Gastrite: sintomi, cause e trattamenti

La gastrite è un’infiammazione del rivestimento dello stomaco. Può avere molte cause. La condizione può essere un problema acuto o cronico che aumenta il rischio di altre condizioni, come ulcere gastriche, sanguinamento o cancro.

La forma acuta normalmente provoca sintomi evidenti che si risolvono senza trattamento dopo pochi giorni. La gastrite cronica, tuttavia, può rimanere nel corpo inosservata ma complicare in seguito.

Il batterio Helicobacter pylori ( H. Pylori ) è una delle principali cause di gastrite e si ritiene che sia presente nel 50% della popolazione globale.

Questo articolo esplora i sintomi, le cause e i trattamenti della gastrite, oltre a fornire consigli su cosa mangiare e cosa escludere dalla dieta quando si verifica questa condizione.

  • La gastrite può aumentare il rischio di altre condizioni gastrointestinali, come ulcere gastriche e cancro .
  • Le persone con gastrite riportano in genere dolori acuti, lancinanti o bruciati nella parte superiore del centro o nella parte superiore sinistra dell’addome.
  • I due principali tipi di gastrite sono erosivi e non erosivi. La gastrite erosiva consuma il rivestimento dello stomaco e la gastrite nonerosiva causa il cambiamento del rivestimento dello stomaco.
  • I fumatori e le persone che usano regolarmente i farmaci per il dolore sono a rischio di gastrite.
  • Le persone con gastrite dovrebbero mangiare sedano, mele e miele. Le tisane sono anche sicure da bere. Evitare bevande contenenti caffeina, prodotti caseari e cibi piccanti.
  • È disponibile una gamma di farmaci per il trattamento della gastrite, inclusi antibiotici e antiacidi.

Sintomi

gast1

I batteri H. pylori sono una causa comune di gastrite.

Esistono numerosi sintomi che caratterizzano la gastrite.

Le persone con gastrite spesso soffrono di dolori addominali. Il dolore si trova spesso nella parte superiore centrale dell’addome o nella parte superiore sinistra dello stomaco. Il dolore si irradierà spesso alla schiena.

Altri sintomi comuni includono gonfiore e nausea. Nei casi di gastrite che comporta vomito, l’aspetto del vomito può essere chiaro, giallo o verde. Il vomito può contenere anche sangue.

Vomito di sangue è un sintomo di gastrite più grave. Altri sintomi di gastrite grave comprendono mancanza di respiro, dolore al petto, forte dolore allo stomaco e movimenti intestinali maleodoranti.

Ricercare una valutazione medica urgente se si verifica uno dei seguenti sintomi:

  • vomito di sangue
  • allevando quantità eccessive di vomito giallo o verde
  • movimenti intestinali neri o sanguinosi
  • dolore addominale con febbre
  • vertigini e svenimento
  • battito cardiaco accelerato
  • sudorazione eccessiva
  • mancanza di respiro

La gastrite può manifestarsi senza alcun sintomo.

complicazioni

A volte, i sintomi della gastrite possono degenerare in condizioni più gravi.

Sanguinamento dello stomaco e ulcere possono verificarsi in persone con gastrite che devono ancora essere trattate. La gastrite cronica può a volte aumentare il rischio di sviluppare escrescenze dello stomaco e tumori.

Alcuni tipi di gastrite, inclusa la gastrite atrofica autoimmune e la gastrite da H. pylori , possono ridurre l’efficacia della capacità del corpo di assorbire il ferro dal sangue. Nella gastrite atrofica autoimmune, questo può anche influenzare l’ assorbimento della vitamina B12. Entrambi i tipi possono svilupparsi in anemia .

Cause e tipi

Esistono diverse cause e tipi di gastrite.

La gastrite si verifica dopo un indebolimento del rivestimento protettivo del muco dello stomaco. I succhi digestivi possono quindi danneggiare e infiammare le pareti dello stomaco.

Esistono due tipi principali di gastrite.

  • Gastrite erosiva : questa forma di gastrite è grave e comporta sia l’ infiammazione che il progressivo logoramento del rivestimento dello stomaco. Un esempio è la gastrite da stress acuta , che segue i cambiamenti dovuti a una malattia critica. La gastrite erosiva ha solitamente un esordio rapido, ma questo può richiedere più tempo con la gastrite cronica.
  • Gastrite nonerosiva : la forma nonerosiva di gastrite comporta cambiamenti nel rivestimento dello stomaco

La causa più comune di gastrite è l’ infezione da H. pylori nel rivestimento dello stomaco. Tuttavia, alcuni tipi si verificano quando il sistema immunitario attacca in modo inappropriato il rivestimento dello stomaco, come la gastrite atrofica autoimmune.

Ci sono altri tipi che derivano da traumi o danni al rivestimento dello stomaco. Un esempio di ciò è la gastrite postgastrectomia, in cui il rivestimento dello stomaco degenera dopo la rimozione di parte dello stomaco.

Non è noto come ciò avvenga. Si pensa che la gastrectomia possa causare un aumento del reflusso, reazioni del nervo vagale o riduzione del numero di acidi innescati dagli ormoni.

Altri tipi includono :

  • Gastrite infettiva non causata da H. pylori : virus o funghi possono causare gastrite in persone con difficoltà immunitarie o malattie a lungo termine.
  • Gastrite da radiazioni : l’esposizione della zona addominale alle radiazioni può irritare il rivestimento dello stomaco.
  • Gastrite eosinofila : questa forma di gastrite può verificarsi a causa di una reazione allergica. La causa della reazione allergica non è nota .
  • Malattia di Ménétrier : questo disturbo è raro e comporta lo sviluppo di pieghe spesse e cisti sulla parete dello stomaco.

Non è attualmente noto come si diffonde la gastrite. Si ritiene che il cibo, l’acqua o le posate contaminati contribuiscano a trasferire H. pylori da una persona all’altra.

Tuttavia, l’ampia gamma di cause rende difficile la conferma.

Fattori di rischio

Alcune persone sono ad alto rischio di sviluppare la gastrite. Ci sono molte condizioni e fattori di stile di vita che possono aumentare le probabilità di infiammazione nel rivestimento dello stomaco.

I fattori di rischio per la gastrite includono:

  • infezioni batteriche, in particolare  l’  infezione da H. pylori
  • infezioni virali, fungine o parassitarie
  • fumo
  • assunzione di caffeina
  • assunzione eccessiva di alcol
  • uso di cocaina
  • stress
  • uso di routine di farmaci antidolorifici, come i farmaci antinfiammatori non steroidei ( FANS )
  • assumere regolarmente farmaci come steroidi prescritti, chemioterapia , integratori di potassio e ferro
  • essere un adulto più grande
  • deglutire corrosivi o oggetti estranei
  • avere una malattia autoimmune come la malattia di Hashimoto o il diabete di tipo 1
  • carenza di vitamina B12
  • HIV
  • Morbo di Crohn
  • reflusso biliare dopo aver subito un intervento chirurgico allo stomaco
  • una storia di vomito cronico
  • esposizione alle radiazioni, mediante trattamento radioattivo o contaminazione
  • allergie alimentari

Altre infezioni che possono aumentare il rischio di gastrite includono la tubercolosi e la sifilide .

Test e diagnosi

gastr2

Un gastrologo può esaminare il rivestimento dello stomaco con un endoscopio.

La gastrite può essere diagnosticata usando il seguente:

  • esame fisico
  • la storia medica di un individuo e i suoi sintomi attuali
  • valutazione per  H. pylori  mediante esame del sangue, del respiro o delle feci
  • endoscopia
  • elettrocardiogramma

In alcuni casi, la gastrite verrà diagnosticata con i raggi X dell’esofago, dello stomaco e dell’intestino tenue. Questi raggi X sono a volte indicati come una serie gastrointestinale superiore o una rondine di bario.

Il bario è un liquido bianco e metallico che a volte viene inghiottito prima di una scansione per evidenziare eventuali anomalie.

Un medico può anche richiedere:

  • analisi del sangue
  • test delle urine
  • valutazioni della funzionalità renale ed epatica
  • controlla l’anemia
  • test di funzionalità della cistifellea e del pancreas
  • test di gravidanza
  • valutazione delle feci

L’utilizzo di questa gamma di controlli consentirà al medico di diagnosticare la gastrite.

Se questi test non sono conclusivi, un medico può eseguire un’endoscopia superiore. Ciò comporta l’inserimento di un tubo di osservazione illuminato sottile, flessibile nell’addome attraverso la bocca per osservare lo stomaco.

Gastrite e dieta

Le scelte dietetiche per la gastrite possono aiutare a gestire la gravità dei sintomi e preparare il corpo a sbarazzarsi dei batteri H. pylori .

Sebbene queste misure da sole non siano in grado di curare la condizione, possono fornire un supporto vitale al trattamento attivo della gastrite.

Alimenti da mangiare

gastro3

Lo yogurt probiotico è sicuro da mangiare durante la gastrite e può anche aiutare a eliminare l’infezione da H. pylori.

Entrambi i germogli di broccoli e lo yogurt probiotico hanno dimostrato effetti utili che contrastano l’ H . pylori . Tuttavia, non vi è alcuna prova concreta che i germogli di broccoli mantengano in modo affidabile la gastrite.

Lo yogurt probiotico ha mostrato grandi promesse come trattamento di supporto a fianco degli antibiotici, ma sono necessarie ulteriori ricerche per confermarlo. Alcuni studi hanno dimostrato che i probiotici aiutano a eliminare l’infezione.

Altri alimenti che sono sicuri da consumare durante un caso di gastrite includono:

  • sedano
  • mele
  • frutti di bosco
  • olio d’oliva
  • miele
  • tè alle erbe

Piuttosto che cercare alimenti per risolvere l’infezione, è meglio mangiare cibi che non infiammino ulteriormente l’infezione.

Alimenti da evitare

Alcuni cibi e bevande possono aggravare i sintomi della gastrite e non dovrebbero essere consumati mentre la malattia è attiva. Questi includono :

  • bevande contenenti caffeina
  • caffè normale e decaffeinato
  • tè alla menta , verde e nero
  • succhi di arancia e pompelmo
  • bevande alcoliche
  • cibi piccanti, come peperoncino in polvere, peperoncino piccante, noce moscata e pepe nero
  • latticini a base di latte intero e formaggi forti o piccanti
  • prodotti a base di pomodoro
  • cioccolato

Durante la regolazione della dieta durante un caso di gastrite, assicurarsi di quanto segue:

  • Mangia dai 5 ai 6 piccoli pasti al giorno, in quanto ciò può ridurre l’impatto degli acidi dello stomaco.
  • Idratare spesso consumando frequentemente acqua.
  • Aggiungi supplementi di omega-3 alla dieta, in quanto potrebbero avere un ruolo nella risoluzione della gastrite.

Non esiste un’unica dieta che possa curare la gastrite. Tuttavia, abbracciare i cambiamenti dietetici che leniscono l’infiammazione può supportare un regime di trattamento. Gli alimenti consumati sono una parte importante del trattamento della gastrite.

Trattamento

Il trattamento per la gastrite dipende da diversi fattori. Questi includono la causa della condizione e se la presentazione della gastrite è acuta o cronica.

Le opzioni di trattamento per la gastrite comprendono una serie di farmaci, quali:

  • Farmaci antibiotici : un ciclo di antibiotici da 10 a 14 giorni può attaccare direttamente l’ H . pylori . I regimi possono includere claritromicina e metronidazolo.
  • Inibitori della pompa protonica : questi includono omeprazolo e lansoprazolo. Gli inibitori della pompa protonica bloccano la produzione di acido e aiutano la guarigione.
  • Bloccanti di istamina (H-2) : i bloccanti istaminici, come ranitidina e famotidina, possono ridurre la produzione di acido.
  • Antiacidi : questi possono neutralizzare l’acido dello stomaco.
  • Agenti di rivestimento : Sucralfato o misoprostolo possono rivestire e proteggere il rivestimento dello stomaco.
  • Farmaci anti-nausea : questo tipo di farmaci può ridurre i sintomi della malattia.

Il trattamento dipende dalla causa. Ad esempio, se la causa della gastrite non è batterica, gli antibiotici non avranno alcun effetto.

La combinazione di questi trattamenti con i cambiamenti dietetici raccomandati è il modo più sicuro per affrontare la gastrite.

Prevenzione

Una persona può ridurre il rischio di sviluppare una gastrite seguendo questi passaggi:

  • Praticare l’igiene per lavarsi le mani e mangiare cibi ben cotti. Questo riduce il rischio di contrarre H. pylori.
  • Evitare alcuni farmaci, fumo, caffeina e alcol.

Poiché alcune cause sono sconosciute, non c’è modo di prevenire completamente la gastrite.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...