Cos’è il disturbo del gioco?

Nel 2018, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha classificato il disturbo del gioco nella loro classificazione internazionale delle malattie ( ICD-11 ). L’ ICD-11 è una lista di malattie e condizioni mediche che gli operatori sanitari usano per fare diagnosi e piani di trattamento.

Secondo l’ ICD-11 , le persone con problemi di gioco hanno difficoltà a controllare la quantità di tempo che trascorrono giocando a giochi digitali o video. Assegnano inoltre priorità ai giochi rispetto ad altre attività e subiscono gli effetti negativi dei loro comportamenti di gioco.

L’OMS ha deciso di classificare la condizione dopo aver esaminato la ricerca e consultato con esperti. L’OMS afferma che questa classificazione si tradurrà in una maggiore attenzione al disturbo del gioco e alla sua prevenzione e trattamento.

Il disturbo del gioco condivide somiglianze con il disturbo del gioco su Internet (IGD), che è una condizione che l’American Psychiatric Association (APA) ha etichettato nel suo Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali ( DSM-5 ) come richiedendo ulteriori studi. L’APA attualmente non riconosce IGD come condizione ufficiale.

In questo articolo, discutiamo i segni e i sintomi del disturbo del gioco ed esploriamo quale potrebbe essere la sua classificazione per i giocatori.

segni e sintomi

persona con videogioco.jpg

Alcuni studiosi ritengono che una diagnosi di disturbo del gioco in alcuni bambini potrebbe essere errata.

Secondo la definizione dell’OMS, una persona che ha disturbi del gioco mostrerà le seguenti caratteristiche per almeno 12 mesi:

  • manca il controllo sulle loro abitudini di gioco
  • dare la priorità ai giochi rispetto ad altri interessi e attività
  • continuare a giocare nonostante le sue conseguenze negative

Per una diagnosi, questi comportamenti devono essere così gravi da influenzare le persone:

  • la vita familiare
  • vita sociale
  • vita privata
  • formazione scolastica
  • lavoro

Secondo alcune ricerche , la dipendenza da gioco potrebbe coincidere con altri disturbi dell’umore, come ad esempio:

  • disturbi d’ ansia
  • depressione
  • stress

Le persone che rimangono fisicamente inattive per periodi prolungati a causa dei giochi possono anche avere un rischio più elevato di obesità , problemi di sonno e altri problemi di salute.

Disordine di gioco e dipendenza

L’OMS hanno elencato disturbo di gioco come un disturbo a causa di comportamenti di dipendenza nel ICD-11 .

La dipendenza dal gioco è simile in molti modi ad altri tipi di dipendenza. Le persone con questo disturbo spesso trascorrono molte ore a giocare, hanno un forte attaccamento emotivo a questo comportamento e, di conseguenza, potrebbero avere meno connessioni sociali.

Come con altre dipendenze, i disturbi del gioco possono avere un impatto negativo sulla vita familiare, le relazioni, il lavoro o l’istruzione. Ciò può causare irritazione nei confronti di coloro che criticano i giochi o può causare sensi di colpa.

Diagnosi

medico e paziente farmajet.jpg

Un’intervista strutturata può aiutare a diagnosticare la dipendenza da videogiochi.

Sebbene la classificazione dell’OMS definisca i comportamenti che possono condurre a una diagnosi di disturbo del gioco, non è ancora chiaro in che modo i professionisti medici valuteranno questi comportamenti.

Gli esperti dovranno probabilmente escogitare test diagnostici, come questionari e interviste strutturate, per aiutare a determinare se qualcuno abbia o meno problemi di gioco. Potrebbero usare qualcosa di simile a Internet Gaming Disorder Scale (IGDS) , una misura standard di dipendenza da computer e videogiochi.

Trattamento

Il disturbo di gioco è una nuova classificazione, quindi non esiste ancora un piano di trattamento chiaro. Tuttavia, è probabile che i trattamenti per altri comportamenti di dipendenza, come la dipendenza dal gioco, siano rilevanti anche per il disturbo del gioco.

Il trattamento per il gioco d’azzardo compulsivo può includere terapia, farmaci e gruppi di auto-aiuto.

Secondo uno studio del 2017 sul trattamento di IGD, può essere utile combinare diversi tipi di trattamento. Nello studio, i ricercatori hanno usato i seguenti trattamenti:

  • Psicoeducazione . Ciò implica educare la persona sui comportamenti di gioco e i suoi effetti sulla salute mentale .
  • Il trattamento come al solito . È possibile adattare il trattamento della dipendenza per adattarsi al disturbo del gioco. Il trattamento si concentra sull’aiutare la persona a controllare le voglie, a gestire i pensieri irrazionali e ad imparare le abilità di coping e le tecniche di risoluzione dei problemi.
  • Intrapersonale . Questo trattamento aiuta le persone a esplorare la propria identità, a costruire autostima e migliorare la propria intelligenza emotiva.
  • Interpersonale . Durante questo trattamento, l’individuo imparerà come interagire con gli altri lavorando sulle loro capacità comunicative e assertività.
  • L’intervento della famiglia . Se il disturbo del gioco influisce negativamente sulle relazioni con gli altri, i familiari potrebbero dover prendere parte ad alcuni aspetti della terapia.
  • Sviluppo di un nuovo stile di vita . Per evitare giochi eccessivi, le persone dovrebbero esplorare le loro abilità e abilità, stabilire obiettivi per se stessi e trovare attività diverse dai giochi di cui godono.

Questo è solo un modello di trattamento proposto. È probabile che altri ricercatori suggeriranno trattamenti alternativi per il disturbo del gioco.

Qualsiasi condizione concomitante, come ansia e depressione, può anche richiedere un trattamento.

Cosa significa per i giocatori?

Non c’è dubbio che alcuni comportamenti di gioco sono problematici. In alcuni casi, il gioco eccessivo ha persino provocato la morte. Ma la maggior parte delle persone che giocano a computer e videogiochi non ha bisogno di preoccuparsi.

Secondo la ricerca su IGD, la maggior parte delle persone che giocano ai giochi online non riportano sintomi negativi e non soddisfano i criteri per IGD. I ricercatori riferiscono che solo lo 0,3-1,0% delle persone è probabile che si qualificano per una diagnosi IGD.

Coloro che soddisfano i criteri per la dipendenza da videogiochi tendono ad avere una minore salute emotiva, fisica, mentale e sociale, secondo un altro studio .

È importante notare che entrambi questi studi hanno utilizzato i criteri dell’APA per IGD piuttosto che i criteri dell’OMS per i disturbi del gioco, ma c’è una certa sovrapposizione tra i sintomi dei due disturbi.

Alcuni esperti ritengono che giocare ai videogiochi possa offrire alcuni vantaggi, specialmente per i bambini. La ricerca suggerisce che il gioco può avere effetti positivi sulle abilità cognitive e sociali dei bambini.

Anche se il disturbo del gioco non è diffuso, le persone dovrebbero essere consapevoli della quantità di tempo che trascorrono giocando. Dovrebbero anche monitorare l’effetto che i giochi hanno sulle loro altre attività, la loro salute fisica e mentale e le loro relazioni con gli altri.

A volte, il gioco eccessivo può mascherare un altro problema, come la depressione o l’ansia. Chiedere aiuto per il problema di fondo può porre fine all’eccessivo affidamento sui videogiochi.

Supporto e critica

bambini con ipad.jpg

Gli studiosi sostengono che i bambini possono essere diagnosticati erroneamente con disturbo del gioco.

La classificazione dei disturbi del gioco nell’ICD-11 ha generato supporto e critiche.

Il dottor Richard Graham, esperto in dipendenza dalla tecnologia, ha sostenuto la convalida del disturbo del gioco dell’OMS , ma ha anche espresso la preoccupazione che i genitori preoccupati possano confondere il gioco entusiasta per il disturbo del gioco.

Alcuni studiosi hanno contribuito con un articolo al Journal of Behavioral Addictions, delineando le loro preoccupazioni sulla classificazione dei disturbi del gioco. Fanno eco alle preoccupazioni del Dr. Graham riguardo al panico morale sulle abitudini di gioco e alle persone che ottengono una diagnosi imprecisa, in particolare bambini e giovani.

Gli autori mettono in discussione la qualità della base di ricerca per i disturbi del gioco e sottolineano le difficoltà di fare una diagnosi. Inoltre, sono contrari all’uso dei disturbi da abuso di droga e di gioco per formulare i criteri per i disturbi del gioco.

Porta via

Il disturbo di gioco è una condizione appena classificata nell’ICD-11 dell’OMS. Tuttavia, è probabile che solo una piccola percentuale di persone che giocano online e videogiochi soddisfi i criteri per il disturbo del gioco. La polemica circonda la diagnosi ed è chiaro che sono necessarie ulteriori ricerche.

Coloro che sono preoccupati che il gioco possa avere un impatto negativo sulla propria salute o sulle proprie relazioni dovrebbero parlare con un medico o un professionista della salute mentale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...