Alimenti da mangiare ed evitare se si soffre di Ernia Iatale. Farmajet news

Alimenti da mangiare ed evitare per un’ernia iatale

  1. Alimenti da mangiare
  2. Alimenti da evitare
  3. Consigli sullo stile di vita
  4. Ernia iatale e cambiamenti nella dieta
  5. Quando vedere un dottore
Un’ernia iatale si verifica quando parte dello stomaco entra nella cavità toracica attraverso un foro nel diaframma. Di solito, un’ernia iatale non causa sintomi evidenti.

I ricercatori non sono sicuri del motivo per cui si sviluppano, ma le ernie iatali sono molto comuni e si stima che abbiano un impatto fino al 60% delle persone di età superiore ai 60 anni.

Il sintomo principale di un’ernia iatale è l’indigestione; certi cibi e abitudini di vita possono aumentare le probabilità di una persona di provare sintomi spiacevoli.

A meno che una persona non abbia un’ernia iatale insolitamente severa e problematica, il modo migliore per ridurre o prevenire i sintomi consiste nel fare aggiustamenti dietetici e di stile di vita.

 

Alimenti da mangiare

verdu1

Le verdure a foglia verde dovrebbero essere incluse in una dieta ernia iatale.

Gli alimenti non a basso tenore di acidità ridurranno la probabilità e la gravità dei sintomi di ernia iatale. Le migliori scelte alimentari per le persone con ernia iatale sono non acide, minimamente lavorate e contengono fibre alimentari.

Ci sono alcune eccezioni per coloro che hanno intolleranze alimentari. Le diete di eliminazione possono essere utili per un miglioramento ottimale dei sintomi.

I cibi sicuri da mangiare possono includere:

  • verdure a foglia verde
  • fagioli e piselli
  • cereali integrali
  • proteine ​​magre, tra cui tofu e pesce
  • noci intere e semi
  • succhi e agrumi non agrumi
  • carciofo e asparagi
  • cannella
  • Zenzero
  • latticini a basso contenuto di grassi e non zuccherati
  • cardamomo
  • coriandolo
  • aceto di sidro di mele
  • tè non contenenti caffeina, soprattutto tè verdi
  • zenzero puro biodisponibile lo trovi su Farmajet

Alimenti fermentati o coltivati ​​che sono ricchi di probiotici (batteri dello stomaco neutralizzanti l’acido) possono anche aiutare a ridurre i sintomi dell’ernia iatale.

I cibi fermentati popolari includono:

  • yogurt non zuccherato
  • sottaceti
  • kimchi
  • kefir
  • quark
  • crauti
  • kombucha
  • formaggio
  • miso
  • tofu
  • tempeh
  • burro di latte
  • natto

È importante notare che consumare zucchero lavorato insieme ai probiotici può essere controproducente. Lo zucchero supporta la crescita dei microbi dello stomaco che distruggono e consumano i probiotici.

Ciò significa che i gelati probiotici, i succhi, gli yogurt, le polveri proteiche zuccherate e le caramelle gommose non sono in genere una buona fonte di probiotici.

 

Alimenti da evitare

pomodoro_cipolla

Pomodori e cipolle dovrebbero essere evitati poiché aggravano l’ernia iatale.

Evitare certi cibi potrebbe aiutare a ridurre e prevenire i sintomi di indigestione , compresi bruciore di stomaco , gonfiore, gas e rigurgito.

È meglio per le persone con ernia iatale stare lontano da cibi acidi, ricchi, oleosi o contenenti conservanti.

Gli alimenti da evitare possono includere:

  • cibi fritti o grassi
  • cibi grassi
  • carne rossa
  • caffeina
  • alcool
  • cacao e cioccolato
  • pomodori e salse di pomodoro
  • bibite e bevande gassate
  • la maggior parte dei tipi di menta , come menta piperita e menta verde
  • caramelle
  • succhi o tè zuccherati
  • elevate quantità di oli da cucina
  • aglio, cipolle , cipolle verdi, scalogno, scalogno, porri e erba cipollina
  • cetrioli
  • latticini ad alto contenuto di grassi
  • cibi salati
  • salumi
  • cibi preconfezionati o veloci
  • pane e cereali

 

Consigli sullo stile di vita

Oltre alla dieta, una persona potrebbe provare a fare alcuni aggiustamenti di stile di vita per aiutare a gestire i loro sintomi di ernia iatale.

I consigli sullo stile di vita per il trattamento dei sintomi dell’ernia iatale includono:

  • rimanendo idratato
  • tenere un registro degli alimenti trigger ed evitarli
  • mangiare spuntini frequenti e piccoli e pasti sparsi per tutto il giorno
  • mangiare lentamente e bere molti liquidi durante i pasti
  • ottenere abbastanza fibra dietetica
  • evitare liquidi non chiari entro 3 ore prima di coricarsi
  • evitando di mangiare prima dell’esercizio
  • evitando di piegarsi o sdraiarsi entro 3 ore dal pasto
  • indossare abiti larghi
  • mantenere un peso corporeo sano
  • utilizzando un cuscino a cuneo per sollevare la testa da 8 a 10 pollici durante il sonno, rendendo più difficile per l’acido dello stomaco di viaggiare fino all’esofago (tubo di cibo)
  • Smettere di fumare
  • prendendo i probiotici Gastrobiotic 
  • mangiare cibi integrali invece di cibi lavorati o raffinati
  • esercitare moderatamente per almeno 20 minuti al giorno
  • evitando cibi fritti
  • utilizzando piccole quantità di oli da cucina salutari, come cocco, riso e olio d’oliva
  • evitando di essere troppo affamato o troppo pieno

Anche bere una piccola quantità di aceto di mele diluito all’inizio dei pasti può aiutare a ridurre i sintomi.

Gestire lo stress e praticare strategie per ridurre lo stress, come camminare, essere nella natura, consapevolezza, meditazione o yoga , può aiutare una persona a sentirsi meglio.

Una persona può anche assumere antiacidi da banco, sebbene l’uso a lungo termine possa comportare dei rischi.

 

Ernia iatale e cambiamenti nella dieta

 

 donna brucia

Un medico può prescrivere farmaci per alleviare i sintomi di indigestione.

L’indigestione è il principale e spesso l’unico sintomo di un’ernia iatale. La maggior parte delle complicazioni di salute più gravi associate alla condizione si verificano a causa di indigestione cronica non trattata.

Queste complicazioni includono cicatrici esofagee e sanguinamento interno.

La dieta svolge un ruolo significativo nello sviluppo, nella gravità e nella lunghezza dei sintomi dell’ernia iatale. Ma oltre a provocare infiammazione e irritazione, i ricercatori non sono sicuri di come e perché alcuni alimenti causano l’ernia iatale.

La maggior parte degli studi che esplorano la connessione tra dieta e indigestione si sono concentrati sulla malattia da reflusso gastroesofageo ( GERD ), una condizione che può portare a un’ernia iatale.

 

Quando vedere un dottore

Una persona dovrebbe cercare assistenza medica per indigestione che dura più di 3 giorni consecutivi.

Un medico dovrebbe anche valutare bruciore di stomaco, dolore addominale, gonfiore, gas o rigurgito che non migliora con l’uso di antiacidi, cambiamenti nella dieta e adattamenti dello stile di vita.

Le ernie iatali possono causare seri rischi per la salute, tra cui il danno esofageo e il sanguinamento interno associato, anche se questo è raro.

Un medico può prescrivere farmaci progettati per trattare l’indigestione che può ridurre il disagio e migliorare la qualità generale della vita per le persone con ernie iatali. Tuttavia, apportare modifiche allo stile di vita e alla dieta è spesso il primo passo migliore in quanto è improbabile che vi siano effetti collaterali.

A volte, se un’ernia iatale causa sintomi particolarmente fastidiosi, può essere necessario un intervento chirurgico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...