Qual è la tendinite calcifica e che cosa la causa?

La tendinite calcifica è una condizione causata da depositi di calcio che si accumulano nei muscoli o nei tendini di una persona. Se il calcio si accumula in una zona, una persona può sentire dolore e disagio lì.

Anche se questa condizione può verificarsi in altre parti del corpo, l’ area più comune per sviluppare tendinite calcifica è la cuffia dei rotatori. Questo è il gruppo di muscoli e tendini che fornisce forza e stabilità alla parte superiore del braccio e della spalla.

Sebbene i farmaci o la terapia fisica , o una combinazione dei due, possano di solito trattare correttamente la condizione, in alcuni casi può essere necessaria la chirurgia.

In questo articolo, vediamo come identificare la tendinite calcifica e quali sono le cause, insieme alle informazioni sul trattamento e il recupero.

Sintomi

tendinite calcifica farmajet

Se una persona ha una tendinite calcifica, è probabile che prenda dolore alla spalla e al braccio.

La maggior parte delle persone avverte dolore alla spalla e disagio quando si sviluppa tendinite calcifica.

Il dolore da tendinite calcifica è solitamente concentrato nella parte anteriore o posteriore della spalla di una persona e giù nel braccio.

Alcune persone possono presentare sintomi gravi. Possono non essere in grado di muovere il braccio e il dolore può interferire con il sonno.

Poiché i depositi di calcio si accumulano gradualmente, il dolore che una persona avverte può verificarsi improvvisamente o aumentare lentamente e gradualmente.

Le tre fasi sono conosciute come:

  • Pre-calcificazione. Il corpo subisce cambiamenti cellulari nelle aree in cui il calcio si accumulerà.
  • La fase calcifica. Il calcio si libera dalle cellule e inizia a crescere. Durante questa fase, il corpo riassorbe l’accumulo di calcio, che è la parte più dolorosa del processo.
  • La fase postcalcifica. Il deposito di calcio scompare e un tendine sano prende il suo posto.

Tuttavia, è possibile avere la condizione senza sintomi evidenti.

Cause e fattori di rischio

I medici non possono dire con certezza perché alcune persone sono più inclini di altri alla tendinite calcifica.

Tendinite calcifica si verifica più frequentemente negli adulti tra i 40 ei 60 anni, con le donne più probabilità di sperimentare la condizione rispetto agli uomini.

L’accumulo di depositi di calcio può essere collegato a uno dei seguenti fattori:

  • invecchiamento
  • danno ai tendini
  • una mancanza di ossigeno ai tendini
  • genetica
  • attività anormale della tiroide
  • cellule che crescono in modo anomalo
  • sostanze chimiche prodotte dall’organismo per combattere l’ infiammazione
  • malattie metaboliche, compreso il diabete

Diagnosi

Se il dolore o il disagio alla spalla di una persona non scompare, il medico dovrebbe controllarlo. All’appuntamento, un medico chiederà i sintomi e l’anamnesi di una persona.

Il medico eseguirà un esame fisico dell’area interessata per vedere se l’intervallo di movimento è cambiato e quanto è grave il dolore.

Un medico che sospetta tendinite calcifica richiederà di solito test di imaging, che rivelerà eventuali depositi di calcio o altre anomalie nell’articolazione.

Una radiografia può aiutare a identificare grandi accumuli di calcio. Un’ecografia può rivelare eventuali depositi più piccoli che la radiografia può avere perso.

La dimensione dei depositi di calcio rilevati da questi test influenzerà il piano di trattamento.

Opzioni di trattamento

calcificazione della spalla farmajet

La terapia con onde d’urto produce shock meccanici nelle aree in cui i depositi di calcio si sono accumulati.

Farmaci e terapia fisica di solito possono essere usati per trattare la tendinite calcifica.

I farmaci comuni prescritti per trattare la condizione includono farmaci anti-infiammatori non steroidei ( FANS ), che sono disponibili anche al banco.

Un medico può anche prescrivere iniezioni di corticosteroidi, che possono aiutare a ridurre il dolore e il gonfiore.

Altri trattamenti che possono aiutare ad alleviare i sintomi di tendinite calcifica includono:

Terapia extracorporea ad onde d’urto (ESWT)

ESWT coinvolge un piccolo dispositivo portatile che eroga shock meccanici alla spalla di una persona, vicino a dove si sono accumulati i depositi di calcio. Questi shock possono rompere i depositi.

Il trattamento di solito si svolge una volta alla settimana per 3 settimane .

Maggiore è la frequenza di questi shock, più efficaci sono. Gli shock possono essere dolorosi e un medico può regolare il livello per garantire che una persona possa tollerarli.

Terapia con onde d’urto radiali (RSWT)

Questa procedura è molto simile a ESWT e coinvolge un dispositivo portatile in grado di erogare scariche di energia da bassa a media alla spalla in cui si è accumulato il calcio.

Ultrasuoni terapeutici

Durante un’ecografia terapeutica, un medico utilizzerà un dispositivo portatile che dirige un’onda sonora ad alta frequenza in cui il deposito si è accumulato per scomporla. Questa procedura è solitamente indolore.

Puntura percutanea

Durante questa procedura, prima di usare un ago per praticare dei buchi nella pelle, un medico deve prima dare un anestetico locale alla zona interessata.

Il medico rimuoverà quindi i depositi di calcio attraverso questi buchi, di solito usando un ultrasuono per guidarli nei luoghi corretti.

Chirurgia

La maggior parte delle persone può aspettarsi che la loro tendinite calcifica sia trattata con successo senza la necessità di un intervento chirurgico. Tuttavia, circa il 10 percento delle persone ne ha bisogno. Esistono due tipi di intervento chirurgico per rimuovere i depositi di calcio.

La chirurgia aperta prevede un medico che esegue un’incisione nella pelle con un bisturi. Possono quindi rimuovere manualmente il deposito attraverso l’incisione.

La chirurgia artroscopica coinvolge un medico che fa un’incisione dove inserirà una piccola telecamera. La fotocamera aiuta a guidare il medico nel punto in cui i depositi si sono accumulati in modo che possano rimuoverli con maggiore precisione.

recupero da calcificazione tendinea farmajet

Si raccomanda la fisioterapia per aiutare le persone a riprendersi da una tendinite calcifica.

La terapia fisica è raccomandata per le persone con forme moderate o più gravi della condizione. Ci si concentrerà su esercizi delicati per alleviare ogni disagio e aiutare a recuperare una gamma completa di movimento.

Alcune persone scoprono di aver completamente recuperato entro una settimana. Altri possono continuare a provare dolore e disagio che limitano i loro movimenti e attività.

Se è necessario un intervento chirurgico, il tempo di recupero dipenderà dal numero, dalla posizione e dalle dimensioni dei depositi di calcio e dal tipo di intervento chirurgico. La chirurgia aperta ha tempi di recupero più lunghi rispetto alla chirurgia artroscopica.

Un medico può raccomandare che l’individuo porti una fionda per alcuni giorni dopo l’intervento chirurgico per aiutare a sostenere la spalla se è stata colpita.

La terapia fisica può richiedere anche più tempo dopo un intervento chirurgico aperto, e una persona può aspettarsi di essere in terapia fisica per circa 6-8 settimane . Dopo la chirurgia artroscopica, i miglioramenti del disagio e del movimento possono essere avvertiti dopo 2 o 3 settimane.

prospettiva

Tendinite calcifica può causare dolore e disagio e limitare il range di movimento di una persona, sebbene alcune persone non manifestino alcun sintomo.

La maggior parte dei casi viene trattata con antidolorifici e procedure rapide e semplici che possono aver luogo in uno studio medico. I casi più gravi possono richiedere un intervento chirurgico seguito da una terapia fisica.

Tendinite calcifica può scomparire da sola senza alcun trattamento. Ignorare la condizione non è raccomandato, tuttavia, in quanto può portare a complicazioni, come le lacrime della cuffia dei rotatori e la spalla congelata .

Una volta scomparsa la tendinite calcifica, non ci sono prove che suggeriscano che possa tornare. Ma le persone dovrebbero rimanere consapevoli della condizione e riferire qualsiasi nuovo inizio di dolore ad un medico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...