Toracotomia che cos’è? procedure e recupero

  1. Panoramica
  2. usi
  3. Procedura
  4. complicazioni
  5. Toracotomia vs. toracostomia
  6. prospettiva
Una toracotomia è un tipo di chirurgia che viene eseguita sul petto di una persona. È spesso usato durante il trattamento del cancro del polmone.

Questo articolo esamina i vari usi di una toracotomia, come funziona la procedura e quali sono le prospettive dopo l’intervento chirurgico.

Cos’è una toracotomia?

toracotomia

Una toracotomia può essere necessaria per una serie di motivi, tra cui il trattamento del cancro del polmone.

Una toracotomia è un’incisione praticata nel torace. Chirurghi e dottori in situazioni di emergenza possono usarlo per accedere agli organi all’interno del torace.

Gli organi nel torace o nel torace sono chiamati organi toracici. Questi includono:

  • cuore
  • polmoni
  • tubo alimentare o esofago
  • diaframma

Una toracotomia consente anche l’accesso a parte dell’aorta, che è l’arteria più grande del corpo.

Le toracotomie sono spesso usate per trattare o diagnosticare un problema con uno di questi organi o strutture. Il motivo più comune per avere una toracotomia è trattare il cancro ai polmoni .

usi

Ci sono vari usi per una toracotomia. Questi includono:

Trattamento del cancro al polmone

Il cancro al polmone è la seconda forma più comune di cancro . L’American Cancer Society stima che nel 2018 ci saranno circa 234.030 nuovi casi di cancro ai polmoni negli Stati Uniti.

L’apertura del torace consente al medico di operare sui polmoni, come parte del trattamento del cancro del polmone.

Rimozione di una costola

La rimozione di una costola o di una parte di una costola o di una resezione può essere necessaria se l’osso si è fratturato in modo da poter forare un organo.

Potrebbe anche essere necessario rimuovere tutto o parte di una costola se l’osso è diventato canceroso.

Una toracotomia per aprire il torace consente al medico di accedere alle costole di una persona, rendendo possibili questi interventi chirurgici.

Rianimazione

In una situazione di emergenza, come quando qualcuno ha una lesione al torace, può essere necessaria una toracotomia per rianimarla.

Una toracotomia di emergenza apre il torace, consentendo al medico di:

  • controllare il sanguinamento dal cuore o dai vasi sanguigni del torace
  • effettuare compressioni cardiache per pompare sangue
  • alleviare la pressione sul cuore da qualsiasi liquido accumulato

Queste procedure danno al medico la possibilità di salvare la vita di una persona.

Procedura

tocotomia2

Saranno utilizzate diverse incisioni a seconda del motivo dell’intervento.

Prima di subire una toracotomia, una persona verrà sottoposta ad anestesia generale. Possono anche essere dati un’epidurale, che rilascia antidolorifici nella colonna vertebrale. Queste misure assicurano che la persona sia addormentata e incapace di sentire qualsiasi cosa durante l’intervento.

Per effettuare una toracotomia, il medico eseguirà un’incisione nel torace. Ci sono diversi punti sul petto che l’incisione può essere fatta, a seconda del motivo per la toracotomia.

Questi includono:

  • Toracotomia ascellare : è qui che viene praticata un’incisione nel torace dal lato, sotto il braccio di una persona.
  • Sternotomia mediana : è qui che viene effettuata un’incisione nel torace dal davanti, attraverso lo sterno della persona.
  • Approccio intercostale : è qui che viene praticata l’incisione tra le costole per ridurre la quantità di danni a muscoli, nervi e ossa.
  • Toracotomia a “L” : è un tipo insolito di toracotomia eseguita in una situazione di emergenza prima che una persona raggiunga l’ospedale. Secondo uno studio del 2010 , la procedura può essere eseguita con attrezzature minime.

Durante l’operazione, un tubo viene passato lungo la trachea per consentire lo sgonfiaggio del polmone da trattare. Quando ciò accade, un dispositivo meccanico mantiene gonfiato l’altro polmone.

Successivamente, è possibile eseguire il trattamento del cancro del polmone, la rimozione delle costole o la rianimazione.

Se una persona viene curata per il cancro del polmone, esistono diverse procedure disponibili, a seconda della gravità e della posizione del tumore.

Procedure per il cancro del polmone

Quando una persona viene curata per cancro del polmone, il medico può eseguire una delle seguenti procedure:

  • Lobectomia : è qui che viene rimosso il lobo del tessuto polmonare affetto da cancro.
  • Segmentectomia : nota anche come resezione del cuneo, è qui che viene rimosso un piccolo pezzo di polmone a forma di cuneo.
  • Resezione : è qui che un tumore o una crescita sul polmone viene rimosso attraverso un’incisione.
  • Pneumonectomia : se il cancro si è diffuso in tutto l’organo, una toracotomia consente al medico di rimuovere l’intero polmone.
  • Biopsia : questo è quando viene prelevato un campione di tessuto per aiutare a diagnosticare una malattia. L’apertura del torace consente al medico di accedere a uno qualsiasi degli organi toracici per prelevare il campione.

complicazioni

Esistono diversi rischi e potenziali effetti collaterali associati a una toracotomia, tra cui:

Effetti collaterali di anestetico

tocotomia3

È importante discutere degli effetti collaterali e dei rischi con un medico prima di sottoporsi a toracotomia.

Una toracotomia richiede che una persona venga sottoposta ad anestesia generale in modo che non sia sveglia durante la procedura e non avverta dolore.

L’uso di anestetico generale può avere i seguenti effetti collaterali:

  • nausea
  • vomito
  • mal di testa
  • problemi di pressione sanguigna
  • reazione allergica

Rischio di emorragia

Durante l’operazione, c’è il rischio di emorragia o sanguinamento in eccesso. Questo perché i polmoni hanno molti vasi sanguigni che possono essere danneggiati durante la procedura.

Rischio di coaguli di sangue

C’è anche il rischio di sviluppare un coagulo di sangue durante una toracotomia. Questo può iniziare nella gamba, che è chiamata trombosi venosa profonda .

Sebbene raro, questo coagulo può spostarsi verso i polmoni, causando un’embolia polmonare , che è un blocco improvviso di un’arteria principale nel polmone.

Rischio di polmone collassato

Quando il tubo viene rimosso dal torace dopo l’operazione, c’è il rischio di qualcosa chiamato pneumotorace o polmone collassato. È qui che l’aria viene intrappolata tra il polmone e la parete toracica, causando un dolore acuto.

Per ridurre il rischio di questo, il medico rimuoverà la provetta solo dopo che la persona ha inalato o espirato.

Rischio di infezione

Dopo l’intervento, un po ‘di liquido può defluire dall’incisione. È fondamentale mantenere la ferita pulita e asciutta per ridurre il rischio di infezione.

Rischio di polmonite

C’è anche il rischio di polmonite dopo l’intervento chirurgico. Esercizi di respirazione profonda e tosse aiutano a ridurre il rischio di sviluppare questa condizione polmonare.

Il sollievo dal dolore è essenziale dopo l’intervento chirurgico, poiché facilita la respirazione profonda e la tosse. Respirare e tossire senza dolore può aiutare ad accelerare la guarigione.

Rischio di paralisi

In rari casi, le persone hanno avuto la paraplegia dopo una toracotomia. Questo studio del 2002 esplora tre casi in cui ciò si è verificato.

Toracotomia vs. toracostomia

Una toracotomia e una toracostomia suonano simili, ma sono due procedure diverse.

Una toracotomia è un’incisione nel torace e viene normalmente effettuata in modo che il medico possa operare sul cuore, i polmoni o altre strutture del torace. Questo è un modo per curare il cancro ai polmoni.

Al contrario, una toracostomia è una procedura che viene utilizzata per drenare lo spazio tra i polmoni e la parete toracica di liquidi, sangue o aria in eccesso.

Una toracostomia può essere necessaria se una persona ha:

  • un’infezione polmonare, come la polmonite
  • una lesione al torace che sta causando sanguinamento
  • un’infezione nello spazio pleurico tra i polmoni e la parete toracica
  • accumulo di liquidi causato da cancro o chirurgia al torace

Una toracostomia viene eseguita utilizzando un tubo posizionato nello spazio tra i polmoni e la parete toracica.

Outlook e ripristino

La prospettiva per una persona che ha avuto una toracotomia dipende dal motivo per cui hanno avuto la procedura. Ad esempio, se la toracotomia è per il cancro del polmone, la prospettiva di una persona dipende dallo stadio della malattia.

La ferita di toracotomia dovrebbe guarire entro 2 mesi e il dolore diminuirà gradualmente in questo periodo.

In alcuni casi, i nervi si danneggiano durante l’intervento. Questo può causare dolore in corso e viene chiamato sindrome da dolore post-toracotomia.

Se una persona avverte dolore o effetti collaterali dopo l’intervento, dovrebbe parlare al proprio medico il prima possibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...