Grassi o carboidrati: cosa causa l’obesità?

Troppi carboidrati o troppo grassi? Le opinioni su quali parti della nostra dieta possano causare l’obesità sono divise. Un recente studio esamina da vicino gli effetti della dieta sul peso e sulla salute. 
cibo spazzatura.jpg

Una dieta troppo ricca di grassi o troppo ricca di carboidrati porta all’obesità?

All’inizio di quest’anno, Medical News Today ha riportato uno studio che metteva in discussione i potenziali benefici della dieta a basso contenuto di carboidrati rispetto a quella a basso contenuto di grassi.

Gli scienziati hanno chiesto quale tipo di dieta sarebbe meglio per perdere peso in eccesso.

La loro conclusione? In sostanza, è difficile da dire.

Entrambi hanno pro e contro; alcune persone potrebbero trarre maggior beneficio dal licenziare i grassi, mentre altri potrebbero vedere risultati migliori attenendosi a un piano dietetico a basso contenuto di carboidrati.

Entrambi i carboidrati (che sono una fonte primaria di glucosio, o zucchero semplice) e grassi sono stati accusati di aumentare la probabilità di una persona di affrontare l’ obesità , e gli studi continuano a discutere di questi punti, quindi l’argomento è tutt’altro che risolta.

Recentemente, l’opinione che un’assunzione eccessiva di carboidrati possa essere la principale causa dietetica dell’obesità ha avuto più trazione, anche se alcuni ricercatori lo hanno messo in dubbio .

In un articolo pubblicato sulla rivista Cell Metabolism , i ricercatori di due istituzioni – l’Istituto di genetica e biologia dello sviluppo presso l’Accademia cinese delle scienze di Pechino e l’Università di Aberdeen nel Regno Unito – hanno ancora una volta trasformato le carte, suggerendo che dovremmo guardare ancora una volta ai cibi grassi.

L’assunzione di zucchero non ha avuto alcun impatto sul peso

In quello che pensano sia il più grande studio del suo genere fino ad oggi, il ricercatore principale John Speakman e il team hanno lavorato con i topi per testare gli effetti di tre macronutrienti – carboidrati , grassi e proteine ​​- sull’accumulo di grasso corporeo.

Gli scienziati si sono rivolti al modello murino perché, come spiegano, chiedere ai partecipanti umani di seguire un tipo di dieta e valutarli per lunghi periodi di tempo è estremamente difficile.

Ma osservare i roditori – che hanno meccanismi metabolici simili – potrebbe offrire indizi cruciali e prove realizzabili.

Topi appartenenti a cinque diversi ceppi geneticamente modificati sono stati assegnati a uno dei 30 diversi tipi di dieta, comprese le variazioni sul loro contenuto di grassi, carboidrati e proteine.

I topi sono stati mantenuti nelle loro rispettive diete per un periodo di 3 mesi – che conta come 9 anni sarebbe per gli esseri umani.

Per tutto questo tempo, sono stati valutati i cambiamenti nel peso corporeo e il contenuto di grasso corporeo, per vedere quale dei topi finirebbe per diventare sovrappeso.

Gli scienziati hanno scoperto che solo un’assunzione eccessiva di grassi aumentava l’adiposità (contenuto di grasso corporeo) nei topi, mentre i carboidrati – compreso fino al 30% delle calorie derivate dal saccarosio – non avevano alcun impatto.

Inoltre, una dieta grassa e zuccherata combinata non aumentava il grasso corporeo più di una dieta grassa da sola.

Per quanto riguarda l’assunzione di proteine, il team di ricerca afferma che non vi erano prove che influisse sull’assunzione di altri macronutrienti o sulla quantità di grasso corporeo.

E perché l’assunzione di grassi porta all’obesità? I ricercatori ritengono che i grassi “attraggano” il sistema di ricompensa del cervello, stimolando la brama di una quantità eccessiva di calorie , che quindi determina l’aumento di peso.

“Una chiara limitazione di questo studio”, spiega il prof. Speakman, “è che si basa su topi anziché su umani”.

“Tuttavia, i topi hanno molte somiglianze con gli esseri umani nella loro fisiologia e metabolismo, e non faremo mai studi in cui le diete degli esseri umani siano controllate allo stesso modo per periodi così lunghi.”

Quindi le prove che fornisce sono un buon indizio su quali effetti potrebbero avere le diete differenti negli esseri umani”.

Prof. John Speakman

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...