Marrone, blu, verde e nocciola: qual è il segreto dietro il colore degli occhi?

Gli occhi hanno molte sfumature, dal marrone scuro al marrone chiaro, dal verde al nocciolo al grigio al blu. Ma nonostante le molte variazioni che percepiamo, in realtà ci sono solo due diversi pigmenti nei nostri occhi: marrone e rosso.
colore occhi1

Il colore degli occhi è determinato dallo schema del pigmento marrone e rosso, dalle fibre di collagene e dalla topografia dell’iride.

L’area colorata nella parte anteriore dell’occhio è chiamata iride. Ha un diametro di circa 12 millimetri e ha un’apertura nel mezzo, che è chiamata la pupilla. L’iride è costituita da tessuto connettivo e un muscolo sottile che gli permette di aprirsi e chiudersi in risposta alla luce.

Il nostro colore degli occhi individuali è costituito da diverse quantità di pigmento e dal tessuto connettivo che fa parte dell’iride.

Il pigmento fa sembrare gli occhi scuri

Le cellule dell’iride che formano il pigmento sono chiamate melanociti e sono anche responsabili del colore dei nostri capelli e della nostra pelle. I melanociti possono creare due diversi tipi di pigmento: l’eumelanina, che è marrone-nera, e la feomelanina, che è rossa.

Gli occhi scuri hanno il più pigmento, in particolare l’eumelanina marrone-nera. Al contrario, gli occhi azzurri hanno la minor quantità di pigmento. Il colore degli occhi chiari è prevalente negli individui di discendenza europea. 

Tuttavia, non esiste una cosa come il pigmento blu nei nostri occhi. Invece, gli occhi di un individuo sono blu a causa delle fibre di collagene bianche nel tessuto connettivo nell’iride. Queste fibre diffondono la luce e rendono l’iride blu.

I colori degli occhi che cadono tra gli estremi del marrone scuro e del blu chiaro hanno quantità variabili di pigmento e aree senza alcun pigmento. Questo porta ai colori unici che vediamo sotto forma di verde, nocciola e grigio.

Ma non è solo il colore a rendere unici i nostri occhi; anche la topografia fisica dell’iride gioca un ruolo importante.

Quando esaminiamo attentamente i nostri occhi, possiamo vedere diversi modelli. Il più facile da individuare è l’anello pigmentato, che è un anello di colore che circonda la pupilla.

Le aree in cui le fibre di collagene sono meno densi sembrano trogoli o solchi e sono chiamate cripte di Fuchs. Macchie bianche – o cosiddetti noduli Wolfflin – sono dovute a punti caldi di fibre di collagene. I nevi, d’altra parte, sono macchie scure che si verificano a causa dell’aumentata produzione di pigmento da parte di un gruppo di melanociti.

Quindi, cosa regola questa incredibile gamma di colori e modelli nei nostri occhi?

Molti geni fanno colorare gli occhi

Per molti anni, i genetisti credevano che un singolo gene fosse responsabile della decisione del colore degli occhi di un individuo, con gli occhi marroni che dominavano gli occhi blu. Tuttavia, due genitori dagli occhi marroni possono avere bambini dagli occhi blu.

Mentre il colore degli occhi è un tratto ereditario, oggi sappiamo che è molto più complesso: diversi geni contribuiscono allo spettro dei colori che vediamo nella popolazione.

Per quanto riguarda il colore degli occhi, il numero totale di geni responsabili è attualmente pari a 11. Un gruppo di ricercatori – guidato da Manfred Kayser, che è un professore di biologia molecolare forense presso il Centro medico universitario Erasmus di Rotterdam nei Paesi Bassi – ha recentemente analizzato la genetica varianti di questi geni in più di 3.000 persone provenienti da sette paesi europei.

Quando hanno confrontato questi profili genetici con un nuovo metodo di valutazione del colore degli occhi nelle fotografie – che è stato sviluppato come parte dello studio – il team potrebbe prevedere in modo attendibile il colore degli occhi nella maggior parte dei casi. Tuttavia, hanno commentato che “[…] i futuri studi di associazione genoma porteranno probabilmente nuovi geni di pigmentazione e nuove varianti predittive del DNA della pigmentazione”.

La genetica del disegno degli occhi è ancora agli inizi , con una manciata di diverse migliaia di geni coinvolti nello sviluppo dell’iride sotto indagine.

Mentre la ricerca di tutti i soggetti genetici coinvolti nel colore e negli schemi degli occhi continua, possiamo continuare a meravigliarci del fatto che due pigmenti e fasci di collagene possono produrre una gamma così vasta e spettacolare di colori degli occhi individuali nella nostra popolazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...