Le 10 cose che non sapevi sul tuo pene

Sebbene molti di noi uomini abbiano una certa familiarità con il nostro pene e le sue buffonate, c’è di più nella nostra appendice di quanto non sembri. In questa funzione, discutiamo di 10 cose interessanti che probabilmente non conoscevi sui tuoi genitali.
pene 1

Come chiami il tuo?

Qualunque cosa tu voglia chiamarla – todger, wang, willy o dangler – il pene è un po ‘bizzarro kit. Ma al di là delle japes e dei ghirigori, è, ovviamente, vitale per la sopravvivenza della nostra specie.

Quando consideri il pene come un adattamento evolutivo, ha funzionato molto bene.

Tutti noi possiamo dire senza troppi dubbi sul fatto che il pene di nostro padre ha funzionato, come quello di nostro nonno, di suo padre e così via, proprio attraverso le generazioni successive fino a raggiungere ben oltre la nascita dell’umanità.

Il pene è antico. Nel caso ve lo stiate chiedendo, il più vecchio pene conosciuto risale a 425 milioni di anni, ei suoi resti fossili appartengono ad un artropode chiamato Colymbosathon ecplecticos , che significa “incredibile nuotatore con un grande pene” in greco.

Vale la pena riflettere sul suo ruolo nella sopravvivenza della nostra specie la prossima volta che sei sorpreso dalla facilità con cui il tuo pene è “attivato”. Per quanto riguarda la riproduzione, un falso eccitamento è meglio di un’occasione mancata.

Come scrisse l’autore Mokokoma Mokhonoana, “Anche il più grande attore del mondo non può fingere un’erezione”. Questo ci porta al primo fatto del giorno.

1. La tua prima erezione

I peni sono nati pronti. È normale che i bambini escano dall’utero con un’erezione. Anche prima del momento della nascita, le ecografie a volte mostrano un feto con un’erezione completamente formata .

Secondo uno studio del 1991, le erezioni fetali si verificano più comunemente durante il sonno REM (random eye movement) . E, possono accadere un numero di volte ogni ora. Nessuno è sicuro del perché, ma potrebbe essere il modo in cui il nostro organismo verifica le cose e le fa funzionare correttamente.

2. Il tuo pene è due volte più lungo di quanto pensi

Un sacco di uomini potrebbero prendere conforto in questo fatto: i nostri peni sono più lunghi di quanto sembrino. In effetti, circa la metà della sua intera lunghezza è ospitata all’interno dei nostri corpi.

pene2

Una visione interna dei genitali maschili.

Potresti pensare “Beh, non è buono per me lassù”, ma ha bisogno di rimanere connesso al resto della tua anatomia , quindi probabilmente è meglio che rimanga.

Come potete vedere dal diagramma qui, la massa di tessuto erettile rosa – che comprende il così grandemente chiamato corpo cavernoso e corpo spugnoso – si estende bene nella regione pelvica, formando una sorta di forma di boomerang.

Non userei nessuno dei precedenti come una linea di raccolta, però.

3. Il mito della misura della scarpa

Facciamo riposare questo, vero? Secondo uno studio pubblicato sulla rivista BJU International , non esiste alcuna correlazione tra la misura della scarpa e la lunghezza del pene.

Anche se uno studio più vecchio – pubblicato nel 1993 – ha scoperto che la lunghezza del pene era legata all’altezza e alla lunghezza del piede, era una relazione debole, e gli autori hanno concluso: “Altezza e dimensioni del piede non servirebbero come stimatori pratici della lunghezza del pene “.

Inoltre, l’ International Journal of Impotence Research ha pubblicato uno studio iraniano che esamina altre correlazioni. Hanno concluso che “le dimensioni del pene sono significativamente correlate con l’età, l’altezza e la lunghezza del dito indice”, ma non la dimensione del piede.

4. “Legno mattutino”

La maggior parte degli uomini ha 3-5 erezioni ogni notte – per lo più durante il sonno REM , come con i ragazzi in utero.

pene3

Il legno del mattino non è così poetico come sembra.

Chiamata anche tumescenza del pene notturna, non è ancora chiaro perché avvenga. Tuttavia, una teoria è che potrebbe aiutare a prevenire il bagnare il letto; un’erezione inibisce la minzione.

È noto che una vescica piena stimola i nervi in ​​una regione simile a quelli coinvolti nelle erezioni. Ma poiché le donne sperimentano qualcosa di simile – la tumescenza notturna del clitoride – la prevenzione del bagnare il letto non è probabilmente l’intera risposta.

Un’altra possibile spiegazione è che il sonno REM è legato allo spegnimento delle cellule che producono la noradrenalina nel locus coeruleus, che è nel tronco cerebrale. Queste cellule inibiscono il tono del pene. Quindi, riducendo l’inibizione , il pene diventa eretto.

Qualunque sia la ragione delle erezioni notturne, possono essere utili come strumento diagnostico. Se un uomo ha difficoltà a raggiungere un’erezione quando è sveglio, ma diventa eretto quando dorme, è un’indicazione che c’è un problema psicologico, piuttosto che fisico.

Tuttavia, se non ottiene erezioni durante il sonno, il problema potrebbe essere fisico.

5. Un’ultima erezione

Quindi, abbiamo stabilito che possiamo ottenere erezioni nell’utero e durante il sonno, ma forse è ancora più sorprendente: l’erezione della morte. Chiamata anche lussuria dell’angelo o erezione terminale, accade nei momenti dopo la morte.

Più comunemente, si verifica in uomini che sono morti per impiccagione; gli scienziati ritengono che potrebbe essere dovuto alla pressione del cappio sul cervelletto. Tuttavia, è stato anche segnalato dopo la morte da una ferita da arma da fuoco alla testa, danni ai vasi sanguigni maggiori e avvelenamento.

6. Puoi rompere il tuo pene

Come sono sicuro tu sappia, nel tuo pene non ci sono ossa, il che è abbastanza raro per i mammiferi. Tuttavia, è ancora possibile rompere il tuo pene. Più comunemente si verifica durante il sesso vigoroso, anche se è stato documentato che capita a uomini che sono caduti dal letto con un’erezione.

La frattura del pene , come è noto, è in realtà la rottura della copertura fibrosa dei corpi cavernosi, che è il tessuto che diventa eretto quando è gonfio di sangue.

Il momento della frattura è accompagnato da un suono schioccante o crepitante, dolore intenso, gonfiore e – non sorprendentemente – flaccidità.

Per fortuna, non succede molto spesso e, se viene trattato rapidamente, può essere ripristinata la piena funzionalità. Come nota di cautela, se ciò ti accade, non lasciare che l’imbarazzo abbia la meglio su di te. Vai e sistemalo il prima possibile.

In uno studio che ha esaminato 42 casi di frattura del pene, la posizione più “pericolosa” è stata definita come ” donna in alto “.

7. No-cervello

La maggior parte degli uomini ha un controllo molto piccolo su esattamente quando eiaculare. Questo è in parte perché non coinvolge il cervello. Il segnale per eiaculare proviene dal generatore di eiaculazione spinale. Questa regione nel midollo spinale coordina le funzioni necessarie.

Ovviamente, il cervello più alto ha qualche input in queste materie – pensare a qualcos’altro è un modo ben noto per ritardare l’evento , per esempio – ma i dadi e le viti dell’intera operazione sono trattati nella spina dorsale.

8. L’angolo del penzolare

L’erezione di un uomo può indicare praticamente qualsiasi direzione. Dritto, a sinistra oa destra, in alto o in basso, non c’è giusto o sbagliato.

pene4

Non esiste un angolo unico.

I seguenti dati provengono da uno studio che ha misurato le erezioni di 1.565 uomini.

Nelle figure sottostanti, se il pene ha puntato direttamente verso l’alto, è stato misurato come 0 gradi, e se era diretto in avanti (orizzontale), sarebbe di 90 gradi:

  • 0-30 gradi – 4,9 per cento degli uomini
  • 30-60 gradi – 29,6 percento degli uomini
  • 60-85 gradi – 30,9 per cento degli uomini
  • 85-95 gradi – 9,9 percento degli uomini
  • 95-120 gradi – 19,8 per cento degli uomini
  • 120-180 gradi – 4,9 per cento degli uomini

Quindi, se sei mai stato preoccupato che il tuo ragazzo sia un po ‘sfacciato, non preoccuparti, sei normale. Mentre siamo sul tema della “normalità”, pochissimi peni sono dritti; possono curvare in qualsiasi direzione. Una curva fino a 30 gradi è ancora considerata normale.

9. Coltivatore o shower

Uno studio condotto su 274 uomini ha dimostrato che non esiste alcuna correlazione tra la lunghezza di un pene flaccido e la sua dimensione eretta. Alcuni iniziano piccoli e finiscono larghi (un coltivatore), mentre altri sono grandi quando sono flaccidi e crescono solo un po ‘quando sono eretti (un mostro).

Alcuni sono anche piccoli in qualunque stato si trovino, e alcuni sono grandi quando sono flaccidi e diventano molto più grandi. È una borsa mista.

Questo non ha molta importanza al di fuori dello spogliatoio, ma immagino sia bello saperlo comunque.

10. I cornflakes impediscono la masturbazione

Non lo fanno, davvero. Tuttavia, il dottor John Harvey Kellogg – l’eminente cereale della colazione – sperava che lo facessero. Ha inventato questi e altri prodotti perché pensava che i cibi semplici avrebbero portato gli americani lontano dal “peccato” della masturbazione .

Per fortuna, oggigiorno, i produttori di alimenti impiegano meno tempo a cercare di convincere i giovani a rinunciare alla masturbazione. E, nel caso ci fosse qualche dubbio, non ti farà diventare cieco.

Se questa piccola lista ha solleticato la tua fantasia, la tua prossima mossa potrebbe essere quella di pianificare un viaggio in Islanda e visitare il Museo fallologico islandese . È dedicato a tutte le cose del pene; è stato avviato da Sigurður Hjartarson dopo aver ricevuto un pene da toro da ragazzo.

Secondo Hjartarson, “collezionare peni è come collezionare qualsiasi cosa, non si può mai smettere, non si può mai raggiungere, si può sempre ottenere uno nuovo, uno migliore”.

Oppure, se vuoi fare un ulteriore passo avanti, puoi visitare il ristorante Guolizhuang a Pechino, in Cina, specializzato in piatti per pene e testicoli. Tocca a voi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...