Cosa c’è da sapere sulle ulcere peptiche?

Un’ulcera peptica è una piaga che si forma quando i succhi digestivi logorano il rivestimento dell’apparato digerente. Un’ulcera peptica può verificarsi nel rivestimento dello stomaco, del duodeno o della parte inferiore dell’esofago. I sintomi possono includere dolore tipo indigestione, nausea e perdita di peso.

Globalmente, si stima che fino al 10% degli adulti sia affetto da ulcera peptica almeno una volta nella vita. Negli Stati Uniti, circa 500.000 persone sviluppano un’ulcera peptica ogni anno.

Quando un’ulcera peptica colpisce lo stomaco, si chiama ulcera gastrica, uno nel duodeno è chiamato ulcera duodenale e un’ulcera esofagea è un’ulcera nell’esofago.

Le cause più comuni sono i batteri Helicobacter pylori (H. pylori) e l’uso di farmaci antinfiammatori non steroidei .

Fatti veloci sulle ulcere peptiche:

  • Le ulcere peptiche possono interessare ovunque nel sistema digestivo.
  • I sintomi comprendono il mal di stomaco, a volte la sensazione di indigestione e nausea.
  • Le cause includono i batteri e alcuni tipi di farmaci.
  • I trattamenti includono inibitori della pompa protonica (PPI) e antibiotici .

Sintomi

ulcera

Le ulcere peptiche colpiscono il sistema digestivo.

Non è raro che le persone abbiano un’ulcera peptica e nessun sintomo. Tuttavia, uno dei sintomi più comuni delle ulcere peptiche è il dolore simile all’indigestione.

Il dolore può verificarsi ovunque dall’ombelico allo sterno. Può essere breve o può durare per ore. È più grave quando lo stomaco è vuoto o subito dopo aver mangiato (a seconda di dove si trova); a volte è peggio durante il sonno. Mangiare certi cibi può alleviare e alcuni cibi potrebbero peggiorare la situazione.

Altri sintomi includono:

  • difficoltà a deglutire il cibo
  • il cibo che viene mangiato ritorna
  • sensazione di malessere dopo aver mangiato
  • perdita di peso
  • perdita di appetito

Farmaci da banco possono spesso fornire sollievo per questi sintomi. Raramente, le ulcere possono causare segni e sintomi gravi, come ad esempio:

  • vomito di sangue
  • nausea e vomito che è particolarmente persistente e grave

Questi sintomi indicano un’emergenza medica. Il paziente dovrebbe consultare immediatamente un medico.

complicazioni

Il rischio di complicanze aumenta se l’ulcera non viene curata o se il trattamento non viene completato. Le complicazioni possono includere:

  • emorragia interna
  • instabilità emodinamica, un risultato di emorragia interna che può colpire più organi ed essere una seria complicazione
  • peritonite, in cui l’ulcera fora un foro attraverso la parete dello stomaco o dell’intestino tenue
  • tessuto cicatriziale
  • stenosi pilorica, un’infiammazione cronica nel rivestimento dello stomaco o duodeno

Le ulcere peptiche possono ripresentarsi. Avere una prima ulcera aumenta il rischio di svilupparne un’altra in seguito.

Trattamento

Il tipo di trattamento di solito dipende da ciò che ha causato l’ulcera peptica. Il trattamento si focalizzerà sull’abbassare i livelli di acidità di stomaco in modo che l’ulcera possa guarire o eradicare l’ infezione da H. pylori .

Inibitori della pompa protonica (PPI)

Gli IPP riducono la quantità di acido prodotta dallo stomaco. Sono prescritti per i pazienti che risultano negativi per l’ infezione da H. pylori . Il trattamento dura in genere 1-2 mesi, ma se l’ulcera è grave, il trattamento può durare più a lungo.

Trattamento con H. pylori

I pazienti infetti da H. pylori di solito necessitano di PPI e antibiotici. Questo trattamento è efficace nella maggior parte dei pazienti e l’ulcera inizierà a scomparire entro pochi giorni. Quando il trattamento è finito, l’individuo dovrà essere testato di nuovo per assicurarsi che l’ H. pylori sia andato. Se necessario, subiranno un altro ciclo di diversi antibiotici.

Antifiammatori non steroidei

Se l’ulcera proviene dai FANS, il paziente dovrà smettere di prenderli. Le alternative includono paracetamolo. Se la persona non può interrompere l’assunzione di FANS, il medico può minimizzare il dosaggio e rivedere il bisogno del paziente per loro più tardi. Un altro farmaco può essere prescritto a lungo termine, insieme al FANS.

Trattamento di follow-up

Anche dopo che l’ulcera è guarita e il trattamento è stato completato, il paziente può ancora avere indigestione. In questi casi, il medico potrebbe consigliare alcuni cambiamenti nella dieta e nello stile di vita. Se i sintomi persistono, potrebbero essere prescritti antagonisti di PPI a basso dosaggio o recettori H2. Nei casi gravi con sanguinamento, può essere necessaria un’endoscopiaper arrestare il sanguinamento nel sito dell’ulcera.

Dieta

I cambiamenti nella dieta possono essere importanti per il trattamento e la prevenzione delle ulcere peptiche.

È importante evitare cibi e aromi che inducano lo stomaco a produrre acidi, come peperoncino in polvere, aglio, pepe nero e caffeina. L’alcol ha lo stesso effetto sullo stomaco e dovrebbe anche essere evitato.

La dieta dovrebbe contenere molti alimenti che forniscono molta vitamina A e fibra che si dissolve facilmente. Questi possono includere:

Fonti di fibra solubile

  • avena
  • mele
  • arance
  • carote
  • buccia di psyllium
  • legumi
  • semi di lino
  • noccioline
  • orzo

Fonti di vitamina A

  • fegato
  • broccoli
  • cavolo
  • spinaci
  • patate dolci
  • cavolo verde

Gli alimenti ad alto contenuto di antiossidanti , come una gamma di bacche e piselli a schiocco, sono raccomandati. Il tè verde ha anche dimostrato un effetto restrittivo sulla crescita di H. pylori in condizioni di laboratorio. Tuttavia, non è chiaro se avrebbe lo stesso impatto all’interno del corpo umano.

Una dieta equilibrata piena di frutta e verdura e priva di spezie e aromi intensi dovrebbe aiutare con l’ulcera peptica.

Le cause

Le ulcere peptiche si verificano normalmente a causa di:

  • Batteri H. pylori
  • farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)

I batteri H. pylori sono responsabili della maggior parte delle ulcere gastriche e duodenali. I FANS sono una causa meno probabile.

Come fa H. pylori a causare ulcere?

Sebbene molte persone portino naturalmente H. pylori , non è chiaro il motivo per cui i batteri causano solo ulcere in alcune persone. H. pylori si diffuse attraverso cibo e acqua. Vivono nel muco che riveste il rivestimento dello stomaco e del duodeno e producono ureasi, un enzima che neutralizza l’acido dello stomaco rendendolo meno acido.

Per compensare questo, lo stomaco produce più acido e questo irrita il rivestimento dello stomaco. I batteri indeboliscono anche il sistema di difesa dello stomaco e provocano l’infiammazione. I pazienti con ulcera peptica causata da H. pylori hanno bisogno di un trattamento per sbarazzarsi del batterio dallo stomaco e per impedirne il ritorno.

In che modo i farmaci antinfiammatori non steroidei provocano ulcere?

I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) sono farmaci per mal di testa , dolori mestruali e altri dolori. Gli esempi includono aspirina e ibuprofene. Molti FANS sono disponibili senza prescrizione medica.

Abbassano la capacità dello stomaco di creare uno strato protettivo di muco. Questo lo rende più suscettibile ai danni causati dall’acidità dello stomaco. I FANS possono anche influenzare il flusso di sangue allo stomaco, riducendo la capacità del corpo di riparare le cellule.

Altre cause di ulcera peptica

  • Genetica: un numero significativo di individui con ulcera peptica ha parenti stretti con lo stesso problema, suggerendo che possono essere coinvolti fattori genetici.
  • Fumo: le persone che fumano regolarmente tabacco hanno maggiori probabilità di sviluppare ulcere peptiche rispetto ai non fumatori.
  • Consumo di alcol: i forti bevitori regolari di alcol hanno un rischio maggiore di sviluppare ulcera peptica.
  • Uso di corticosteroidi: anche le persone che assumono dosi elevate o croniche di corticosteroidi sono a maggior rischio.
  • Stress mentale: questo stress non è stato collegato allo sviluppo di nuove ulcere peptiche, ma i sintomi sembrano essere più gravi nelle persone con ulcere che stanno vivendo stress mentale in corso.

Diagnosi

ulcera3

Gli esami del sangue sono un metodo di diagnosi per le ulcere peptiche.

La descrizione dei sintomi da parte di un paziente normalmente induce un medico a sospettare un’ulcera peptica.

I test che possono confermare una diagnosi includono:

  • un esame del sangue per verificare la presenza di H. pylori , sebbene un test positivo non significhi sempre che vi sia un’infezione attiva
  • un test del respiro, usando un atomo di carbonio radioattivo per rilevare H. pylori
  • un test dell’antigene delle feci per rilevare l’ H. pylori nelle feci
  • una radiografia gastrointestinale superiore (GI) per identificare le ulcere

Si può anche usare l’endoscopia. Ciò comporta un tubo lungo e stretto con una fotocamera attaccata all’estremità che viene infilata nella gola del paziente e nello stomaco e nel duodeno. Questo è il miglior test diagnostico.

Se viene rilevata un’ulcera, il medico può eseguire una biopsia (un piccolo campione di tessuto) per l’esame al microscopio. Una biopsia può essere testata per H. pylori e cercare evidenza di cancro . L’endoscopia può essere ripetuta alcuni mesi dopo per determinare se l’ulcera sta guarendo.

prospettiva

L’outlook per una persona con ulcera peptica è generalmente eccellente.

Possono essere dolorosi e debilitanti, ma un’ulcera peptica può essere trattata con successo e impedita il ritorno in quasi tutti i casi.

Trattare l’ infezione da H. pylori ed evitare i FANS può garantire che il problema non si ripresenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...