti possono innescare emicranie in alcune persone, quindi evitare gli alimenti che li contengono può aiutare.

L’ Associazione dei Disturbi Emicranici ha creato un elenco di “alimenti sicuri per l’emicrania” per guidare le scelte alimentari di una persona. Questi alimenti in genere non contengono conservanti, lieviti, aromi e altre sostanze potenzialmente scatenanti dell’emicrania, come i nitriti e la fenilalanina.

Di seguito, vediamo quali cibi mangiare ed evitare in una serie di gruppi alimentari:

Pane, cereali e cereali

Alimenti da mangiare:

  • la maggior parte dei cereali, ad eccezione di quelli contenenti noci, frutta secca o aspartame
  • bagel semplici o di semi di sesamo
  • pane veloce, come il pane allo zafferano o il pane alle zucchine
  • salatini e patatine fritte più semplici
  • cracker non aromatizzati, come le saline o i cracker del club
  • pane bianco, di grano, di segale o di segale da un negozio

Alimenti da evitare:

  • cracker aromatizzati, come cracker al formaggio cheddar
  • pane fresco che è fatto in casa o dalla panetteria di un droghiere
  • pizza, in quanto è anche un pane fresco
  • patatine aromatizzate o stagionate
  • morbidi Pretzel

Carni, noci e semi

Alimenti da mangiare:

  • manzo fresco, pollo, pesce, agnello, maiale, tacchino o vitello
  • semi di papavero
  • semi di zucca
  • semi di sesamo
  • semi di girasole senza aromi naturali

Alimenti da evitare:

  • manzo e fegatini di pollo
  • carni impanate
  • carni marinate
  • popcorn aromatizzato
  • burro di noci

Condimenti per insalata e salse

Alimenti da mangiare:

  • salse fatte in casa che utilizzano ingredienti freschi senza aromi artificiali
  • medicazioni fatte in casa
  • condimenti per insalata con olio e aceto bianco distillato

Alimenti da evitare:

  • condimenti per insalata in bottiglia
  • cali preconfezionati, come salsa, salsa alfredo o salse alla senape

Molti condimenti per insalata in bottiglia e salse pre-confezionate contengono additivi e conservanti che possono scatenare l’emicrania. Gli additivi per evitare includono MSG, nitriti e aspartame.

Formaggi stagionati e aceto di vino rosso possono anche contribuire alle emicranie, quindi è meglio limitare il loro consumo.

Frutta e verdura

Alimenti da mangiare:

  • frutta fresca
  • verdure fresche
  • lattuga insaccata senza conservanti

Esempi di verdure da mangiare sono peperoni, zucchine, patate fresche, carote e cavolfiori.

Alimenti da evitare:

  • purè di patate in scatola
  • frutta secca contenente conservanti a base di solfito
  • agrumi
  • fagioli di Lima
  • fagioli navy
  • cipolle
  • crauti

Alcuni frutti possono contenere anche pollini o altri composti e questi possono causare un rilascio di istamina che potrebbe scatenare un’emicrania. Gli esempi includono banane , arance, pompelmi, lamponi e prugne.

Altri consigli di prevenzione

Mangiare molti piccoli pasti durante il giorno può anche aiutare a mantenere costanti i livelli di zucchero nel sangue e prevenire la fame, che può scatenare l’emicrania in alcune persone.

Un approccio nutriente alla dieta può aiutare anche una persona a mantenere un peso sano. Secondo l’ American Migraine Foundation , il sovrappeso può rendere le emicranie più probabili o peggiorare i loro sintomi.

Quali alimenti possono scatenare l’emicrania?

parmigiano.jpg

Mangiare formaggi stagionati può causare emicranie.

I cibi che scatenano l’emicrania variano da persona a persona, e alcuni individui potrebbero non avere alcun trigger di emicrania legati all’alimentazione.

Tuttavia, alcuni alimenti che comunemente scatenano l’emicrania includono:

  • formaggi stagionati
  • alcool, in particolare birra e vino rosso
  • cioccolato
  • salumi
  • conservanti alimentari, come nitrati, nitriti, glutammato monosodico e dolcificanti artificiali
  • pesce affumicato
  • estratto di lievito

Non mangiare nulla può anche portare ad un aumento dell’incidenza di emicranie. Per alcune persone, fame prolungata e non mangiare abbastanza sono noti trigger di mal di testa . Ciò potrebbe essere dovuto a un legame tra bassi livelli di zucchero nel sangue e peggioramento dell’emicrania.

Suggerimenti per identificare i cibi trigger

Alcuni medici possono consigliare alle persone con emicrania di tenere un diario alimentare per tenere traccia di ciò che mangiano e dei sintomi di mal di testa che provano.

Vale la pena notare che alcune persone possono avere una reazione immediata a un alimento, mentre altri potrebbero non reagire fino a 24 ore dopo averlo mangiato.

Il prossimo passo è provare a rimuovere un potenziale alimento scatenante dalla dieta per vedere se si verificano ancora emicranie. Ad esempio, una persona può decidere di evitare tutti i prodotti che contengono vino rosso per una settimana, compreso l’aceto di vino rosso e il vino stesso.

Questo approccio può garantire che le persone non rimuovano inutilmente gli alimenti dalla loro dieta.

Trigger aggiuntivi di emicrania

I medici hanno identificato cinque principali categorie di trigger per le emicranie, una delle quali è costituita da diversi tipi di alimenti. Le altre quattro categorie sono:

  • Cambiamenti nell’ambiente . I cambiamenti della pressione atmosferica, della stagione e persino delle tempeste possono scatenare emicranie.
  • Ormoni . Le variazioni dei livelli ormonali che si verificano a causa del ciclo mestruale possono scatenare emicranie, così come alcuni cambiamenti ormonali durante la gravidanza.
  • Stimolazione sensoriale . Le luci intense, certi odori, fumo e rumori eccessivi e ripetitivi possono scatenare emicranie in alcune persone.
  • Lo stress . Lo stress , l’esercizio fisico intensivo, la malattia o abitudini di sonno insolite possono scatenare emicranie.

A volte, una combinazione di trigger di emicrania può portare a un mal di testa emicrania. Ad esempio, una persona potrebbe essere molto stressata, perdere un pasto e ridurre le ore di sonno.

Alimenti da mangiare durante un attacco di emicrania

La caffeina è una sostanza cristallina che potrebbe aiutare nel trattamento delle emicranie. Alcune case farmaceutiche aggiungono caffeina in polvere a trattamenti di cefalea da banco (OTC).

Tuttavia, vi è una linea sottile tra la quantità di caffeina che potrebbe ridurre l’emicrania e troppa caffeina, che potrebbe scatenare sintomi di mal di testa ritiro.

L’ American Migraine Foundation consiglia alle persone che soffrono di emicrania di limitare la loro assunzione giornaliera di caffeina a 200 milligrammi (mg). Tuttavia, vale la pena notare che consumare regolarmente più di 100 mg di caffeina al giorno è un fattore di rischio per il mal di testa.

Mangiare cibi blandi dagli elenchi degli alimenti approvati sopra può aiutare a minimizzare la nausea durante un attacco di emicrania. Esempi di questi alimenti includono pane bianco, cracker salati e pere.

Ulteriori opzioni di trattamento dell’emicrania

pillola mal di testa.jpg

Un medico può prescrivere farmaci per curare l’emicrania.

Fare cambiamenti dietetici non è l’unica opzione per il trattamento di emicranie.

Sono disponibili alcuni farmaci OTC specifici per l’emicrania. Questi spesso combinano acetaminofene, aspirina e caffeina.

Chiunque abbia bisogno di assumere questi farmaci più volte alla settimana per gestire i loro sintomi è probabile che richieda altri trattamenti di prescrizione per ridurre le loro emicranie.

Altri approcci terapeutici possono includere:

  • Farmaci che possono ridurre l’eccessiva segnalazione nervosa che contribuisce alle emicranie, come topiramato (Topamax). Iniezioni di aabotulina tossina A ( BOTOX ), che possono aiutare a ridurre l’insorgenza e la gravità delle emicranie.
  • Stimolazione del nervo occipitale (ONS), un approccio che i medici di solito riservano per i più gravi e ricorrenti mal di testa.

ONS comporta l’inserimento di dispositivi speciali chiamati cavi nel tessuto nella parte posteriore della testa dove i nervi occipitali trasmettono. Le derivazioni inviano segnali a questi nervi per cercare di interrompere le trasmissioni che potrebbero portare a emicranie.

Alcuni approcci naturali, come l’uso di menta piperita, lo zenzero e il Partenio, possono anche alleviare i sintomi dell’emicrania.

Farmajet consiglia lo Zenzero Puro biodisponibile per curare l’emicrania, basta prendere 2 capsule al giorno per 3 mesi per ridurre la sintomatologia del mal di testa causato da emicrania.

ZENZERO-PURO-BIODISPONIBILE--INTEGRATORE-PER-LA-FUNZIONE-DIGESTIVA-E-GASTROINTESTINALE--50-CAPSULE-DA-035-G

 

Un medico può discutere queste opzioni di trattamento e altri con una persona per aiutarli a gestire il loro mal di testa.

prospettiva

La dieta può svolgere un ruolo nel prevenire, innescare e alleviare l’emicrania. Tuttavia, le emicranie variano da persona a persona, quindi un tipo di cibo che è benefico per una persona potrebbe non essere adatto per un altro.

Secondo l’Associazione dei disturbi dell’emicrania, meno del 30 percento delle persone che soffrono di emicrania ha identificato fattori scatenanti correlati al cibo. Nonostante questo, molte persone cercano di tenere riviste alimentari o diete di eliminazione nel tentativo di identificare i potenziali trigger.

Nei casi che comportano la dieta, le persone possono evitare cibi noti per scatenare il mal di testa per aiutare a controllare il dolore e ridurre la frequenza o la gravità delle loro emicranie. È meglio lavorare con un medico e un dietista registrato per determinare una dieta efficace e un piano di prevenzione dell’emicrania.

Il Magnesio puro Essenziale allevia le emicranie?

Le emicranie possono essere difficili da trattare con gli antidolorifici tradizionali, quindi molte persone cercano modi alternativi per prevenirli. Un potenziale rimedio è il magnesio.

Il magnesio è un minerale naturale che aiuta a mantenere stabile la pressione sanguigna , favorisce la salute del cuore, regola la funzione nervosa e muscolare e costruisce ossa, DNA e proteine. Una mancanza di magnesio può anche contribuire a mal di testa ed emicranie .

Alcune persone usano il magnesio per trattare e prevenire i sintomi dell’emicrania, tra cui un forte mal di testa, disturbi visivi, sensibilità alla luce e al suono, nausea e vomito.

Il magnesio aiuta a sbarazzarsi delle emicranie?

magnesio integratore.jpg

Gli studi suggeriscono che il magnesio può aiutare a prevenire il mal di testa.

Alcune ricerche hanno indicato che l’assunzione di un integratore di magnesio potrebbe essere un modo efficace per prevenire il mal di testa. Altri studi hanno anche suggerito che i livelli di magnesio nel cervello di una persona possono essere bassi durante l’emicrania.

L’American Migraine Foundation suggerisce di assumere un supplemento di ossido di magnesio per 400-500 milligrammi (mg) al giorno per prevenire l’emicrania.

Alcuni ricercatori pensano che l’efficacia del magnesio come prevenzione contro l’emicrania aumenta quando una persona assume dosi più elevate – oltre 600 (mg) – per almeno 3 o 4 mesi.

Tuttavia, assumere alte dosi di magnesio come integratore può causare effetti avversi in alcune persone.

L’assunzione di magnesio può essere più efficace per le persone le cui emicranie includono aura o disturbi visivi.

Come usare il magnesio per l’emicrania

Le persone con emicrania possono assumere l’ossido di magnesio sotto forma di una pillola per integrare l’assunzione di magnesio.

In alternativa, un medico può somministrare per via endovenosa 1-2 grammi (g) di solfato di magnesio se una persona ha problemi ad assorbirlo.

Altre forme di magnesio includono:

  • carbonato di magnesio
  • cloruro di magnesio
  • citrato di magnesio

Il corpo assorbe questi diversi tipi di magnesio a velocità diverse. Il corpo ha difficoltà ad assorbire il magnesio a meno che non sia legato a qualcos’altro, quindi gli integratori di magnesio spesso contengono altre sostanze, come gli amminoacidi, che forniscono anche benefici per la salute.

Alcune persone preferiscono aumentare il loro apporto di magnesio attraverso la loro dieta.

Gli alimenti che contengono magnesio includono:

  • noci e cereali
  • fagioli neri e lenticchie
  • cereali
  • spezie
  • cacao
  • tè e caffè
  • verdure a foglia verde
  • avocado
  • semi, come semi di zucca o di zucca
  • mandorle
  • sgombro, tonno e Pollock
  • yogurt magro o kefir
  • banane
  • fichi
  • cioccolato fondente

L’ assunzione giornaliera media raccomandata di magnesio è di 310-320 mg per le donne e di 400-420 mg per gli uomini.

Effetti collaterali e rischi

crampi allo stomaco.jpg

Supplementi di magnesio possono causare crampi e vomito.

Il magnesio si trova naturalmente in molti alimenti. Aumentare i livelli di magnesio mangiando più di questi alimenti non sembra avere alcun rischio associato.

Tuttavia, l’assunzione di troppi supplementi di magnesio può causare alcuni effetti avversi, tra cui diarrea , crampi e vomito.

Se una persona sperimenta la diarrea a causa di un supplemento di magnesio, dovrebbe smettere di prenderlo. È anche essenziale per una persona con diarrea rimanere idratata.

Le persone dovrebbero anche evitare di assumere integratori di magnesio insieme a un tipo di antibiotici noti come aminoglicosidi. L’assunzione di queste sostanze insieme può causare debolezza muscolare e altri problemi.

Il magnesio può anche interferire con il modo in cui una persona assorbe gli antibiotici. Pertanto, una persona dovrebbe assumere gli antibiotici necessari almeno 2 ore prima o 4-6 ore dopo aver assunto questi supplementi.

Il magnesio può anche abbassare la pressione sanguigna di una persona. Le persone che assumono farmaci per l’ ipertensione che assumono integratori di magnesio potrebbero essere a rischio di ipotensione , ovvero quando la pressione del sangue scende pericolosamente bassa.

Un eccessivo accumulo di magnesio nel corpo può portare a gravi effetti collaterali, tra cui:

  • un battito cardiaco irregolare
  • respirazione rallentata
  • coma

Supplementi di magnesio possono anche causare effetti collaterali aggiuntivi in ​​persone con determinate condizioni mediche, come ad esempio:

  • disturbi emorragici
  • diabete
  • problemi renali, compresa l’insufficienza renale
  • condizioni gastrointestinali, come la malattia infiammatoria intestinale (IBD) o un’infezione allo stomaco

Chiunque pensi di prendere integratori di magnesio dovrebbe prima discuterne con un medico. Un medico può consigliare a un individuo se il supplemento è sicuro in base alla sua storia medica.

Le donne incinte dovrebbero anche consultare un medico prima di prendere un integratore di magnesio. Dovrebbero anche evitare di assumere alte dosi di solfato di magnesio per via endovenosa, poiché potrebbero causare assottigliamento osseo nel feto in via di sviluppo.

Porta via

Se preso correttamente, il magnesio potrebbe essere un’opzione di trattamento sicuro per le persone con emicrania. Ha un potenziale minore di effetti collaterali negativi rispetto ad alcuni trattamenti medici tradizionali.

Le persone con una storia di aura possono trovare particolarmente utile l’uso dell’ossido di magnesio.

Chiunque stia prendendo in considerazione l’assunzione di integratori di magnesio dovrebbe prima parlare con un medico, in quanto potrebbe interagire con i farmaci di una persona o peggiorare i sintomi di una condizione esistente.

Gli integratori di magnesio sono disponibili in molte farmacie, negozi di alimenti naturali e online .

Farmajet consiglia per curare il mal di testa da emicrania di assumere due cucchiaini da magnesio puro essenziale la mattina disciolto in un bicchiere d’acqua, attendere il deposito e bere solo il liquido.

Magnesio puro essenziale

MAGNESIO-PURO-ESSENZIALE-300-G.jpg

Cosa causa mal di testa con nausea?

Alcuni tipi di mal di testa sono accompagnati da nausea, che è la sensazione di aver bisogno di vomitare. Le emicranie sono la causa più comune di mal di testa e nausea.

Altre cause comuni includono:

  • l’ influenza
  • un raffreddore
  • disidratazione
  • gravidanza
  • allergie alimentari
  • consumo eccessivo di caffeina, nicotina o alcol

In questo articolo, esploriamo le cause comuni di entrambi i mal di testa e la nausea, così come alcuni problemi sottostanti che sono meno comuni e più seri. Discutiamo anche trattamenti e modi per prevenire i sintomi.

Le cause

mal di testa.jpg

Un mal di testa accompagnato da nausea è un sintomo comune di emicrania.

I mal di testa sono molto comuni e la maggior parte delle persone ne sperimenterà una di volta in volta. La nausea a volte accompagna un mal di testa, e un certo numero di problemi di salute può causare questo.

Le emicranie rappresentano la causa più comune di entrambi i sintomi. Secondo una recensione del 2015 , circa 1 persona su 7 in Italia  soffre di emicranie ogni anno.

Un’emicrania si sente come un mal di testa moderato o grave. Il dolore è spesso palpitante e si trova su un lato della testa. Durante l’emicrania, una persona può anche sperimentare:

  • nausea
  • vomito
  • sensibilità alla luce o al suono

Cause comuni

Oltre alle emicranie, le cause comuni di mal di testa e nausea includono:

  • cefalea a grappolo
  • l’influenza, l’influenza dello stomaco o il raffreddore
  • disidratazione
  • uso eccessivo di nicotina, caffeina o alcol
  • stress , depressione o ansia
  • allergie alimentari
  • avvelenamento del cibo
  • mal di gola
  • tonsillite
  • sindrome premestruale
  • gravidanza

Un’altra causa comune di mal di testa e nausea è bassa glicemia, che può derivare da:

  • non mangiare abbastanza
  • uso eccessivo di farmaci per il diabete
  • malattia del fegato o dei reni
  • carenze ormonali
  • bere alcolici in eccesso
  • alcuni farmaci

Altre cause di cefalea e nausea concomitanti sono più gravi e possono richiedere un trattamento medico urgente. Comprendere l’intera gamma di cause è essenziale, in quanto può consentire a una persona di cercare il giusto trattamento nel tempo.

Cause più gravi

Mal di testa e nausea sono sintomi delle seguenti gravi condizioni e lesioni:

  • malattie renali
  • meningite
  • malaria
  • febbre gialla
  • epatite A
  • trauma cranico
  • frattura del cranio
  • aneurisma cerebrale
  • tumore al cervello

Perché le emicranie causano nausea?

emicrania.jpg

Trovarsi in una stanza buia e tranquilla può aiutare a ridurre i sintomi dell’emicrania.

Secondo i risultati di una revisione del 2013 , oltre il 60% delle persone con emicrania ha anche nausea e vomito. Tuttavia, la comunità medica è ancora incerta sul motivo per cui le emicranie possono causare nausea.

Una spiegazione è che le emicranie influenzano le vie nervose che stimolano la parte del cervello che controlla il vomito. Uno studio del 2014 ha rilevato che le persone che soffrono di emicrania con nausea hanno mostrato attività nell’area midollare dorsale rostrale del cervello, che probabilmente controlla la nausea.

Un’altra teoria riguarda la serotonina , una sostanza chimica nel cervello che colpisce:

  • nausea
  • umore
  • comportamento sociale
  • appetito
  • digestione
  • memoria
  • desiderio sessuale

Secondo una revisione del 2012 , le persone con emicrania a volte hanno ridotto i livelli di serotonina, che può anche portare a nausea.

Trattamento

Il trattamento per mal di testa e nausea dipende dalla causa. Se la causa è un’emicrania, il seguente potrebbe aiutare:

  • prendendo farmaci antidolorifici
  • sdraiato in una stanza tranquilla e buia
  • stendere un panno caldo sulla fronte
  • mettendo un impacco freddo sulla parte posteriore del collo
  • provare trattamenti complementari, come l’aromaterapia o l’ agopuntura
  • assumendo farmaci anti-nausea
  • ottenere l’aria fresca
  • attenendosi a cibi insipidi e piccole porzioni

Quando vedere un dottore

mal di testa dottore.jpg

Chiunque abbia mal di testa persistente dovrebbe vedere un medico.

Se una persona ha un forte mal di testa improvviso e nessuna storia di emicranie, dovrebbe parlare con un medico.

Rivolgiti subito a un medico se un mal di testa e una nausea seguono un colpo alla testa.

Inoltre, consultare un medico se il mal di testa dovesse peggiorare nel tempo o accompagnare uno dei seguenti sintomi:

  • perdita di conoscenza
  • visione offuscata
  • una febbre
  • difficoltà a parlare
  • sensazione di vertigini o confusione
  • avendo un torcicollo
  • vomito che si verifica sporadicamente per più di 1 giorno
  • non urinare per più di 8 ore

Prevenzione

Potrebbe non essere sempre possibile prevenire il mal di testa e la nausea. Tuttavia, il seguente potrebbe aiutare:

  • smettere di fumare
  • riducendo l’assunzione di caffeina e alcol
  • riducendo gli effetti dello stress attraverso la consapevolezza, la meditazione o lo yoga
  • bere molta acqua
  • evitando cibi che hanno precedentemente attivato un’emicrania
  • mangiare una dieta sana ed equilibrata
  • praticare una buona igiene per evitare raffreddori, influenza o influenza dello stomaco
  • fare molte pause guardando gli schermi
  • fare abbastanza esercizio

Porta via

Le emicranie sono la causa più comune di mal di testa che si verificano con nausea. Anche la disidratazione e il basso livello di zucchero nel sangue sono spesso responsabili.

Alcune cause sono più serie. Diversi influenzano il cervello, come la meningite, gli aneurismi cerebrali e i tumori. Questi problemi tipicamente presentano sintomi aggiuntivi.

Chiunque sia preoccupato o insicuro sulla causa del mal di testa e della nausea dovrebbe parlare con un medico.

 

FARMAJET consiglia per prevenire il mal di testa e l’emicrania l’assunzione giornaliera della Curcuma pura Biodisponibile con 2 capsule al giorno prima dei pasti si riesce a prevenire l’emicrania ecco il link per approfondimenti CURCUMa Pura Biodisponibile

curcuma pura farmajet.jpg

L’olio di CBD può aiutare con l’emicrania?

L’olio di cannabidiolo proviene dalla pianta di marijuana, ma contiene solo tracce, se ce ne sono, del composto che produce un alto. Mentre l’olio di cannabidiolo non ha effetti psicoattivi, può alleviare il dolore, e mostra alcune promesse come trattamento per l’emicrania.

Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se l’olio di cannabidiolo (CBD) sia sicuro ed efficace. Inoltre, poiché i prodotti derivati ​​dalla marijuana o dalla cannabis tendono a non essere regolati, è difficile garantire la qualità e la quantità degli ingredienti.

Tuttavia, per le persone che non hanno ancora trovato un trattamento efficace per l’ emicrania , può essere opportuno prendere in considerazione l’olio di CBD. Parla con un medico prima di ottenerlo. Inoltre, assicurarsi che sia legale da usare e acquistato da una fonte attendibile, per garantire la sicurezza.

Perché l’olio di CBD dovrebbe funzionare per l’emicrania?

cbd olio

L’olio di cbd è popolare per i suoi benefici antidolorifici.

La causa dell’emicrania non è chiara. Alcune persone con emicrania possono avere livelli squilibrati della serotonina del neurotrasmettitore . Bassi livelli di serotonina possono causare la dilatazione dei vasi sanguigni, scatenando un’emicrania nelle persone a loro soggette.

Gli autori di uno studio preclinico pubblicato su Addiction Biology hanno ipotizzato che i composti della cannabis potrebbero aumentare i livelli di serotonina in alcune persone. Se questo effetto viene raggiunto, i cannabinoidi possono essere usati per prevenire l’emicrania aumentando i livelli di serotonina.

Tuttavia, la cannabis ha dimostrato di abbassare i livelli di serotonina in alcune persone, soprattutto quando viene utilizzato troppo. Sono necessari ulteriori studi.

Cosa dice la ricerca?

L’olio di CBD può essere un’opzione per alleviare il dolore. Gli autori di uno studio del 2012 suggeriscono che l’olio di CBD può aiutare ad alleviare alcuni tipi di dolore cronico. Tuttavia, lo studio non si riferiva specificamente a mal di testa o emicranie.

I risultati di uno studio del 2016 indicano che la marijuana medica può ridurre la frequenza dell’emicrania. Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare quale dosaggio e formulazione sono più efficaci.

Gli autori di uno studio del 2009 hanno trovato prove che suggeriscono che i composti della cannabis possono trattare il dolore cronico in persone che hanno assunto oppioidi per lunghi periodi.

Legalità

pianta di mariuana

I prodotti di cannabis non sono legali in tutti gli stati degli Stati Uniti.

Più della metà degli Stati Uniti ha legalizzato l’uso medico di alcuni prodotti a base di cannabis.

Alcuni stati consentono specificamente l’uso di olio di CBD se il prodotto contiene poco tetraidrocannabinolo (THC). In alcuni casi, l’olio di CBD è legale, anche quando la marijuana medica non lo è.

Le leggi variano ampiamente. Visita il sito ufficiale dello stato per trovare informazioni affidabili.

Oppure, parla con un dottore del CBD e se può essere usato in sicurezza e legalmente.

Come si usa l’olio di CBD?

Il CBD può essere usato in diversi modi. Può essere:

  • un ingrediente in prodotti che possono essere consumati
  • in forma di capsule
  • inalato o svapato
  • applicato sulla pelle per via topica
  • in gocce o spray usati in bocca

Poiché nessuno studio sugli esseri umani ha studiato gli effetti dell’olio di CBD sulle emicranie, non esiste alcun dosaggio o metodo standard.

Tuttavia, un medico in un’area in cui l’olio di CBD è legale può essere in grado di raccomandare un dosaggio basso e sicuro per iniziare.

rischi

Uno dei maggiori rischi riguarda la mancanza di regolamentazione. Poiché la FDA non ha approvato la cannabis per uso medico, la potenza dell’olio di CBD non è controllata prima della commercializzazione e della vendita negli Stati Uniti.

Una lettera di ricerca del 2017 pubblicata sul Journal of the American Medical Association ha rilevato che i prodotti CBD erano etichettati in modo errato. Alcuni contenevano più CBD di quelli dichiarati, altri contenevano minori e alcuni contenevano anche quantità significative di THC.

Gli autori di una revisione 2014 degli studi sulla CBD hanno sollevato preoccupazioni sulla mancanza di regolamentazione, sottolineando che i consumatori non possono essere sicuri di ciò che stanno assumendo quando i prodotti di CBD “non sono soggetti alle normative che disciplinano l’etichettatura, la purezza e l’affidabilità”.

Altri trattamenti per l’emicrania

farmacista che prende un medicinale farmajet

I farmaci da banco o da prescrizione possono essere raccomandati per il trattamento dell’emicrania.

Un medico probabilmente raccomanderà trattamenti comprovati prima dell’olio di CBD.

Nessun trattamento funziona per tutti, ma è stato dimostrato che un certo numero di farmaci riduce la frequenza delle emicranie e diminuisce l’intensità una volta iniziato.

I trattamenti di emicrania approvati includono:

  • antidolorifici over-the-counter (OTC) come il paracetamolo
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei ( FANS ) come l’ibuprofene o l’ aspirina
  • farmaci combinati che contengono un antidolorifico e caffeina
  • farmaci da prescrizione che aiutano a bloccare il dolore emicranico, come i triptani e gli ergotteri
  • farmaci che aiutano a prevenire emicranie, inclusi beta-bloccanti , antidepressivi e farmaci anti-sequestro
  • Trattamento di Botox

Molte persone provano alcuni trattamenti prima di trovarne uno che funzioni. Lavorare a stretto contatto con un medico e tenere traccia della frequenza e dell’intensità dell’emicrania può aiutare una persona a scoprire il trattamento migliore.

Asporto e quando vedere un dottore

Chiunque abbia esperienze di emicrania dovrebbe parlare con un medico. Molte terapie prescritte e da banco possono impedire alle emicranie di ricorrere frequentemente o diminuire la loro gravità.

Consultare un medico prima di provare l’olio di CBD o eventuali integratori o terapie naturali. Alcuni farmaci a base di erbe, tra cui cannabis e olio di CBD, possono avere pericolose interazioni con altri medicinali.

Un nuovo Farmaco dimezza gli attacchi di emicrania precedentemente non curabili

Un nuovo farmaco offre una nuova speranza a milioni di persone che soffrono di emicrania resistente al trattamento. Il composto, chiamato erenumab, si è dimostrato efficace nelle persone che non avevano superato fino a quattro trattamenti preventivi precedenti.
emicrania

Le persone con emicrania cronica potrebbero presto trovare sollievo in un nuovo farmaco.

Il nuovo studio è stato condotto dal Dr. Uwe Reuter, affiliato a The Charité – University Medicine Berlin in Germania.

I risultati del team danno speranza ai 12 milioni di persone in Italia le cui vite sono affette da emicrania .

L’emicrania è una condizione neurologica invalidante per la quale non esiste ancora una cura.

Un episodio può durare tra le 4 e le 72 ore ed è spesso accompagnato da altri sintomi debilitanti, come vomito, vertigini, sensazione di intorpidimento delle mani o dei piedi e compromissione della vista.

Si stima che oltre 1,5 milioni di persone in Italia soffrono di emicrania cronica quotidiana, il che significa che hanno un attacco di almeno 15 giorni al mese.

Per queste persone, le nuove scoperte – che saranno presentate alla 70a riunione annuale dell’American Academy of Neurology, tenutasi a Los Angeles, in California – potrebbero apportare sollievo.

Il farmaco erenumab è stato testato in persone con emicrania particolarmente difficile che era stata resiliente al trattamento. Il composto ha ridotto gli attacchi di emicrania del 50% per un terzo dei partecipanti allo studio.

Erenumab vs. trattamenti precedenti

Il Dr. Reuter e il team hanno reclutato 246 persone con emicrania episodica che era stata fallita da precedenti trattamenti.

Più in particolare, il 39% dei partecipanti aveva provato due precedenti farmaci inutilmente, il 38% era stato trattato senza successo con tre farmaci e il 23% aveva provato quattro farmaci ma non aveva avuto successo.

I partecipanti – che avevano in media nove emicranie al mese, all’inizio dello studio – erano divisi in due gruppi: un gruppo ha ricevuto iniezioni di 140 milligrammi del nuovo farmaco, mentre l’altro ha ricevuto un placebo .

il Farmaco dimezza gli attacchi e non ha effetti collaterali

Tre mesi dopo il trattamento, il 30% dei pazienti con emicrania nel gruppo di intervento aveva ridotto del 50% il numero dei loro attacchi mensili, mentre solo il 14% di quelli nel gruppo placebo aveva ridotto i loro attacchi della metà.

Ciò significa che coloro che hanno ricevuto il trattamento erano quasi tre volte più probabilità di dimezzare i loro attacchi. È importante sottolineare che il farmaco non ha presentato effetti collaterali.

Il Dr. Reuter commenta i risultati dello studio, dicendo: “Le persone che abbiamo incluso nel nostro studio erano considerate più difficili da trattare, il che significa che fino a quattro altri trattamenti preventivi non avevano funzionato per loro”.

“Il nostro studio ha rilevato che erenumab ha ridotto il numero medio di cefalee emicraniche mensili di oltre il 50% per quasi un terzo dei partecipanti allo studio.Questa riduzione della frequenza di emicrania può migliorare notevolmente la qualità della vita di una persona.”

Dr. Uwe Reuter

Il farmaco agisce bloccando i segnali del dolore nel cervello. Nello specifico, erenumab inibisce un recettore per un peptide correlato al gene della calcitonina (CGRP), che è responsabile dell’invio di segnali di dolore emicranico.

Poiché erenumab occupa il recettore stesso, CGRP non ha nessun posto dove legarsi.

“I nostri risultati mostrano che le persone che ritenevano che le loro emicranie fossero difficili da prevenire potevano effettivamente sperare di trovare sollievo dal dolore”, afferma il dott. Reuter. “Ora sono necessarie ulteriori ricerche per capire chi è più propenso a beneficiare di questo nuovo trattamento”.

Sollievo da emicrania: il sistema di predizione può aiutare a prevenire il dolore

Una nuova ricerca presenta la simulazione di un sistema che predice l’insorgenza di un attacco di emicrania con un grado notevolmente elevato di accuratezza. Essere in grado di prevedere un’emicrania può aiutare ad alleviare o addirittura prevenire il dolore del tutto.
emicrania1

I risultati possono cambiare la vita di coloro che vivono con emicranie.

Si dice che le emicranie colpiscano più del 14%delle persone negli Stati Uniti, con 1 su 7 adulti colpiti ogni anno, e che le donne abbiano il doppio delle probabilità di svilupparle rispetto agli uomini.

Mentre le emicranie tendono ad andare via da sole, il dolore è spesso lancinante, e la necessità di rimedi è terribile.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) riferisce che l’emicrania ora è la “sesta causa più alta al mondo di anni persi a causa della disabilità”.

Anche se le droghe aiutano ad alleviare il dolore, il fatto che le persone debbano aspettare fino a quando sentono i primi segni di un’emicrania spesso riduce l’efficacia degli antidolorifici.

Ma ora, un team di ricercatori spagnoli ha simulato un sistema di predizione dell’emicrania che potrebbe presto migliorare la vita delle persone affette da emicrania.

Josué Pagán Ortiz, dell’Universidad Politécnica de Madrid in Spagna, ei suoi colleghi hanno progettato il sistema e lo hanno presentato alla Summer Simulation Conference , tenutasi a Seattle, WA.

Gli scienziati hanno ora effettuato una simulazione utilizzando dati reali dei pazienti, presentando uno scenario reale per la predizione delle emicranie. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Future Generation Computer Systems.

Sapere quando un attacco può colpire può migliorare drasticamente l’efficacia degli antidolorifici, spiegano i ricercatori, aiutando i pazienti a fermare il dolore.

Simulazione di un sistema di predizione dell’emicrania

Ortiz ha parlato con Medical News Today della novità della sua recente ricerca, evidenziando il fatto che mentre il dispositivo non è stato ancora testato, è stato simulato in uno scenario reale.

“Nella nostra ricerca precedente abbiamo sviluppato un prototipo per raccogliere informazioni emodinamiche sui pazienti emicranici in uno scenario ambulatorio”, ha spiegato.

I dati emodinamici si riferiscono alle variabili che “annunciano” l’insorgenza di un attacco di emicrania e includono la temperatura superficiale della pelle, le proprietà elettriche della pelle, la frequenza cardiaca e la saturazione di ossigeno dei capillari.

“Abbiamo creato modelli predittivi personalizzati offline, nei nostri server e computer, e abbiamo voluto testarli in tempo reale al fine di generare allarmi e far sapere ai pazienti, in anticipo, quando il dolore emicranico sta per iniziare.”

“Questo esperimento è un compito lungo e costoso, quindi abbiamo deciso di simularlo prima”, ci ha detto Ortiz, aggiungendo ulteriori dettagli sulla procedura.

“Ciò che abbiamo simulato è il comportamento del nostro attuale prototipo in uno scenario reale”, ha continuato. “Abbiamo simulato le condizioni che soffrono di veri dispositivi di monitoraggio ambulatoriale: scollegamento del sensore, rumore, ecc. E abbiamo studiato come questo può influenzare l’affidabilità della previsione dell’emicrania”.

“[W] e ha mostrato tecniche per mitigare questo effetto e mantenere previsioni accurate”, ha aggiunto Ortiz. “D’altra parte, abbiamo studiato come questo sistema potrebbe avvisare i pazienti: abbiamo visto il comportamento dei modelli predittivi e il modo in cui il dispositivo di monitoraggio simulato genera avvisi”.

Oltre il 75% di accuratezza di previsione

Ortiz ha dichiarato: “La simulazione ha dimostrato che è adatto a portare nel mondo reale tutta la metodologia che abbiamo sviluppato per prevedere l’emicrania e generare allarmi in tempo reale per avvertire i pazienti in anticipo”.

Più specificamente, il “tasso medio di successo della previsione” del sistema è del 76%, e il periodo medio di tempo prima dell’inizio è di 25 minuti – che è abbastanza tempo per intervenire in modo da diminuire il dolore o prevenirlo del tutto.

Ortiz proseguì: “Le previsioni sono fatte nella finestra temporale in cui il farmaco è efficace in base alla farmacocinetica dei farmaci: con questo [sistema], stimiamo [che] saremo in grado di prevedere, e quindi evitare, circa 75 [ percentuale delle] crisi. ”

“Questo ridurrà le visite alle emergenze [stanze]”, ha affermato, aggiungendo, “[I] t consentirà [per] la medicina personalizzata (farmaci [per] la fase acuta del dolore), e migliorerà il loro [ qualità della vita. Ridurrà inoltre considerevolmente la bolletta dei sistemi sanitari nazionali e privati ​​e delle assicurazioni sanitarie a causa dei risparmi economici dei costi diretti e indiretti. ”

I risultati possono “cambiare la vita”

Nel loro studio Ortiz e colleghi illustrano i benefici della loro ricerca, affermando: “La predizione dell’emicrania ridurrà considerevolmente il dolore del paziente e quindi gli effetti dell’emicrania nel corso della propria vita, determinando anche un considerevole risparmio nel tempo. ”

“Ipazienti con emicrania non possono andare al lavoro o fare la loro vita normale (attività sociali, ecc.) Se siamo in grado di dire loro in anticipo quando subiranno il dolore, cambieranno le loro vite”.

Josué Pagán Ortiz

Ortiz ha anche condiviso con MNT alcune delle indicazioni dei ricercatori per la ricerca futura.

“Il prossimo passo naturale sarebbe l’implementazione e il collaudo di un dispositivo reale con pazienti reali: lavorare con pazienti reali per suggerire cambiamenti nel modo in cui trattano la loro malattia è un problema serio da affrontare e richiede un molti consensi legali su cui stiamo lavorando ora. ”

Questi risultati sono il risultato della collaborazione tra l’Università Complutense di Madrid e l’Università Politecnica di Madrid, in collaborazione con il Centro di simulazione computazionale e il gruppo di neurologia dell’Ospedale Universitario della Princesa di Madrid.