I cambiamenti climatici aumenteranno i tassi di suicidio?

Il riscaldamento globale sembra destinato a colpire quasi ogni aspetto delle nostre vite. Un nuovo studio prevede che potrebbe anche aumentare i tassi di suicidio negli Stati Uniti e in Messico.
riscaldamento.jpg

Cambiamenti climatici e autolesionismo sono stati studiati in un nuovo studio.

Purtroppo, il suicidio è ancora una delle principali cause di morte in tutto il mondo. Ad esempio, negli Stati Uniti, ci sono in media 123 suicidi al giorno .

Nel 2016, ci sono stati più del doppio dei suicidi quanti sono stati gli omicidi.

Infatti, secondo gli autori del nuovo studio, “[S] uicide da solo provoca più morti a livello globale di tutte le forme di violenza interpersonale e intergruppi combinate”.

Nonostante queste statistiche scioccanti, il suicidio è ancora poco conosciuto; è complesso, sfaccettato e profondamente personale. La ricerca sui fattori coinvolti è urgente ma impegnativa.

Suicidio e temperatura

Nel corso degli anni, alcuni ricercatori hanno concluso che i tassi di suicidio raggiungono il picco nei mesi più caldi, in particolare nella tarda primavera e all’inizio dell’estate. Tuttavia, non tutti gli studi hanno identificato questo effetto sottile, e si è dimostrato difficile da distinguere.

Naturalmente, le temperature aumentano durante l’estate, ma il calore stesso potrebbe non essere il fattore trainante; ci possono essere altri fattori stagionali da considerare. Ad esempio, la disoccupazione potrebbe aumentare durante i mesi estivi.

Nel tentativo di disfare il nodo delle influenze, un team guidato dall’economista Marshall Burke – della Stanford University in California – è saltato sui dati. Abbinavano i tassi di suicidio con i record di temperatura di migliaia di contee degli Stati Uniti e dei comuni messicani che coprivano diversi decenni.

Hanno anche immerso nel vasto tesoro di dati che Twitter può fornire. Cercando tra circa 600 milioni di tweet, hanno cercato messaggi che contenevano parole come “suicida”, “intrappolata” e “solitaria”.

L’analisi ha confermato che il clima più caldo sembra aumentare il tasso di suicidi e il livello di linguaggio depressivo usato su Twitter.

Secondo Burke, “Sorprendentemente, questi effetti differiscono molto poco sulla base di quanto siano ricche le popolazioni o se siano usate per riscaldare il clima”. In Texas, ad esempio, i tassi di suicidio sono elevati e sono rimasti abbastanza stabili, nonostante il costante aumento della climatizzazione.

L’impatto del cambiamento climatico

Per la prossima fase della loro ricerca, gli scienziati hanno voluto comprendere meglio come i cambiamenti climatici potrebbero influenzare i tassi di suicidio negli Stati Uniti e in Messico. Per fare questo, hanno preso i cambiamenti di temperatura stimati dai modelli climatici globali.

Le loro scoperte sono pubblicate sulla rivista Nature Climate Change .

Hanno concluso che l’aumento della temperatura entro il 2050 potrebbe aumentare i tassi di suicidio dell’1,4% negli Stati Uniti e del 2,3% in Messico. Gli autori stimano che il cambiamento climatico incontrollato potrebbe “portare a un totale di 9.000-40.000 suicidi aggiuntivi […] negli Stati Uniti e in Messico entro il 2050”.

Il coautore dello studio Solomon Hsiang, della University of California, Berkeley, afferma: “Abbiamo studiato gli effetti del riscaldamento su conflitti e violenze per anni, scoprendo che le persone combattono di più quando fa caldo. Ora vediamo che oltre a ferendo gli altri, alcuni individui si fanno male. “

Sembra che il calore influisca profondamente sulla mente umana e su come decidiamo di infliggere danni”.

Solomon Hsiang

Gli autori sono desiderosi di chiarire che il cambiamento climatico non sta causando direttamente un aumento dei suicidi. Tuttavia, un aumento della temperatura può aumentare il rischio che un individuo decida di ferirsi.

“Le temperature più calde non sono chiaramente l’unico, né il più importante fattore di rischio per il suicidio”, afferma Burke. “Ma i nostri risultati suggeriscono che il riscaldamento può avere un impatto sorprendentemente ampio sul rischio di suicidio, e questo è importante sia per la nostra comprensione della salute mentale che per quello che dovremmo aspettarci dal momento che le temperature continuano a scaldarsi”.

Questo è uno studio affascinante e che fa riflettere. Come spiegano gli autori, è fondamentale capire perché i tassi di suicidio aumentano durante le stagioni più calde e “attuare politiche per mitigare l’aumento della temperatura futura”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...